fenarcom

  • Numero messaggi

    122
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

12 Potrei diventare famoso

Su fenarcom

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno
  1. Capisco che ciò che è stato commesso è molto grave e va condannato. Episodi di questo genere, stupri e quant'altro, sono commessi tutti i giorni anche da italiani. Episodi di questo genere sono gravi e da condannare a prescindere; che siano commessi da immigrati o da italiani, non c'è nessuna differenza. Quindi che facciamo, condanniamo questo episodio e sorvoliamo negli altri casi? Se fosse stato un italiano a compiere ciò, si sarebbe data la stessa importanza all'accaduto e si avrebbe avuto lo stesso sdegno?
  2. L'accaduto è da condannare sicuramente. Ma gli episodi di abusi sessuali riguardano e sono commessi anche da italiani, e molto spesso sono anche di maggiore gravità. E in quel caso cosa facciamo? Condanniamo e giudichiamo in maniera più negativa l'accaduto, solo perchè trattasi di immigrato-straniero?
  3. Premetto che episodi del genere si verificano e sono commessi anche da italiani, per cui mi sembra giusto in genere riportare anche eventi che riguardino in negativo non solo gli immigrati. Detto questo, i carabinieri hanno il diritto di difendere se stessi e gli altri, ed usare le armi per garantire la sicurezza dei cittadini, qualora questa venga compromessa, nel caso in cui viene commesso un crimine, che sia un italiano o un immigrato a compierlo poco importa, non c'è alcuna differenza. I carabinieri hanno semplicemente fatto il loro dovere.
  4. No, ha fraintesto, non mi permetto di giudicare chi non conosco, mi ero espresso male Non frequento con assiduità il forum, ecco perchè poi capita che mi ritrovo a rispondere ad alcuni forumisti piuttosto che ad altri, in base ai post pubblicati. Io rispetto il giudizio altrui e non voglio accanirmi contro nessuno, ci mancherebbe.
  5. certo, in passato avevo detto che molto spesso ci sono dei pregiudizi sbagliati nei confronti degli immigrati; per cui capita che spesso, a parità di reato, si giudica più negativamente l'immigrato che l'italiano. Questo è certamente sbagliato. Mi sembra un giudizio anti-dx.
  6. bene, ma non dovresti avere neanche la supponenza di giudicare con i termini razzista e xenofobo chi la pensa diversamente da te. Io capisco il tuo punto di vista, lo rispetto, ma cerca di rispettare anche quello degli altri, senza giudicarlo a prescindere e a tutti i costi come atteggiamento razzista e xenofobo.
  7. a differenza sua, non ho schieramenti politici, cerco di essere oggettivo. bene, questo fa onore
  8. mi sembra che tu lo faccia in continuazione bene, giustissimo, quindi neanche tu puoi dare lezioni agli altri
  9. Io non voglio dare consigli a nessuno, non ho schieramenti politici, non sono di parte politicamente, ma oggettivo nei giudizi. "Director" parla male solo degli stranieri, ma voi mi sembra che parliate male solo degli italiani. Io personalmente parlo male di chi viola la legge, italiano o straniero che sia, per me non c'è nessuna differenza.
  10. pm610 vuoi fare tanto il perbenista, ma poi non fai altro che attaccare continuamente con i soliti discorsi la fazione opposta. Attacchi i razzisti e xenofobi, ma dimostri di avere un certo tipo di razzismo anche tu. Hai le tue idee politiche che io rispetto e difendi chi ti fa comodo. Degli ultras olandesi che distrussero la barcaccia a Roma non ne parli? Quindi se vuoi parla male degli italiani, ma parla male anche degli stranieri presenti in Italia che compiono atti vandalici, stupri e crimini.
  11. Mi sembra che la pubblicazione di questa notizia sia priva di senso, cosa vorresti dimostrare con questo? Che gli italiani sono un popolo di violenti? E' ovvio che ci sono italiani e stranieri violenti, come tanti italiani e stranieri che invece rispettano gli altri. Perchè non pubblichi allora notizie riguardanti musulmani (parliamo di gente straniera e non italiana) che schiavizzano le loro mogli, costringendole ad indossare abiti che coprono le loro forme, costringendole a subire ogni tipo di umiliazione e ingiustizia? Mi sembra che tu viva nelle tue convinzioni politiche e non aspetti altro che pubblicare notizie su italiani che commettono un reato, pur di difendere con ostinazione chi ti fa comodo. Non confondiamo i reati, i crimini. Queste notizie non c'entrano nulla con chi è contro gli immigrati clandestini , vuoi solo tirare acqua al tuo mulino e destabilizzare, mi sembra che vuoi solo fuorviare il discorso.
  12. certamente, ci mancherebbe, la legge vale e deve essere applicata a TUTTI
  13. Non voglio difendere nessuno nè tantomeno farti cambiare idea. Dico solo che la legge c'è e va rispettata.
  14. Il termine clandestino è riferito agli irregolari, ad esempio a coloro che sono sul territorio italiano senza regolare permesso di soggiorno o con permesso scaduto. Avevo già detto che c'è un decreto legislativo - TESTO UNICO SULL'IMMIGRAZIONE che definisce le regole di permanenza sul suolo italiano da parte di un migrante o straniero. La legge è quella e va rispettata. Andresti mai in uno Stato straniero senza rispettare le regole che impone quello Stato? Nessuno dice che gli immigrati sono tutti feccia, delinquenti e clandestini. Ci sono delinquenti italiani e stranieri, che sono sullo stesso piano. Ma credo che nessuno possa mettere in dubbio che la legge va rispettata, gli irregolari-clandestini (brutto termine) credo ci siano, per cui è giusto far rispettare la legge. La feccia e la delinquenza non conoscono etnia, nazionalità o religione, valgono sia per italiani che per stranieri.
  15. Secondo me un migrante per essere accolto in Italia, non deve essere necessariamente un profugo di guerra. Tutti hanno il diritto di essere accolti. Quanti studenti italiani lasciano l'Italia ogni anno perchè non riescono a trovare lavoro e cercano fortuna all'estero? Gli italiani che vanno all'estero vanno in cerca di lavoro, mica scappano da guerre. Quindi non considero i profughi diguerra e le vittime di persecuzioni le uniche persone che hanno il diritto di essere accolte. Non è giusto però che siano mantenuti a spese degli italiani, questo credo sia oggettivamente giusto. Si usano le parole razzismo e xenofobia con troppa facilità, mancando di rispetto a tanta gente italiana che fa beneficenza, che fa le missioni, che adotta bambini a distanza e che aiuta concretamente. Per cui tralasciamo i singoli casi e rispettiamo il popolo italiano, che di solidarietà e beneficenza ne ha sempre fatta. Gli immigrati non sono tutti feccia, esattamente come gli italiani non sono tutti razzisti e xenofobi, spero sia chiaro questo. Per cui portiamo rispetto verso chi aiuta, fa beneficenza tutti i giorni e mostra solidarietà. Un migrante diventa risorsa nel momento in cui contribuisce alla società, lavora e paga le tasse. Nel caso contrario è una risorsa solo per le cooperative e per chi ne trae vantaggio.