lupogrigio1953

  • Numero messaggi

    188
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da lupogrigio1953

  1. Vabbè, però bisogna riconoscere che la vita media in circa 70 anni è passata dai 45 agli oltre 80 anni. In qualunque campo ci sono persone che hanno studiato o hanno passato una vita ad applicarsi nel proprio mestiere. Se hai un problema con il computer, non ti rivolgerai a uno stregone, se devi cambiare una finestra, non ti rivolgerai al parcheggiatore sotto casa e se hai un problema medico, non andrai dalla fattucchiera. Poi ognuno fa come crede, siamo in democrazia. C'è però una cosa: in un Paese che si definisce civile, se io vengo contagato da uno che si è preso una malattia perché ha rifiutato il vaccino, dovrei poterlo denunciare, e probabilmente si può fare, alla stessa maniera in cui se vengo investito da uno che ha in corpo limiti alcoolici superiori a quanto ammesso dalla legge.
  2. Ipotizzando un periodo di 5 anni, secondo voi è più dannoso il vaccino influenzale tutti gli anni oppure un solo ciclo di antibiotici (durata 5-7 gg) per uno solo dei 5 anni?
  3. Si, avevo letto che il vaccino trivalente non copre completamente il ceppo B. In ogni caso, credo, nessun vaccino offrirà mai una copertura al 100%. Rimane il fatto che il calcolo costi/benefici (dove per costi si intende non solo quelli economici) lo possono fare solo le organizzazioni preposte, non il cittadino, non il singolo medico, men che meno il poltico. E invece è proprio ciò che sta succedendo.
  4. Io non sono stato così sfortunato. Almeno da parte dei genitori non si parlava di diavoli, magari ti parlavano bonariamente del "lupo" per tenerti un po' a freno. Ma il terrore indotto dal catechismo, che poi il prete proseguiva nell'ora di religione (fortunatamente non dalle maestre e maestri che ho avuto), era più che che sufficiente per un bambino di meno di 9 anni. Il catechismo allora si chiamava "dottrina" (da cui deriva "indottrinamento"), e già la parola fa capire di che diavoleria si trattava. Comunque ho smesso presto di credere nelle religioni. E nel mio caso, a differenza dei miei coetanei, non era per menefreghismo, ma per ragionamenti ben ponderati. Ci sono arrivato da sono a capire che le cosiddette sacre scritture erano scritte a uso e consumo dei potenti dell'epoca e delle epoche successive. Eppure non sono ateo e non escludo affatto la possibilità che un Dio esista. E se esiste, certamente non ha la necessità di far scrivere un libro fuorviante (tanto è vero che su questi libri sono basate moltissime religioni diverse). Credo solo in ciò che vedo e in ciò che è ragionevole credere.
  5. Pensa che ci ho abitato per 30 anni in quel quartiere (ora abito a 5 km in linea d'aria). Ma i preti che ci sono oggi non li conosco. Un tempo c'era un prete in gamba che, a quanto si raccontava, era stato allontanato dalle gerarchie perché troppo benvoluto dalla gente. Del mio catechismo (non lì, ma in un'altra regione d'Italia) ricordo il terrore che mi avevano messo con l'inferno e i demoni. Simili pratiche dovrebbero essere assolutamente vietate ai minori. E ciò che era ancora peggio è che l'indottrinamento proseguiva nell'ora di religione nella scuola pubblica.
  6. Io pure sono contrario a tutte le medicine, vaccini compresi. Ma quando servono vanno prese senza se e senza ma. E se prendere una medicina (o un vaccino) ascolto solo la medicina ***. Niente stregoni, niente improvvisatori, niente cure oncologiche a base di bicarbonato, niente Omeopatia e stupidaggini simili. Oggi anche certi politici si sono improvvisati medici, ma questo è un altro discorso.
  7. Credo che il mio sistema immunitario sia abbastanza robusto: tutti gli anni mi sono preso l'influenza (a parte un anno, mi pare il 2004 o forse 2003), ma ne sono sempre uscito solo con la tachipirina. Solo che in questi ultimi anni ho l'ipertensione e la tachipirina associata agli altri farmaci lo scorso anno di questi tempi mi ha fatto un brutto effetto (crollo della pressione). Quindi ho deciso di fare il vaccino e per ora non ho preso l'influenza. Ma il picco pare debba ancora arrivare, dunque non sono tranquillo.
  8. Il petrolio lo useremo fino a quando non riusciremo a ricavare energia da fonti meno inquinanti. E secondo me fino a quando non riusciremo a sfruttare industrialmente la fusione nucleare, il massimo che potremo fare sarà didurre un po' il consumo di petrolio.
  9. Anche mia moglie non lavora anche perché fino al 2003 sinceramente il mio stipendio era ottimo, poi le cose sono cambiate, ma siamo riusciti ad andare avanti lo stesso. Nostro figlio è appena diventato autonomo finanziariamente, dunque va bene così. Scappatelle non ne ho mai cercate, dunque non mi sono capitate. Avevo solo questa amica (siamo ancora amici, anche se ci sentiamo molto meno di prima) con la quale c'era tantissima confidenza reciproca. Stava rischiando di diventare più di un'amicizia, ma il rispetto per mia moglie e anche per questa amica ha prevalso. Era, ed è ancora, con i suoi 43 anni, una bella donna. Ma perché avrei dovuto rovinare un matrimonio e un'amicizia in un colpo solo, oltre che perdere il rispetto per me stesso? Comunque sono contento di come siano andate le cose e non ho rimpianti.
  10. Non so, non credo nella reincarnazione. PS. per quanto riguarda la 18enne ovviamente la mia era solo una battuta e figurati cosa se ne farebbe di uno della mia età. E poi dovrei spendere un milione per fare una brutta figura, non ne varrebbe la pena. In più dovrei calpestare i miei principi e non l'ho fatto quando ne ho avuto l'occasione con una donna di 21 anni meno di me, ma per farlo avrei dovuto approfittare della nostra amicizia e in più tradire mia moglie. Una delle poche volte in cui mi sono sentito fiero di me stesso.
  11. E vabbè, ma piano piano ci arrivo al milione, dai. Ci vorrà al massimo qualche secolo...
  12. Sto mettendo da parte i soldi. Per adesso sono arrivato 497 Euro...
  13. L'ho già fatto circa 2 mesi fa. Ti saprò dire il risultato quando sarà passato l'inverno.
  14. Ho sentito dire di queste reazioni ai vaccini. Io ho fatto quello influenzale a Novembre scorso e non ho avuto neanche la minima reazione. Per ora non ho avuto l'influenza, ma leggevo sui giornali che il picco arriverà a breve. Ho sentito anche dire che con il vaccino l'influenza ti viene li stesso, ma in forma più leggera. Passato l'inverno saprò se sarà servito a qualcosa oppure no.
  15. Io ho sempre curato l'influenza solo con la tachipirina. Ma l'anno scorso, in questo periodo, sono stato malissimo, pur non prendendo gli antibiotici. Prendo dei farmaci per l'ipertensione e, forse a causa dell'influenza stessa, o a causa della tachipirina, la pressione mi è crollata. In quell'occasione sono riuscito a sfangarla, ma quest'anno ho deciso di fare il vaccino. Solo che dei vaccini ho sentito una montagna di pareri contrastanti, alcuni allarmanti. Però, se per motivi d'età uno non ha più una salute di ferro e si prende un'influenza di quelle cattive, forse l'antibiotico non è il peggiore dei mali. Volevo semplicemente sapere quali dei mali è il meno peggio tra gli antibiotici e il vaccino.
  16. Stanno ristrutturando il sito e credo che al momento il servizio chat sia stato sospeso. C'è invece (ancora) un servizio di messaggistica a cui si accede cliccando sull'icona della nuvoletta che si trova sulla destra del pulsante "Cerca".
  17. Scusa ma tu in media quanti ne usi de 'sti sacchetti in una settimana? No perché io ne uso in media 5, al prezzo di 0,01 Euro per un totale annuo di 2,6 Euro. Ma ho deciso di fare lo sprecone: altri 5 li voglio buttare via, per cui in un anno spenderò 5,2 Euro. PS, Al momento in famiglia siamo solo in due.
  18. Dipende cosa intendi per "spendacciona". Noi siamo in due (nostro figlio è andato ad abitare da solo) e normalmente spendiamo tra gli 80 e i 100 Euro, compresi, oltre ai prodotti alimentari, tutti i prodotti per la casa (detersivi, saponi, ecc). In più, occasionalmente, diciamo una volta ogni mese o due, si va in qualche centro specializzato in prodotti per la casa. Ieri, per esempio, altri 33 Euro. Mica è facile fare un conto preciso... Per risparmiare ci vuole tempo e se lavori è un po' complicato. Puoi andare a fare spesa nei discount (come facciamo noi), ma lì devi imparare quali sono i prodotti che puoi prendere e quali no. Per esempio noi, Olio, pasta, pesce fresco, caffè e molto altro non li compriamo mai al discount, frutta e pesce surgelato invece si. Alla fine si riesce a risparmiare abbastanza, specie comprando prodotti in offerta, ma anche qui occorre fare molta attenzione: assolutamente non vanno comprati prodotti che non servono, ma solo perché sono in offerta. Noi pensiamo di essere "risparmiosi". E tu "spendacciona", per fare un raffronto, quanto spendi settimanalmente? E in quante persone siete?
  19. In questo modo piano piano stiamo scivolando in una discussione politica e, come ho già precisato, voglio rimanerne fuori.
  20. E quindi? Tutti, ma propri tutti (e sfido a trovare qualcuno, uno solo, che non lo abbia fatto) abbiamo contestato il canone RAI. Mi piacerebbe sapere un solo motivo per cui dovrei pagare ben 90 Euro all'anno alla RAI. Pagare il canone dovrebbe essere una scelta: se mi piace vedere la RAI, pago il canone e vedo quello che mi pare, altrimenti non mi forniscono le credenziali e non vedo nulla. Se poi la RAI vuole avere dei canali con la pubblicità (dunque senza canone) ed è interessata a trasmettere gratuitamente, affari loro. Qualcuno direbbe "E' il mercato, bellezza". Io quando ho perso il lavoro (3 volte dopo i 50 anni) me la sono dovuta cavare da solo ed ero monoreddito, con un figlio all'università e con il mutuo casa ancora non finito di pagare. E visto che tra i tag hai citato matteo renzi, allora ti faccio notare che non fosse stato per Matteo Renzi il canone sarebbe stato di 113 Euro (salvo aumenti, come sempre).
  21. E quindi buttiamo tutto all'aria? Non andiamo più neanche a lavorare? Smettiamo anche di mangiare e di respirare? OK, sono tutti ladri, contenta? Stai meglio ora? Esco da questa discussione, ti avevo già detto che non sopporto il populismo.
  22. E' sicuro che se facessi politica la farei onestamente. Purtroppo però non saprei fare politica, è molto più difficile di quanto la gente normalmente pensa. Ed è sbagliato fare di tutta un'erba un fascio: in questo modo si favoriscono i peggiori perché vengono messi sullo stesso piano rispetto a quei pochi che si salvano. E i politici, non dimentichiamolo, sono una rappresentanza di noi.
  23. Sarà che ho superato questa fase: per me è una resa continuare a parlare con certa gente. Se non lo capiscono da soli che stanno danneggiando se stessi, falsificando anche i dati di fatto, ci penserà la legge di Darwin a occuparsi di loro.
  24. Ecco, questo è il tipo di commenti a cui mi riferivo. Sei pregato di rimanere nella tua latrina. Grazie PS. E non ho bisogno di tappeti rossi.
  25. Grazie, ma non voglio parlare di politica semplicemente perché ci sono persone che trattano la politica come se fosse la loro squadra di calcio. Se io sono della Roma, per esempio, sarò della Roma indipendentemente da tutto. A dire il vero non sono tifoso di nessuna squadra di calcio perché, coerentemente con quanto ho detto finora, seguo le cose con equilibrio. Il cuore non lo uso per una partita di calcio o per la politica, ma lo uso senz'altro per i membri della mia famiglia (mia moglie o mio figlio). Loro potrebbero anche fare tutti gli sbagli del mondo, ma sempre mia moglie e mio figlio sono. E poi c'è un'altra cosa. Parlare con delle persone ci rende tutti migliori. Ma io non voglio migliorare quelle persone che hanno costruito la latrina in cui vivono. Io ci godo nel sapere che costoro vivono in una latrina. E guarda che anche casa loro è una latrina (salvo che non abbiano la servitù): chi è sporco nel parlare di politica è sporco anche a casa sua. Aggiungici che parlare con costoro è tempo buttato perché non riuscirai mai a far cambiare loro idea. Per cambiare l'idea di qualcuno, come minimo occorrerebbe che questo qualcuno abbia un'idea. Si spingono perfino a cambiare i dati di fatto (come nell'argomento in questione, i sacchetti bioshop) contro il loro stesso interesse. E comunque alle persone sensate non occorre che dici nulla: lo capiscono da soli cosa è meglo per loro e cosa non lo è. Dunque parlare di politica è perfettamente inutile. A me piacerebbe qui parlare di molte altre cose come ad esempio ho fatto piacevolmente in un'altra discussione con frattalis, ma che farei con chiunque altro volesse dialogare in modo sereno.