last.wave

  • Numero messaggi

    41
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione Forum

7 Calma piatta

Su last.wave

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno

Visite recenti

321 visite al profilo
  1. ok , come detto prima, questo tuo riconoscere una "presunta" debolezza è in realtà una dimostrazione di forza. Hai fatto bene a soppesare ogni pro e ogni contro. Di solito, nei forum, tutti suggeriscono il massacro ... le linee dure ... "mollalo ... lascialo ....". Ovvero, le suggeriscono agli altri, perché dietro una tastiera si sentono tutti forti. Agli altri suggeriscono l'intransigenza; quando invece poi queste situazioni capitano a noi stessi, allora si valuta, si soppesa, si considera ... e la linea diventa improvvisamente morbida mi viene in mente il detto : "Le leggi per gli altri si applicano. Per noi stessi invece si interpretano"
  2. perché sei ancora qui ? Forse perché volente o nolente la tua cultura purtroppo è ancora quella della donna subordinata Pensi che se fosse successo a situazione opposta tuo marito sarebbe ancora lì ? Ovvero se tu avessi iniziato a frequentare gigolò, tuo marito avrebbe fatto una considerazione del tipo : "vabbé ... non è innamorata ..., sono solo gigolò, ovvero è solo *** fine a se stesso..." ? comunque complimenti sinceri per la forza con cui hai soprasseduto e con cui hai ritrovato ragioni per andare avanti
  3. non saprei risponderti.... Un tempo avrei detto : "no, assolutamente !" adesso invece penso che debba essere valutato caso per caso. Lo strumento del perdono dev'essere tuttavia accordato se e solo se si presume che esistano i requisiti per un nuovo progetto insieme della serie : bisogna guardare avanti ed essere certi che il futuro riservi linfa vitale per mantenere salda la coppia altrimenti diventa un perdono fine a se stesso .... in attesa del prossimo tradimento oppure uno stare insieme senza tradirsi ma controvoglia e con tanti rimorsi
  4. ciao anch'io esco di casa alle 7 e torno più o meno alla stessa ora del tuo conoscente ... alle 20 .... non sono un imprenditore, ma un semplice dipendente ma in casa so fare veramente di tutto. Qualsiasi cosa. Nella vita ho vissuto quasi 10 anni da solo e in quegli anni ho ospitato diverse persone consentendo ad esse di non muovere un solo dito per aiutarmi. Infine faccio anche affiancamento ai miei figli per i loro studi di liceo ... praticamente tutte le sere fin quasi notte fonda ma non ho mai pensato che questo mio tipo di "collaborazione" domestica possa essere potenziale motivo di "crisi di coppia" ...
  5. mah ... questa tua testimonianza a me sembra che non risponda alla mia domanda "imprenditore molto in gamba ..." ..... d'accordo, ma rinnovo : se le sa smazzare da solo le faccende di casa ? la risposta sembra sia : NO, perché poi anche tu alla dine concludi "..si era preso una signora che gli teneva in ordine la casa..." della serie : gli serviva una domestica, non una moglie "...quindi....il problema era di coppia!" Ah, è questa quindi la tua conclusione ??'
  6. guarda .... mi hai sorpreso !!! ero convinto che a Natale ti dicesse : "Sono contento, ho trovato equilibrio e ho preso le misure alla vita da single e non tornerei indietro mai più e mai poi !! ... " e invece .... perdona la domanda, ma questo tuo amico se lo sa preparare almeno un piatto di pasta, o forse è uno di quelli che ha ancora bisogno che qualcuno la sera gli metta in bella vista gli abiti che dovrà indossare la mattina successiva ?
  7. non so se se ne faccia davvero meno ... Mi sono accorto che molte statistiche vengano eseguite secondo criteri sbagliati e secondo una scelta di campioni insufficiente e/o non probante. E questo succede anche per statistiche ben più importanti Tuttavia mi sentirei di affermare come il *** che si produce adesso dia un appagamento sensitivo molto .. molto .. molto minore di quello (più coinvolgente nelle parti del corpo e della mente) che si produceva anni fa ...
  8. ciao, ti assicuro che la mia testimonianza è più che probante su come vengano "curate e coltivate" le propensioni degli studenti veniamo al dunque .... Succede che diversi studenti si iscrivano allo scientifico perché sentono una certa inclinazione a favore delle scienze matematiche, fisiche, applicate ...etc..etc..etc.. e che altri studenti si iscrivano al classico perché sentano altrettanta inclinazione verso i cosiddetti studi classici ... materie umanistiche ...etc..etc..etc.. morale della favola, dopo 5 anni : - chi ha frequentato lo scientifico si iscrive poi a giurisprudenza, scienze politiche, medicina .... bene che vada a economia e commercio - chi ha frequentato il classico si iscrive a ingegneria, fisica, matematica se ne deduce che : - la scuola pubblica e soprattutto la scuola secondaria NON SA ASSECONDARE NE' APPASSIONARE gli studenti alle materie PRIORITARIE per quel percorso di studi (matematica e fisica per lo scientifico; lettere, latino greco, filosofia per il classico) - gli studenti sono sempre più COLTI DA CRISI DI RIGETTO da arrivare ad abbandonare quelle che fino a qualche anno prima pensavano fossero le loro naturali inclinazioni, per privilegiare ad occhi chiusi corsi di laurea su materie delle quali non sanno una beata mazza questo è un fallimento conclamato
  9. niente di nuovo. Succede nel pubblico e anche nel privato, ma è semplice capire perché. Nelle grandi aziende - pubbliche e private - si diventa "pezzi grossi" per clientele e nepotismi, raramente per meriti dopo tanta gavetta e così a organizzare il lavoro vanno incapaci ..., paradossalmente senza colpa specifica : come fanno a organizzare il lavoro se non hanno mai lavorato ? nel caso specifico paga la Perego - professionista capace e di buon senso - perché è capro espiatorio / vittima sacrificale di chi, sopra di lei, non le ha mai dettato le linee guida del servizio che avrebbero voluto erogare (tv pubblica che oltretutto beneficia di canone...) ed anzi (sono convinto) magari l'ha anche spinta a cercare la gazzarra e il trash per alimentare l'audience
  10. fate attenzione perché può succedere che un buon segnale dal corpo lo si riceva per le gratificazioni che concede ad esempio una relazione extra-coniugale con l'amante ... e quello purtroppo NON è sintomo di una coppia che funziona ... !! però è così. Quando sei gratificato dalla relazione con l'amante, anche in casa sei più disponibile, premuroso, accondiscendente etc..etc..etc... e il corpo manda segnali positivi
  11. direi che la madre di tutti i plagi sia stata "My Sweet Lord" di George Harrison, ai danni del brano "He's so fine" delle Chiffons plagio riconosciuto dalla corte federale USA e costato ad Harrison una valanga di quattrini
  12. ennesimo delirio che ha come denominatore comune l'insofferenza generalizzata verso l'opera prima che viene vista come madre di tutte le sventure. a delirare sono spesso urlatori di Paesi più in difficoltà. In questo caso invece provengono da zone che almeno in teoria dovrebbero stare meglio ... mi trovo in forte contrasto nel convincermi se sia meglio insistere al compimento del lavoro iniziato 60 anni fa dai padri fondatori, oppure se sia meglio lasciar perdere, tanto diversi siamo gli uni dagli altri se pur vicini (in paragone all'immensità dei grandi stati di oltre oceano o agli emergenti asiatici...) di sicuro, oggi la strada si presenta fortemente in salita e non so se noi italiani abbiamo ancora le forze per sovraintendere a tutti i fronti che si sono aperti nella ns società ......
  13. ma sì, in fondo ognuno di noi lo è a proprio modo ....
  14. io ti suggerirei di invitare entrambi insieme a prendere un caffé. E di aprire una conversazione a 3 su argomenti che non abbiano a che vedere sul loro menage ... se parteciperanno civilmente alla tua conversazione direi che sarai riuscita allo scopo, il primo passo verso la riappacificazione è fatto e tu non sarai stata una r.u.f.f.i.a.n.a. ne' dell'uno ne' dell'altro
  15. beh, devo dire che già l'argomento appassiona ..... Per pochi intimi, ma buoni