fosforo31

  • Numero messaggi

    1009
  • Registrato

  • Ultima Visita

fosforo31 è il vincitore del giorno maggio 28

fosforo31 ha pubblicato il contenuto con più like

Reputazione Forum

92 Sono il Re del Forum

1 Follower

Su fosforo31

  • Rank
    Utente avanzato
  • Compleanno

Visite recenti

1487 visite al profilo
  1. L'editor di Virgilio purtroppo taglia alcune parole, forse intendevi chiedere informa.zioni sui lavori manuali disponibili. Se cerchi lavoro, purtroppo non sono in grado di dartelo, sono anni difficili per tutti, specie qui al Sud, cmq ci sono siti appositi dove cercare. Per esempio puoi consultare qui: https://www.aranzulla.it/come-cercare-lavoro-26761.html Tra i lavori manuali credo che un buon muratore o un buon tinteggiatore non dovrebbe restare disoccupato a lungo, meglio ancora un valido piastrellista. Però serve qualche annetto per padroneggiare il mestiere. Ricercati anche gli elettricisti, gli idraulici forse un po' meno che in passato perché i moderni impianti sono meno soggetti a guasti di quelli vecchi con i tubi in piombo. Anche un bravo infermiere è ricercato. Quelli assunti negli ospedali per lo più sono raccomandati ma se conosci il mestiere (non è difficile imparare) puoi metterti in proprio. Dalle mie parti viveva un signore che ha lavorato tutta la vita facendo iniezioni, flebo e prelievi di sangue a domicilio, e ha mandato avanti la sua famiglia numerosa. Interessante anche il lavoro di badante (maschio). Ci sono tanti anziani signori benestanti e soli che hanno vergogna con la badante e cercano un brav'uomo che li assista. Molto meglio se italiano. Questa estate il turismo va molto bene e puoi trovare lavoro come cameriere, bagnino, etc. Un mio nipote, dopo avere lasciato gli studi universitari, si è messo in società con un gruppo di amici e amiche, hanno formato una impresa di pulizie e stanno guadagnando molto bene con gli alberghi e con i condomìni della riviera adriatica. Sono molto orgoglioso di lui. Tutti i lavori onesti sono validi, ma un giovane italiano che oggi si mette in concorrenza con gli extracomunitari in lavori manuali ha tutta la mia ammirazione. Ai tempi del comunismo, nell'economia centralizzata dell'Unione Sovietica, questi lavori erano addirittura privilegiati dallo Stato: un muratore aveva uno stipendio più alto di un architetto, un minatore guadagnava di più di un ingegnere minerario. Secondo me era una cosa buona e giusta. Saluti
  2. Una casa Una casa abusiva è una casa abusiva e va demolita, come ho scritto, senza se e senza ma (e a spese del proprietario abusivo e non a spese dello Stato come incredibilmente spesso avviene nel paese di Pulcinella). Prima casa, seconda casa, stamberga o villa di lusso non cambia nulla: se è abusiva va abbattuta, come avviene nei paesi seri. Punto. Se ragionassimo tutti come il vergognoso candidato governatore della Sicilia dei 5Stelle, o come il vergognoso governatore della Campania, o come il vergognoso deputato verdiniano Ciro Falanga (di Torre del Greco, altra capitale dell'abusivismo campano) che dà il nome all'ennesima leggina salva-abusi al momento parcheggiata alla Camera, o come i vergognosi sindaci di Ischia, allora, per esempio, dovremmo lasciare ai poveri il diritto di rubare a man salva alimenti e altri generi di prima necessità nei supermercati. Ieri i sei sindaci di Ischia, dove ci sono 600 immobili in perenne attesa di demolizione e 27.000 domande di condono, sono stati compatti quanto spudorati nel dire che non c'è nessuna correlazione tra i danni abnormi fatti da una scossetta del quarto grado e l'abusivismo edilizio. Oggi lo spudorato governatore De Luca ha detto in sostanza la stessa cosa, ha detto che è "una bestialità" correlare i crolli all'abusivismo. Ma a parte i tecnici (ingegneri, geologi, protezione civile) che puntano il dito contro i pessimi progetti, i pessimi materiali e gli inesistenti controlli (tre elementi tipici dell'abusivismo edilizio ischitano e nazionale), oggi apprendiamo dal FQ che la palazzina crollata a Casamicciola, dove per miracolo (e per la bravura dei soccorritori) sono stati estratti vivi dalle macerie tre fratellini, aveva due piani di troppo, su tre. Infatti, secondo fonti raccolte in loco, essa sarebbe nata con un unico piano e in seguito sarebbero stati realizzati due piani posticci. Il sindaco di Casamicciola (che è un ingegnere) ha detto di non saperne nulla, ma se la notizia sarà confermata e se la pesante modifica strutturale dell'immobile risulterà effettuata senza autorizzazioni e senza controlli, io non esiterò a scrivere che lo spudorato governatore Vincenzo De Luca ha detto un'altra bestialità delle sue (tipo: Bindi infame, da uccidere; Raggi bambolina imbambolata, etc. etc.). https://video.repubblica.it/dossier/terremoto-a-ischia/terremoto-ischia-de-luca-bestialita-collegare-i-crolli-all-abusivismo-edilizio/283104/283717 Saluti
  3. Caro Losoio, forse non mi sono spiegato o forse non hai letto per intero il mio post. Io non ti ho chiesto affatto di moderare i toni contro i tuoi bersagli abituali, che sono i 5 Stelle. Al contrario, ho affermato che la Costituzione ci dà piena libertà di parola e di giudizio, restando nell'ambito del giudizio motivato e senza sfociare nell'insulto gratuito e nell'offesa personale che invece sono il pane quotidiano di un noto verme del forum. Ho solo voluto metterti in guardia perché in un forum dove c'è già un verme che fa la spia ce ne potrebbero essere anche due. Io non ho nessunissima paura di scrivere quello che penso (sempre motivandolo). Se nemmeno tu hai paura, come in effetti non devi averne, allora continua! Sarebbe un disastro, sarebbe un antipasto di quello che potrebbe essere il triste futuro di un paese irregimentato e avvilito da questa feccia piddina dalla vocazione autoritaria e delatoria, se ci lasciassimo intimidire da un verme che infetta e che appesta questo prezioso strumento di libertà e di confronto che è la Rete, e se ci autocensurassimo come se fossimo nella Libia ai tempi di Gheddafi ("leader di libertà" lo definiva il lecchino Berlusconi) o nell'Egitto del torturatore Al Sisi ("a great leader" lo definisce il lecchino Renzi). Vorrei proprio guardare in faccia il giudice che avesse il coraggio di condannarmi per diffamazione per avere or ora definito (motivando) "lecchini" Berlusconi e Renzi. Come vorrei guardare negli occhi il giudice che osasse condannarmi per avere definito incapace un governatore che intralcia la legalità facendo una legge (incostituzionale) che di fatto bloccherà le demolizioni di migliaia di costruzioni abusive, e che premia, invece di rimuoverli, i manager di una sanità da Terzo Mondo. Caro amico, tantissimi anni fa, per un caso di malasanità io persi mia madre, nel pieno dei suoi anni, che finì in un pronto soccorso poco attrezzato, poi fu portata in corsia invece che in sala di rianimazione e mi ricordo perfettamente le formiche che camminavano sul comodino accanto al suo letto di morte (ma all'ospedale San Paolo, amministrato dai manager ai quali De Luca ha aumentato lo stipendio, a un'anziana donna è successo di peggio). Certe cose, amico mio, io non le dimentico, su certe cose io non transigo. E poi, per dirla tutta, mordersi le labbra davanti ai potenti è una cosa da vigliacchi e da pagnottisti, non è una cosa di sinistra, e io e te siamo di sinistra. Saluti
  4. "Spudorato", "incapace", "cialtrone", "Cazzaro", "Guitto Napoletano", "doppiezza del personaggio", "miserabile cafone e mentitore". Caro pm610, vacci piano con le parole, stai attento. E' un consiglio da amico. Naturalmente non mi permetterei mai di discutere la tua (e di chiunque altro) libertà di criticare e giudicare, anche molto duramente, qualsiasi politico. Perché va da sé - solo un poveraccio rimbecillito dalla faziosità potrebbe non capirlo - che le tue dure parole contro il vicepresidente della Camera on. Luigi Di Maio, esattamente come le mie contro il governatore De Luca o contro il tappetaro Renzi, sono dirette al politico, sono relative all'attività politica del personaggio, e non certo dirette contro la persona con finalità diffamatorie o calunniose. E noi, popolo sovrano, che eleggiamo e che manteniamo coi nostri soldi questi politici, abbiamo tutto il diritto di giudicarli in piena libertà, e di chiamarli cialtroni e incapaci ogni qual volta, a nostro personale giudizio politico, essi meritano di essere chiamati. Questo, caro Los, non lo dico io, lo dice la nostra Costituzione: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. Purtroppo però, come saprai, in questo forum si aggira un verme accecato dalla faziosità che non riconosce (o semplicemente non conosce) questo fondamentale diritto. Un vile con la vocazione della spia stalinista (che è tutto ciò che gli resta di "sinistra") e che ha già segnalato il sottoscritto alla polizia postale per un libero giudizio politico sul presidente Mattarella. Ora questo vigliacco, che mi insulta, mi offende e mi diffama pesantemente dalla mattina alla sera, tirando in ballo perfino i miei familiari (lui sì che meriterebbe una querela!), minaccia di segnalarmi nientemeno che alla segreteria del governatore De Luca per i miei giudizi forti, ma sempre argomentati, emessi in relazione alla sua attività politica e amministrativa, con particolare riguardo alla sanità che in Campania versa in condizioni pietose, quasi da Terzo Mondo, e al gravissimo e cronico problema dell'abusivismo edilizio. Orbene, è improbabile, ma non possiamo nemmeno escluderlo, che ci sia o che capiti nel forum qualche grillino altrettanto vigliacco e altrettanto a digiuno dei fondamenti della democrazia, che decida di segnalarti alla segreteria del vicepresidente della Camera. Naturalmente anche in caso di una eventuale querela noi non avremmo nulla da temere, non avremmo neppure bisogno di avvocati, ci basta e avanza l'art.21 della Costituzione, ma sono sempre rogne e perdite di tempo, e nel frattempo il gestore del forum potrebbe anche decidere di bannarci. Quindi, caro amico, sta in guardia. Saluti
  5. Sono successe le stesse cose anche a me con Explorer11. Ora provo con Mozilla e Chrome. Saluti
  6. "Spudorato", "incapace", "cialtrone", "Cazzaro", "Guitto Napoletano", "doppiezza del personaggio", "miserabile cafone e mentitore". Caro pm610, vacci piano con le parole, stai attento. E' un consiglio da amico. Naturalmente non mi permetterei mai di discutere la tua (e di chiunque altro) libertà di criticare e giudicare, anche molto duramente, qualsiasi politico. Perché va da sé - solo un poveraccio rimbecillito dalla faziosità potrebbe non capirlo - che le tue dure parole contro Luigi Di Maio, esattamente come le mie contro il governatore De Luca o contro il tappetaro Renzi, sono dirette al politico, sono relative all'attività politica del personaggio, e non certo dirette contro la persona con finalità diffamatorie o calunniose. E noi, popolo sovrano, che eleggiamo e che manteniamo coi nostri soldi questi politici, abbiamo tutto il diritto di giudicarli in piena libertà, e di chiamarli cialtroni e incapaci ogni qual volta, a nostro personale giudizio politico, essi meritano di essere chiamati. Questo, caro Los, non lo dico io, lo dice la nostra Costituzione: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. Purtroppo però, come saprai, in questo forum si aggira un verme accecato dalla faziosità che non riconosce (o semplicemente non conosce) questo fondamentale diritto. Un vile con la vocazione della spia stalinista (che è tutto ciò che gli resta di "sinistra") e che ha già segnalato il sottoscritto alla polizia postale per un libero giudizio politico sul presidente Mattarella. Ora questo vigliacco, che mi insulta e mi diffama pesantemente dalla mattina alla sera, tirando in ballo perfino i miei familiari (lui sì che meriterebbe una querela!), minaccia di segnalarmi nientemeno che alla segreteria del governatore De Luca per i miei giudizi forti, ma sempre argomentati, emessi in relazione alla sua attività politica e amministrativa, con particolare riguardo alla sanità che in Campania versa in condizioni pietose, quasi da Terzo Mondo, e al gravissimo e cronico problema dell'abusivismo edilizio. Orbene, è improbabile, ma non possiamo nemmeno escluderlo, che ci sia o che capiti nel forum qualche grillino altrettanto vigliacco e altrettanto a digiuno dei fondamenti della democrazia, che decida di segnalarti alla segreteria del vicepresidente della Camera. Naturalmente anche in caso di una eventuale querela noi non avremmo nulla da temere, non avremmo neppure bisogno di avvocati, ci basta e avanza l'art.21 della Costituzione, ma sono sempre rogne e perdite di tempo, e nel frattempo il gestore del forum potrebbe anche decidere di bannarci. Quindi, caro amico, sta in guardia. Saluti
  7. Apprendiamo dallo stoico e ammirevole consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli (intervistato da La7) un altro incredibile dettaglio dello scempio edilizio nell'isola d'Ischia. A Casamicciola, proprio il comune più colpito dal terremoto di ieri, doveva essere realizzata una caserma delle Guardie Forestali. Dove decidono di farla? Nel cuore del bosco della Maddalena una delle più belle pinete dell'isola. Radono al suolo un'intera collinetta di macchia mediterranea, abbattono ben 100 pini, fanno le cose in grande, come se non si dovessero ospitare pochi forestali ma un quartier generale della NATO. Poi si scopre che era tutto abusivo (ovviamente), parte un processo, sono passati 8 anni e non c'è nemmeno la sentenza di primo grado: prescrizione scontata. Però c'è lo scheletro della caserma mai completata, un ecomostro nel cuore di una delle più belle isole del Mediterraneo. Ebbene, nella regione dove quasi una nuova casa su due è abusiva, dove perfino le caserme sono abusive, il governatore che fa? Vara una legge regionale per bloccare gli abbattimenti. Come gli è venuto in mente? Sapeva bene che quel provvedimento era incostituzionale (sconfina nelle competenze del governo, che difatti ha dovuto impugnarlo davanti alla Corte Costituzionale), sapeva bene che era l'ennesimo *** di potere. Ma lui a queste cose è ferrato (De Luca è rinviato a giudizio per *** d'ufficio, falso ideologico e lottizzazione abusiva per un altro ecomostro a Salerno) ed è, come tutti i politici incapaci, molto furbo. Secondo me ha ragionato più o meno così: per intanto blocco gli abbattimenti e mi attiro il consenso (tra proprietari abusivi, inquilini e parenti) di almeno mezzo milione di elettori, poi la mia leggina va alla Consulta che decide nei suoi tempi biblici, e c'è tutto il tempo per il prossimo governo, sperabilmente un altro bell'inciucio tra il Tappetaro e il Delinquente, e per il prossimo condono edilizio. http://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/oltraggio_ambiente_la_denuncia_verdi_scheletro_ex_caserma_forestale_ischia-2611717.html
  8. Allego la risposta del ministro Delrio all'ennesimo pacchiano tentativo dello spudorato De Luca che, perfino a costo di sconfinare nelle competenze del governo e nell'incostituzionalità (ma questa per i piddini non è una novità), cercava di offrire l'ennesima scappatoia agli abusivisti. Una bella, lodevole, precisa risposta, alla quale però dovrebbero seguire i fatti (cioè le demolizioni). Del resto, che Delrio sia una delle poche persone serie e competenti in questo governo e in questo Pd l'avevo già scritto in passato, ma è incomprensibile e patetico il suo ostinarsi a mischiarsi con gente poco seria e poco capace. Dice il ministro, in risposta alla furbata del governatore: "Contro gli abusi edilizi l'unico deterrente sono le demolizioni". Giustissimo, è la parola esatta: deterrente. E non solo punizione degli abusivisti e risanamento del territorio deturpato. Perché i numeri dell'abusivismo edilizio in Italia sono sconcertanti (leggeteli), il fenomeno ormai dilaga, è fuori controllo e deve essere arginato con misure drastiche e urgenti. Le demolizioni devono essere effettuate senza se e senza ma, e bisogna assolutamente evitare quello che voleva fare il furbetto De Luca, cioè affidarle alla discrezione degli amministratori locali. I quali, vuoi per ragioni elettorali (in certi posti come Ischia gli abusivisti e i loro parenti sono una bella fetta del corpo elettorale) vuoi per interessi personali (è un segreto di pulcinella che moltissimi politici e amministratori sono proprietari, o hanno parenti e amici proprietari di immobili in tutto o in parte abusivi) si rivelano a dir poco timidi nel procedere con gli abbattimenti. Per esempio nel caso di Ischia, dove decine di case di cartone si sono sbriciolate per una scossetta del quarto grado e centinaia sono state lesionate, e dove tutti gli esperti (ingegneri, geologi, sismologi, protezione civile) puntano il dito contro l'abusivismo, gli unici a difendere gli abusivi e a non vedere una correlazione con gli sproporzionati danni del terremoto sono proprio i sei vergognosi sindaci dell'isola. Sei personaggi che, se io fossi al posto di Minniti (altra persona seria e competente ma non altrettanto coraggiosa), rimuoverei all'istante. Quei sei comuni che fanno di un'isola unica al mondo per la sua bellezza la capitale italiana e forse mondiale dell'abusivismo (come dice Legambiente) vanno commissariati all'istante. Naturalmente serve anche un piano nazionale di edilizia popolare per creare posti di lavoro e per dare una casa a costo ragionevole a quella piccola minoranza di "abusivisti per necessità" (come spiegavo in altro post, gli abusivisti sono per lo più furbi e disonesti benestanti, spesso ben ammanigliati con sindaci e assessori che gli tengono lontani i vigili urbani, perché costruire una casa abusiva costa comunque un bel po' di soldi) ma soprattutto ai tanti poveri, onesti e sfortunati, ai quali in Italia viene negato anche il diritto alla casa. http://www.repubblica.it/cronaca/2017/08/12/news/delrio_condoni_governo_licata_sindaco_demolizioni-172878149/
  9. Anche questo è amore e amicizia, quindi va bene per questa discussione. Personalmente trovo queste immagini bellissime e commoventi. Ma attenzione, non imitate la protagonista (consiglio probabilmente superfluo, ma non si sa mai). https://video.repubblica.it/natura/slovacchia-l-amore-incondizionato-delle-leonesse-l-abbraccio-lascia-senza-fiato/282988/283601?ref=RHPPBT-BS-I0-C4-P5-S1.4-T1
  10. Incredibile! Appena due mesi fa, il 22 giugno, il governatore della Campania Vincenzo De Luca firmava l'ennesima legge regionale salva-abusi, l'ennesimo pacchiano favore ai 70.000 proprietari di immobili abusivi in Campania (il dato ovviamente non contiene gli abusi già sanati o condonati, ma è in ogni caso approssimato per difetto), un provvedimento talmente schifoso e indifendibile che il governo nazionale (guidato dal partito di De Luca) ha deciso di impugnarlo su ricorso dei Verdi. Ebbene, sentite un po' cosa si è permesso di dire questa faccia di bronzo in una intervista radiofonica notturna sul terremoto di Ischia: “L’abusivismo è una emergenza che ci trasciniamo da almeno trent’anni e su cui si è chiacchierato tanto senza mai muovere un dito. Per la Campania si tratta di almeno settantamila alloggi abusivi rispetto ai quali occorre il massimo rigore. Ad Ischia sono stati compiuti abusi di tipo criminale, con strutture costruite in zone a rischio idrogeologico che vanno abbattute il prima possibile”. Ed ecco il commento del leader dei Verdi Bonelli su questa improvvisa e incredibile svolta rigorista del governatore: “De Luca ha appena detto che l’abusivismo è un’emergenza. Una affermazione assolutamente grave, pronunciata da un Presidente che ha fatto approvare a giugno dal Consiglio regionale della Campania una legge che blocca le demolizioni e che su nostro ricorso è stata meritoriamente impugnata dal Governo... Ma l’8 agosto De Luca ha pronunciato una memorabile frase: Non ce ne frega niente e andiamo avanti. Un comportamento irresponsabile. Il presidente abbia l’onestà intellettuale di ritirare la sua legge“. Cari forumisti, vi parlavo ieri dei disastri di De Luca nella sanità campana, di cui è controllore e controllato, nella duplice veste di commissario straordinario e di governatore (cose che accadono solo nel paese di Pulcinella, che non è la Campania ma l'Italia governata abusivamente dal Pd), e penso che ormai vi siate fatti un'idea abbastanza precisa del personaggio e del suo squallore. Inutile dunque dilungarsi, aspettiamo solo che Crozza torni dalle ferie per mettere ancora alla berlina, da par suo, questo tragicomico, incapace e irresponsabile politicante. Qualche parola però va spesa sul terremoto che ha colpito la splendida "isola verde", purtroppo in parte deturpata da impuniti abusi edilizi. I terremoti sono imprevedibili, ma le aree a rischio sono ben note e Ischia è una di queste. Nel 1883 un terremoto del X grado della scala Mercalli fece oltre 2000 morti a Casamicciola e comuni limitrofi. Tra le vittime, i familiari di un giovanissimo Benedetto Croce che scampò per miracolo. Da allora noi napoletani, quando vediamo un ambiente in rovina o a soqquadro per il disordine, diciamo: è 'na Casamicciola. Quella di ieri è stata una scossa molto meno forte: magnitudo 4.0. Nel 1883 non c'erano la scala Richter e la magnitudo, che è una misura non soggettiva dell'ampiezza delle onde sismiche, ma si estrapola che fosse una scossa di magnitudo 5.8. Tenuto conto che la scala è logaritmica e che l'energia è proporzionale all'ampiezza elevata all'esponente 1.5, calcoliamo subito che l'energia del terremoto del 1883 fu circa 500 volte quella del terremoto di ieri. Nei paesi seri, dove c'è un'edilizia antisismica seria, come il Giappone, una scossa di magnitudo 4.0 generalmente non fa danni, passa pressoché inosservata. Sulla mappa del sito di EMSC, il centro sismologico euro-mediterraneo, ho ritagliato con il mouse un'altra ben nota area sismica, l'area dell'Egeo (Grecia, costa occidentale turca, Creta e le innumerevoli isole minori). Ebbene il database mi dice che solo nelle ultime 2 settimane in quell'area ci sono state ben 13 scosse di magnitudo maggiore o uguale a 4.0 (la più forte 4.9), ma non si segnalano vittime né danni significativi. A Ischia una modesta 4.0 ha fatto 2 morti, 39 feriti e 2600 sfollati, e ha messo in fuga i turisti che sono la maggiore risorsa dell'isola. E' vero, l'epicentro era vicino (ma comunque in mare) e l'ipocentro poco profondo (ma non proprio superficiale: 5 km), ma è chiaro che buona parte delle centinaia di strutture crollate o seriamente lesionate erano fatte con i piedi e cementate con lo sputo. Ovvero costruite senza rispettare le norme, senza una direzione tecnica qualificata dei lavori e con materiali scadenti, come spesso avviene per le costruzioni abusive. I tg ci informano che nell'isola, che conta 64.000 residenti, ci sono state negli ultimi 30 anni ben 27.000 domande di sanatoria per *** edilizio, mentre secondo le associazioni ambientaliste sarebbero 600 le strutture in (perenne) attesa di abbattimento. Scommetto che per una parte di queste ci ha pensato il terremoto di ieri. E prima o poi ci penserà un terremoto o l'usura del tempo ad abbattere gli innumerevoli edifici abusivi sparsi per la penisola, dalla Sicilia alla Valle d'Aosta (sic), prima che i nostri incapaci e corrotti politicanti e pubblici amministratori si decidano a fare il loro dovere, ad applicare le leggi e a farla finita con i condoni. Ma forse dovremmo deciderci anche noi cittadini a farla finita di votare politici indecenti come De Luca.
  11. Dimenticavo di allegare questo illuminante articolo del Fatto Quotidiano, no pardon, l'articolo è di Repubblica, che può a dare a chi non vive in Campania una idea approssimativa di come funziona il pernicioso e vergognoso "sistema De Luca", di come vengono tartassati i cittadini campani con i superticket per avere in cambio una sanità a livello di Terzo mondo, e delle ragioni per cui il gigantesco debito pubblico nazionale continua crescere (nuovo record in giugno: 2281 miliardi). Leggete attentamente e non vomitate, ma meditate e soprattutto memorizzate per quando sarete nella cabina elettorale. Ora basta! Questi sconci devono finire, questi sono peggio della peggiore Dc e della peggiore Forza Italia: alle elezioni il Pd, parafrasando De Luca sulla Bindi, deve morire. http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/08/18/news/de_luca-173270434/
  12. Gli infermieri del Loreto Mare litigavano tra loro per ore su chi dovesse prendersi la briga di accompagnare sull'ambulanza per un esame urgentissimo quel ragazzo in codice rosso, e intanto quel ragazzo si aggravava e poi moriva, sfortunata vittima di malasanità più che di incidente stradale. L'unica piccola attenuante, non certo giustificazione, per quei dipendenti cialtroni che andrebbero licenziati in tronco, è che nel paese di Pulcinella (che non è solo Napoli ma l'Italia intera) gli infermieri sono come gli insegnanti: sono i più sottopagati d'Europa. Lo scorso febbraio lo stesso Loreto Mare, che era uno dei maggiori ospedali di Napoli, tra l'altro uno dei pochi vicini al centro della città, prima di essere privato negli ultimi tempi di posti letto e di attrezzature di vitale importanza, subiva una retata dei carabinieri degna di un'operazione anticamorra. Ma era solo un blitz antiassenteismo: 94 indagati, tra cui 6 dirigenti medici, 55 dipendenti agli arresti domiciliari ma con l'obbligo di coprire i loro turni di lavoro per non paralizzare l'intero nosocomio. In giugno un'anziana paziente, ricoverata al San Paolo con il corpo martoriato dalle piaghe e dalle ferite, rischiava di essere letteralmente divorata dalle formiche che a migliaia avevano invaso il suo letto, nell'indifferenza di medici e infermieri. Mentre il pronto soccorso del San Giovanni Bosco veniva invaso dagli scarafaggi. Ultimamente al Cardarelli, il più grande nosocomio del Sud, si è riaperta la vecchia piaga dei pazienti parcheggiati nei corridoi, sulle barelle o su brandine di fortuna, per mancanza di posti letto in corsia. Una piaga vergognosa, intollerabile nel 2017 in un paese civile, che i dirigenti sanitari, quelli che nel paese di Pulcinella sono i più profumatamente pagati d'Europa, i più corrotti, i più incapaci di gestire il denaro pubblico e i più ammanigliati con i politici, avevano più volte promesso di debellare una volta per sempre. Ebbene, visto che la sanità in Campania funziona così bene, cosa decide di fare il nostro generoso (coi soldi nostri) governatore De Luca (Pd)? Da navigato mestierante approfitta del ferragosto per non dare nell'occhio (esattamente come il governo Gentiloni che sotto ferragosto ha riallacciato i rapporti diplomatici con il dittatore e torturatore Al Sisi) e "premia" con apposita delibera i manager delle Asl e delle aziende ospedaliere campane - manco a dirlo buoni amici suoi, chissà quante cenette insieme a base di "fritture di pesce" - con aumenti di stipendi tra i 20.000 e i 30.000 euro lordi l'anno. Ecco, questo è il governo del Pd della Campania e della Sanità campana che il precedente governatore, Stefano Caldoro, aveva provato a risanare sia sotto l'aspetto qualitativo che sotto quello economico (e io gliene avevo dato atto con un post nel vecchio forum). Un berlusconiano onesto e capace, rara avis, ma forse proprio per questo vittima di falsi e infamanti dossier fabbricati da un altro berlusconiano dell'epoca, oggi molto amico, guarda caso, del segretario del Pd. Che dire ancora su De Luca? Sbaglia di grosso chi lo considera un quasi innocuo incapace, un personaggio folcloristico, una barzelletta vivente. Questo qui è una iattura, è un familista spudorato, un amico degli abusivisti e dei parassiti, è una sciagura vivente per la Campania. Dire pubblicamente: "Bindi infame, da ucciderla" non è una battuta, è una frase che nei paesi seri e nei partiti seri e democratici troncherebbe la carriera di qualsiasi politico. Dire esplicitamente, senza pudori o scrupoli di sorta, a 300 sindaci della Campania: portate voti per il Si' al referendum con le vostre clientele, con i vostri amici della sanità privata e convenzionata con lo Stato, e con ogni altro mezzo incluse le "fritture di pesce", è una cosa che ai cittadini onesti della Campania fa vomitare e fa rimpiangere la peggiore Dc, quella dei Gava e degli Alfredo Vito (alias mister 100.000 preferenze). Nel 2018 i cittadini onesti della Campania voteranno in massa contro il Pd (come hanno già fatto il 4 dicembre) ma non sarà solo un voto contro l'incapace e bugiardo Renzi e contro i suoi amichetti e amichette (dal sindaco di Ercolano che portava gli immigrati di un centro d'accoglienza a votare Renzi alle primarie, alla candidata sindaca di Napoli che pagava la gente per votare per lei alle primarie e poi metteva in lista elettorale cittadini inconsapevoli), ma sarà anche un voto contro questo disastroso e vergognoso governatore che francamente, pur con tutti i nostri difetti, non meritiamo.
  13. Un nuovo indovinello, questa volta semplice semplice, per chi è rimasto a casa (come il sottoscritto), mentre potrebbe essere difficilotto da risolvere in spiaggia (con tutte le... ehm distrazioni che ci sono). Voi sapete che gli oggetti, le persone e gli animali si contano con i numeri interi, mentre nelle statistiche compaiono spesso i numeri frazionari. Per esempio è plausibile dire che oggi la famiglia media italiana ha appena un figlio e mezzo (ahinoi, la natalità è in forte calo) anche se è chiaro che nessuna coppia ha realmente un figlio e mezzo. Ebbene, un allevatore di polli prova a fare una statistica del genere nel suo pollaio. Alla fine dei conti gli risulta che in media, una gallina e mezza fa un uovo e mezzo in un giorno e mezzo. Questo risultato lo lascia un po' perplesso, non gli sembra abbastanza chiaro, e allora l'allevatore si domanda: in media, tre galline, in tre giorni, quante uova faranno? Voi che dite?
  14. Certo che l'IS è davvero malmesso se si riduce a mandare alla sbaraglio simili sbarbatelli decerebrati, ignoranti e maldestri. Evidentemente, e questa è una buona notizia anche per l'Islam moderato e perbene che poi è il vero Islam (parola etimologicamente correlata con l'idea di pace), certe idee malsane fanno sempre meno presa sui cervelli maturi. Il califfo del terrore doveva essere protetto dal Cielo e guidato alla vittoria, e invece, con tutta probabilità, è già finito all'inferno. Anche se sarebbe stato molto meglio (come sarebbe stato meglio con Bin Laden) catturarlo vivo e sottoporlo a un regolare processo.
  15. Ci mancava anche questa. Ora i Forestali sono stati aboliti perché erano fascisti! L'ennesima conferma che la faziosità è incompatibile con il ragionamento. Tutti sanno che all'interno della Polizia di Stato c'è una discreta minoranza di fascistoidi e di esaltati. Quindi il prossimo governo del Pd scioglierà la Polizia e l'accorperà ai Carabinieri. Così gli esaltati si normalizzano. Ma per fortuna nel prossimo governo il Pd non ci sarà, o ci sarà insieme al Delinquente e sarà la fine politica per ambedue. Saluti