shinycage

  • Numero messaggi

    606
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da shinycage

  1. di Enrico Cantone, consigliere regionale dimissionario M5s Toscana Questo è il comunicato che avrei voluto leggere in aula ma mi è stato impedito dal Presidente Giani e da alcuni consiglieri del gruppo di maggioranza adducendo a motivi burocratici ed amministrativi......... c'è da crederci? Come consigliere della X° legislatura, prendo per l'ultima volta la parola in quest'aula, un luogo che ho sempre onorato con puntualità e dedizione. Lascio questo scranno perché ritengo che la nostra rivoluzione culturale, la rivoluzione culturale del Movimento 5 Stelle, debba essere una rivoluzione di fatti e non di parole. Ho commesso un errore, un piccolo errore che mi costerà 388 euro per essere sanato, ma chi siede qui non dovrebbe compierlo. L'ho commesso per sufficienza, ma non è un'attenuante. L'ho commesso e basta. L'etica pubblica che come Movimento 5 Stelle portiamo avanti non funziona come un tribunale dove qualcuno può aggrapparsi ai cavilli e alle prescrizioni per uscirne indenne. L'etica pubblica che esigiamo dai rappresentanti istituzionali, e primi fra questi da noi stessi, ci impone una risposta sola: il passo indietro. Per questo io mi sono dimesso e vi chiedo di accettare queste dimissioni. In questi giorni credo di aver spiegato tutti i termini del mio errore e della mia scelta. Ho omesso di dichiarare due mie società nell'anagrafe pubblica. Per essere precisi non si tratta di due società ma di due componenti di un’unica società: sono la composizione amministrativa di una piccola azienda: una di capitali (Holding) che possiede l’altra. L’ultimo capitale censito della Holding è 10.195 euro, questo il minimo giro di affari di cui si discorre tanto sui giornali: 10.195 euro. Sono un imprenditore che oltre ad investire nel suo paese, nella sua città, ha investito anche in un altro paese europeo: Malta. Da queste società non ho ricevuto dividendi, quindi nessuna tassa doveva essere versata in Italia, e dunque non ho evaso il fisco. Il mio errore verso il consiglio e i cittadini si chiama violazione obblighi di monitoraggio (I.V.A.F.E.)., e basta, altre violazioni non ve ne sono. Dalla mancata comunicazione alla Regione Toscana non ne è derivato alcun vantaggio lecito o illecito per l’omessa dichiarazione che viene ristabilita con una dichiarazione di aggiornamento. Ripeto : l’omissione si sana con 388 euro per l’unica mia infrazione: la violazione degli obblighi di monitoraggio (I.V.A.F.E.). Ho già spiegato perché ho scelto Malta per questa linea di business: avevo l’idea di avviare una linea commerciale con la Libia perché sono nato a Tripoli, la mia famiglia è cresciuta in Libia e senza quanto accaduto in Libia questo business avrebbe potuto avere un buon esito. Da qui l'idea di ritornare con un progetto imprenditoriale poi rimasto fermo, per le note vicende politiche libiche. Malta non è un paradiso fiscale, la moneta *** è l’euro come in Italia. Dal 2010 non è più nella black list, l’unione europea ha tra i suoi principi fondamentali la libera prestazione di servizi e la libertà di stabilimento ed esercizio attività imprenditoriali di tutti i cittadini europei in tutti i paesi dell’unione, quindi mi sono limitato a tentare un percorso consentito, anzi, favorito dalla tanto acclamata unione europea. Un percorso che ad oggi non mi ha dato riscontro positivo, come può succedere a chi rischia e fa impresa con i propri soldi e senza incentivi. A volte va bene a volte va male. Io in questi due anni di consiglio, ho cercato di dare il massimo sempre al servizio dei cittadini. L'ho fatto seguendo le linee di programma per le quali quei cittadini mi hanno mandato qui. Ora lascio questo scranno a qualcuno che mi auguro sia coerente, senza abusarne, col mandato dei cittadini. I cittadini hanno scelto il 31 maggio 2015 il Movimento 5 Stelle ed è giusto che qui sieda una persona del Movimento 5 Stelle e che creda nel Movimento 5 Stelle. Ogni altra scelta sarebbe sbagliata, eticamente. La politica italiana ci ha abituato a grandi disastri etici, ma io coltivo sempre la speranza del cambiamento. Per questo mi auguro che questo posto non resti vuoto, che il Movimento 5 Stelle continui ad avere un quinto consigliere o una quinta consigliera seduta qui a combattere per la legalità, la partecipazione, la riduzione dei costi della politica, il reddito di cittadinanza, l'economia circolare, la scelta di figure immacolate nei ruoli apicali ed ogni altra battaglia che io ho portato qui dentro. Non sono un politico come voi, non so parlare bene, ho difficoltà ad esprimermi al meglio quando parlo senza un testo preparato e per questo sto leggendo queste parole. Ma col mio gesto spero di avervi lasciato la mia testimonianza sulla rivoluzione che anche la Toscana deve fare: al minimo dubbio, nessun dubbio. Chi ha sbagliato, e io l'ho fatto, non deve stare qui dentro, senza se e senza ma. I cittadini meritano il meglio e io ho cercato di darglielo, ma non è stato abbastanza. Per questo ho scelto di tornare al mio ruolo politico principale, un cittadino attivo all'interno del Movimento 5 Stelle.
  2. Febbraio 2014: il governo Renzi entra in carica. Maria Elena Boschi diventa ministra per le Riforme. Marzo 2014: i banchieri di Veneto Banca e Banca Etruria, due istituti in crisi per avere prestato soldi agli amici degli amici, si riuniscono nella villa di papà Boschi, membro del Consiglio di amministrazione della banca di Arezzo. La neo-ministra è presente. Parlano di come salvare le banche dalle conseguenze delle ispezioni di Banca d’Italia. Maggio 2014: Pier Luigi Boschi diventa vicepresidente di banca Etruria. Pochi mesi dopo, Boschi padre incontra il faccendiere Flavio Carboni, sotto processo per avere fondato la loggia P3. Gli chiede aiuto per individuare un direttore generale e trovare nuovi investitori che possano salvare la banca in crisi Gennaio 2015: la condizione di Banca Etruria è gravissima. Per salvarla il governo Renzi tira fuori dal cilindro un decreto che trasforma le maggiori banche Popolari in Spa e rende, in teoria, la banca di Arezzo più appetibile per nuovi partner. Gennaio 2015: la ministra Boschi parla con l’ex Amministratore delegato di Unicredit, una grande banca quotata. A Federico Ghizzoni la Boschi propone di acquistare Banca Etruria Febbraio 2015: la banca dei Boschi viene commissariata Novembre 2015: arriva il bagno di sangue con il decreto che azzera i risparmi di piccoli azionisti e obbligazionisti di quattro banche, tra cui proprio Banca Etruria. Decine di migliaia di persone lasciate sul lastrico e depredate dei risparmi di una vita.
  3. .uno cosi importante a altre cose ha cui pensare...... EHEHEEHEHEHEHEHE Molto bene. Il POVEROMANGIAPANINI610 si è scagazzato in mano prendendosi a schiaffi con la pennuta svolazzante. Somari si nasce e si pasce. BaS Buon appetito Semianalfabeta
  4. Partiamo dal buonsenso imposto dagli attuali tempi. Questo paese è diventato il crocevia preferito da tutti i clandestini africani, che per rispetto di una mancata regolamentazione di questi quattro pagliacci al governo, diventano degli sbandati accampati a tempo indeterminato. Chi riesce a capire qualcosa di medicina saprà perfettamente che il veicolo principale di infezioni, virus e batteri è rappresentato dalla mobilità di soggetti che si spostano da un paese all'altro. Il suggerimento è quello di vaccinare i propri figli per proteggerli da queste situazioni. discorso diverso per chi addenta paninazzi imbottiti e strabordanti di guano. Tali soggetti sono particolarmente immuni come chi abitualmente si immerge nelle rive del Gange e/o si disseta con le acque del Nilo.
  5. Ripetere all'infinito le stesse scempiaggini, non ti porterà ad uscire dal sottoscala. Continua a tenere compagnia alla scopa, al secchio con lo straccio e alla povera pennuta.
  6. Inevitabilmente il nostro eroe, addenta il panino partorito dove il sole batte con difficoltà. Certamente un discorso a parte andrebbe fatto per lo "sbiancato" governatore. Per ora il governatore sostenuto dal del Partito Da ridere è in procinto di formare un movimento politico (Maddai! ahahahahah) che tenta di riportare qualche scarno voto al Partito Da Ridere quasi completamente azzerato in Sicilia. La via che conduce alla redenzione del Partito Di guano è lunga e perigliosa. Normalmente costa qualche finanziamento illecito che il governatore paga con un avviso di garanzia. Questi i fatti. Il resto sono solo prebende imbottite da azzannare. Fatti coraggio somaro, siediti a tavola. Offre il PartitoDiguano BaS Buon appetito Somaro
  7. Equiparare all'altissimo? Ma di cosa balbetti, sgagazzo volante? Aiutare chi non arriva a mettere insieme pranzo e cena, non significa essere francescani. Significa solo avere un pensiero simile ma non caritatevole. Esci da quel sottoscala, pennuta.
  8. Grillo? Se pensate che sia interessato a vincere le elezioni e andare al governo vi sbagliate. Le sue parole alla Perugia-Assisi Per Grillo “i nemici del Pd non siamo noi, ma l’intelligenza e l’onestà intellettuale che a loro manca” http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/21/grillo-se-pensate-che-sia-interessato-a-vincere-le-elezioni-e-andare-al-governo-vi-sbagliate-le-sue-parole-alla-perugia-assisi/3600938/
  9. Eheheheheheheheheheheheheheh.... Qualcuno parla di tornaconti politici. Primarie Pd, scoppia il caso Ercolano: voti di destra e immigrati portati ai seggi Sospetti sul boom che ha consegnato cinquemila voti al partito di Renzi. Un migrante nel video di Fanpage: "Condotti a votare" GNAMMETEEE!!
  10. eheheheheheheheh La pennuta sgagazzante ammetta di essere in piena fase ormonale e in conflitto con il *** opposto. Se oggi giustifica e sente pena per la Raggi, decida liberamente se e quando Grillo potrà parlare liberamente con la sindaca, senza essere accusato di far scendere le sue decisioni dall'alto.
  11. eheheheheheheheh Il somaro prenda nota delle COMPLETE parole del Segretario di Stato Vaticano. Anche perchè, non rendere noto in maniera completa l'articolo del FUFFINGTON ti espone al prossimo e immancabile panino. Sul reddito di cittadinanza o qualsiasi altro nome possa avere un provvedimento di solidarietà, il segretario Parolin sostiene che "è giusto che la Santa Sede non entri in queste questioni molto tecniche. Certo, tutto quello che va nel senso della valorizzazione della dignità della persona lo appoggiamo, ci sentiamo di sostenerlo. Però sulle concrete iniziative non voglio pronunciarmi". Torna sul sentiero della critica sull'avvicinamento alla chiesa da parte del M5S. Essere anticlericale ad intermittenza è tipico di chi ha l'ideologia politica da sottoscala. BaS
  12. eheheheheheheheh Il somaro prenda nota delle COMPLETE parole del Segretario di Stato Vaticano. Anche perchè, non rendere noto in maniera completa l'articolo del FUFFINGTON ti espone al prossimo e immancabile panino. Sul reddito di cittadinanza o qualsiasi altro nome possa avere un provvedimento di solidarietà, il segretario Parolin sostiene che "è giusto che la Santa Sede non entri in queste questioni molto tecniche. Certo, tutto quello che va nel senso della valorizzazione della dignità della persona lo appoggiamo, ci sentiamo di sostenerlo. Però sulle concrete iniziative non voglio pronunciarmi". Torna sul sentiero della critica sull'avvicinamento alla chiesa da parte del M5S. Essere anticlericale ad intermittenza è tipico di chi ha l'ideologia politica da sottoscala. BaS
  13. Sappiamo tutti che sei un semianalfabeta prezzolato dal tuo Partito Da ridere. Ma in fondo PAGHI personalmente la tua crassa ignoranza. A distanza di due anni, alcuni importanti esponenti dei partiti che nel 2012 ne approvarono l’entrata in vigore in Italia hanno detto che aderire al Fiscal Compact fu uno sbaglio, alimentando il dibattito. Stefano Fassina, ex viceministro all’Economia e responsabile economico del Partito Democratico nel momento in cui il PD votava sì al Fiscal Compact, ha detto che si trattò di «un errore»; l’ex presidente del Consiglio Enrico Letta, sempre del PD, ha detto pochi giorni fa che «così com’è sarebbe terribile per l’Italia». Silvio Berlusconi, all’epoca leader del PdL, che voto sì al Fiscal Compact, recentemente ha detto che l’accordo «esprime in sé tutte le idee di una politica imposta all’Europa da una Germania egemone». Aggiungiamo anche un piccolo salvataggio delle banche "di famiglia", qualche migliaio di risparmiatori truffati nel giro di una notte, con un decreto ad Hoc, ed il panino è più strabordante che mai. Saluta gli economisti di chiara fama, quelli che non vogliono mantenere i nullafacenti come te e riducono nella più totale precarizzazione il tuo sfogo biologico. Che il panino ti sia lieve, somaro. BaS
  14. eheheheheheheheheh E proprio sul reddito di cittadinanza viene interpellato dai giornalisti il cardinale Parolin che, però, ad Assisi precisa di non conoscere la proposta nel dettaglio. “Ma tutto quel che serve – ha aggiunto – per venire incontro alle categorie più disagiate, va appoggiato” Un salvagente per il "disagiato" fegato del somaro balbettante. BaS
  15. Renzi, D’Alema: “L’intesa con Berlusconi è operativa: tutto ebbe inizio ad Arcore” http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/20/renzi-dalema-lintesa-con-berlusconi-e-operativa-tutto-ebbe-inizio-ad-arcore/3598614/
  16. Non abbeverarti sempre sull'INUTILITA' somaro acciambellato. LEGGI, STUDIA, E SPALMA Attualmente in Italia esistono scuole statali e scuole paritarie private. Con la legge 62/2000 è stata istituita la parità scolastica, consentendo alle scuole private che soddisfino determinati requisiti di essere equiparate a quelle statali. Come ci spiegherà il costituzionalista, il quesito su cui sarete chiamati a votare non vuole impedire che siano istituite scuole private. La nostra Costituzione prevede espressamente la libertà per chiunque di istituire strutture d'istruzione private. Il quesito investe soltanto il tema della parità scolastica come definita dalla legge 62 del 2000. di Massimo Villone (professore emerito di diritto Costituzionale Università Napoli) Parliamo di scuola e ve ne parlo io, costituzionalista, perché per la scuola il richiamo alla Costituzione è particolarmente importante. Cominciamo dall'articolo 33 che dice: “la Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi”. Questo significa che c'è un obbligo, della Repubblica, di avere scuole e non è casuale la formula "su tutti gli ordini e gradi". Se tutti gli italiani e le italiane in età scolastica volessero andare in una scuola pubblica, dovrebbe esserci una scuola pubblica pronta ad accoglierli. Successivamente, dice lo stesso articolo, "gli enti privati hanno diritto ad istituire scuole, ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato". Questa è la libertà della scuola, cioè la libertà di istituire scuole da parte dei privati. Una differenza fondamentale, che dobbiamo cogliere, tra scuola pubblica e scuola privata, è che la scuola privata può essere una scuola definita di tendenza, cioè orientata. Per intenderci, orientata filosoficamente, dal punto di vista religioso, etc. Mentre la scuola pubblica non può e non deve esserlo. Deve essere, da questo punto di vista, indifferente per tutti quelli che vi entrano. Il fatto che la scuola privata possa essere orientata, poi spiega la formula di chiusura "senza oneri per lo Stato". Perché, potendo essere orientata, se ottiene fondi sulla fiscalità generale, ovviamente anche io cittadino, che magari non sono di quell'orientamento, sarò chiamato a contribuire. E questo è fondamentalmente ingiusto, dal punto di vista del cittadino che è chiamato a concorrere alla spesa pubblica. Ora, questo quadro è preciso e direi abbastanza netto nei suoi contorni. Accade che si inserisce un articolo 1 della legge 62 del 2000 per il quale la scuola paritaria privata è parte del sistema scolastico nazionale. La scuola paritaria è una scuola privata che risponde a determinati requisiti di organizzazione, di qualità, di erogazione del servizio, mettiamola in questo modo. E questa scuola paritaria viene definita come un soggetto che può ricevere il finanziamento pubblico. Il punto qual è: che la scuola paritaria è pur sempre una scuola privata. Può sempre essere una scuola orientata o di tendenza, quindi non c'è una scuola paritaria, come tale, uguale alla scuola pubblica. La scuola paritaria privata non sarà, per definizione, geneticamente, uguale alla scuola pubblica. E tuttavia, sulla base di questo articolo 1, è stato in sostanza aggirato quello che è il chiaro dettato costituzionale per cui non si può avere l'onere per lo Stato come abbiamo visto in precedenza. Questo ci conduce al quesito che è diretto alla legge 62 del 2000. Badate è un quesito che non vuole impedire che siano istituite scuole private, non viene toccata la libertà della scuola, cioè la libertà di creare istituti di istruzione ad opera dei privati, orientati o di tendenza ci siano non importa. Ma che tocca soltanto il punto della paritarietà come definita dalla legge 62 del 2000. Quindi è un obiettivo molto più limitato, da questo punto di vista, che trova la sua ragione nel fatto che, ovviamente, la destinazione di risorse pubbliche alla scuola paritaria, in un contesto storico caratterizzato da una forte restrizione della disponibilità delle risorse pubbliche, significa minori risorse alla scuola pubblica e quindi un venir meno all'obbligo di avere, per tutte le scuole, di tutti gli ordini e di tutti i gradi, la piena risposta alla domanda di istruzione dei cittadini e delle cittadine italiane in età scolare. Queste le ragioni del quesito.
  17. Tornare su questa logica porta inevitabilmente ad essere additati come xenofobi razzisti. Bontà dei quadrupedi raglianti a corto di argomenti. BaS
  18. Al tempo, asino adombrato dalla torre pendente. Sei libero di scarabocchiare la scheda elettorale come meglio credi. Chiedi il rispetto del mandato e onorabilità al tuo cazzaro fiorentino. Per intenderci quello travolto da venti milioni di pernacchie e ancora presente in politica nonostante il suo strombazzato abbandono. BaS Buon appetito Somaro
  19. Etrusco parla di metodo e rispetto del mandato per chi si siede in parlamento, somaro che non sei altro. Evita di inquinare il forum con i tuoi pensierini inutili ed infantili che da sempre ti hanno relegato in fondo alla classe. BaS Buon appetito Somaro
  20. http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/16/finanziamento-illecito-la-senatrice-stefania-pezzopane-indagata-a-laquila/3590842/ burp!
  21. Consip, “attacco alla democrazia”: Orfini (Pd) accusa il Fatto. E sulle intercettazioni dice le stesse cose che diceva Berlusconi Il presidente del Pd sulla telefonata di Matteo Renzi con il padre Tiziano pubblicata il 16 maggio dal nostro giornale: "Oltre la gogna mediatica, l'unico obiettivo è colpire il principale partito del Paese". Speranza, esponente di Mdp: "Il Pd ormai usa gli stessi argomenti che usava Berlusconi". Ha ragione: "Siamo tutti spiati, questa non è vera democrazia", attaccava il 16 giugno 2010 l'allora leader del Popolo delle Libertà". Napolitano: "Insopportabile violazione della libertà"
  22. Gli amici del somaro INFANGANO come loro abitudine Consip, Tiziano Renzi al legale: “Marroni è ricattabile, cose private”
  23. Consip, Bersani: “Attacco alla democrazia? Il problema qui è il familismo, ditelo a Orfini” http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/18/consip-bersani-attacco-alla-democrazia-il-problema-qui-e-il-familismo-ditelo-a-orfini/3594740/
  24. Finanziamento illecito, la senatrice Stefania Pezzopane indagata a L’Aquila EHEHEHEHEHEHEHEHEHEHEH SafS Saluti al fegato Somaro