shinycage

  • Numero messaggi

    461
  • Registrato

  • Ultima Visita

Contenuti inviati da shinycage

  1. POLITICA Marianna Madia: "Nel Pd associazioni a delinquere", la deputata attacca i vertici e la gestione romana 25/06/2013 09:53 CEST | Aggiornato 25/06/2013 09:53 CEST ANSA “A livello nazionale nel Pd ho visto piccole e mediocri filiere di potere. A livello locale, e parlo di Roma, facendo le primarie parlamentari ho visto – non ho paura a dirlo – delle vere e proprie associazioni a delinquere sul territorio”. Sono parole durissime quelle rivolte ieri sera, durante una tappa romana del “tour” di Fabrizio Barca, dalla deputata Marianna Madia al suo stesso partito, il Pd. La giovane deputata, lanciata da Walter Veltroni alle elezioni nazionali del 2008, ha sferrato un attacco durissimo ai quadri dirigenti del partito e alle diramazioni territoriali nella capitale. Citando Antonio Gramsci, Madia ha parlato di “una quarta forma di ipocrisia che mi fa paura”. Quella di “casa mia”, del Partito democratico. “Spero che questa ipocrisia non ci sia nel futuro congresso. L’ipocrisia – ha aggiunto la deputata – è pensare di parlare di linea politica senza capire che abbiamo un grossissimo problema di costituzione materiale del partito”. “Cosa ho visto nel Pd che ha gestito il gruppo parlamentare dall’inizio di questa legislatura?”, si domanda Madia. Impietosa la risposta: “Ho visto ipocrisia, ho visto opacità, ho visto un sistema che non chiamerei neanche di correnti, ma di piccole e mediocri filiere di potere che sono attaccate così al potere stesso da non volerlo cedere di un millimetro”. “Ho visto veti incrociati per mantenere tutto questo”, ha continuato Madia. E tutto questo “l’ho visto da chi oggi ancora ci dirige. E questo è il livello nazionale”. Ancora più pesante l’attacco alle diramazioni romane del partito, con un esplicito riferimento alle “associazioni a delinquere”. Secondo la deputata, è ora di cambiare. “Essere un poco meglio per noi è un suicidio”. Per questo si è fatta promotrice, insieme al senatore Walter Tocci e al deputato Pippo Civati, di una proposta di legge che prevede l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti e la riforma del sostegno ai movimenti politici.
  2. Perdonami Pennuta svolazzante. Cerca di sillabare attentamente, quanto sotto: "Ancora più pesante l’attacco alle diramazioni romane del partito, con un esplicito riferimento alle “associazioni a delinquere”. Ho letto bene? Associazioni a delinquere? Bene. Ti svelo un piccolo segreto. Probabilmente il tuo voto è in mano ad un Partito di Delinquenti che non osano neanche sfilare con i partigiani di Roma. Tieniti questa notizia per te e non dire nulla a MangiaPanini610. ( Il derelitto vive di ideologia politica e panini strabordanti)
  3. Comunista con il rolex. Tesserato COOP Casetta al mare rigorosamente sfitta e difesa strenuamente dall'orda clandestina. Burp!
  4. Ricordiamo al trio asinino, i fiorenti tempi (ormai irrimediabilmente persi) del famoso 40% del defunto Partito Del ridere. STATA-TAMMMMMM !!!! MAZZOLATA CON DOPPIO AVVITAMENTO! BSS Buona Sconfitta Somari
  5. giustizia è fatta. I partigiani di della capitale, sfilano senza i sostenitori del Partito Delinquenziale a sostegno della teoria che il PartitoDiguano non conta più una ceppadiminkia nella capitale. 25 aprile, a Roma i partigiani sfilano senza Pd http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/04/25/25-aprile-roma-manifestazioni-divise-di-anpi-e-brigata-ebraica-la-raggi-entrambi-il-pd-diserta-quello-dei-partigiani/3542690/ Il povero Gentiloni, costretto a deporre una corona insieme alla Raggi sull'altare della Patria, per rintuzzare la classica figura di guano del suo partito, ridotto ai minimi storici. Virginia Raggi invece ha aperto le celebrazioni dal Forte Bravetta, periferia sud ovest della città, e ha deciso di partecipare, insieme ai rappresentanti della Regione Lazio, a entrambe le manifestazioni: quella dei partigiani e quella della comunità ebraica. Cosa che invece non farà il Pd: secondo il presidente nazionale Matteo Orfini, infatti, l’appuntamento dell’associazione dei partigiani è “divisiva” e quindi il partito non parteciperà. I somari del forum erano avvertiti. Tempi duri per il PartitoDiscemenzi. BaS
  6. Niente da fare, somaro. Il raglio è fuori argomento e soprattutto non oltrepassa i tuoi paraocchi. Ritenta e sarai più fortunato. BaS Buon appetito Somaro
  7. L'asino di Sestri Levante dimentica il peso (miliardario) del debito lasciato dalle precedenti amministrazioni alternate con, l'inciucio ventennale. La Corte dei conti indaga sul debito di Roma Dopo quella penale, aperta un’inchiesta dei pm contabili sul «caso derivati» Il «buco» miliardario risale al 2002 sotto la gestione dell’ex sindaco Veltroni
  8. Ma parliamo di quel mare (Adriatico) dove il Cazzaro di Rignano ha fatto affondare un referendum e lasciato piattaforme obsolete, che estraggono, al massimo, peti e rilasciano tonnellate di materie inquinanti? Beh....Ma in quel mare non vale il " me ne frego" ma tuttalpiù il "chi se ne f.o.t.te" Tornate nella stalla, somari. La giornata volge al termine. BaS
  9. Eheheheh talmente imbufalito che ha sbagliato trhead. Succede quando si vuole mistificare la realtà. Dice bene la De Blasi. Infatti non esistono LOBBY dei malati di cancro ma la simpaticona omette che esistono le ASSOCIAZIONI per assistere i malati di cancro. Niente di nuovo direbbe qualche intelligente forumista, se non fosse per il fatto che alcune (Non poche, purtroppo) si sono trasformate in potentissime lobby per "lasciti testamentari". Le malattie neoplastiche non conoscono differenze sociali e colpiscono in maniera indiscriminata. Ecco che il povero vecchio, benestante, solo e ridotto allo stremo viene astutamente avvicinato da persone senza scrupoli che si antepongono ai familiari per le cure dell'ultimo tempo e fruiscono di copiose eredità. In una noto cittadina marchigiana c'era una avvenente signora che si presentava in ospedale con una spettacolare spider con gli sportelli rigorosamente pubblicizzati dalla sua associazione. Ma non era solo l'auto e le sua esibizione di abiti con griffe altisonanti che impressionavano, ma il suo alto tenore di vita arrivato in maniera alquanto sospetta. Di questi casi se ne conoscono diversi e spesso non vengono neanche denunciati, anche perchè rimane difficile provare la circonvenzione di una persona in fin di vita. Forse e dico forse l'ingenuo Di Maio si riferiva a questo. In questa vita (valle di lacrime direbbe un serio e colto forumista) possiamo osservare forme di parassitismo più o meno odioso. Secondo il mio modestissimo parere sono proprio i giovani a indignirarsi davanti a tali ingiustizie, fino a quando qualcuno, con interessi di parte e con sufficiente retorica mette a tacere e in imbarazzo il ragazzo impertinente. La riprova eclatante è il burattino_somaro, invecchiato male, irritato e frustrato davanti alla sua stessa impotenza per aver clamorosamente sbagliato il cavallo su cui puntare tutte le sue inutile aspettative. Fatti coraggio somaro, rimane la speranza che nella dipartita di ognuno di noi si possa tornare a essere ETERNAMENTE ONESTI. Onestà che francamente manca a te e ai tuoi sodali compari di forum. PS Non ti IMBUFALIRE. Il fegato ne risente alla tua età. BaS
  10. Cosa ti dicevo Mangiapanini? Quando provi a SBUFALARE la verità rimani immediatamente impiastrato con la densa crema che credi essere Nutella. Grillo rimane solo un megafono di quelle che sono realtà di questo paese: un informazione prona al potere del partito di turno e al settantasettesimo posto per libertà di informazione. Chiaramente chi fa e disfa ne paga le conseguenze, cercando disperatamente di nascondere la polvere sotto il tappeto. Non è un caso se Report, appena puntato il dito sull'amico del Cazzaro e gran giullare costituzionale, fa saltare dalla sedia il tuo compare e somaro pisano. Mi pare che parta da lui e soprattutto dal suo partito le richieste in ordine: chiudere Report dimissionare Marino scatenare la gazzarra sui vaccini e difendere gli amici lobbisti. Prova il contrario tra un panino e l'altro. Se riesci, chiaramente. BaS
  11. Ehm.... Quale sarebbe il "danno" ai malati di cancro? Se qualcuno si prende la briga di spiegarmelo, glie ne sarei grato. BaS
  12. di Guido Silvestri, microbiologo e immunologo - Professor & Vice-Chair for Research, Department of Pathology and Laboratory Medicine, Emory University School of Medicine - da Il Fatto Quotidiano I vaccini hanno ridotto enormemente, e in un caso (vaiolo) eliminato, l'incidenza di gravi infezioni, rappresentando la misura più efficace per ridurre i danni causati da molte malattie infettive. Se in una comunità la percentuale di persone vaccinate supera una certa soglia (di solito 95%) l'agente patogeno non trova più sufficienti ospiti per diffondersi. Questo spiega come i vaccini proteggano anche chi per motivi clinici non può vaccinarsi (neonati, bambini con difetti immunitari genetici, o che hanno subito trapianti o chemioterapia per tumori, ecc.). Come ogni altro intervento medico, anche i vaccini non sono esenti da rischi. Tuttavia le complicanze gravi sono molto rare (meno di 1 su 1.000.000 per DTP, Epatite B, HPV, HiB; circa 2 su 1.000.000 per Influenza e 4 su 1.000.000 per morbillo, rosolia, parotite, e varicella). L'ipotizzata associazione tra vaccini e autismo era il risultato di uno studio fraudolento ed è stata smentita in modo definitivo da numerosi altri studi. Ogni "opinione" contraria non è scienza, ma pseudo-scienza. Stabilito l'obiettivo di assicurare nella popolazione la copertura più alta possibile per quei vaccini la cui efficacia e sicurezza sono dimostrate scientificamente, la discussione è su come meglio raggiungere questo scopo. Ci sono due approcci: quello basato sull'obbligatorietà e quello basato sulla raccomandazione. Ci sono Paesi che prediligono l'approccio "obbligatorio" (Francia) e altri quello della "raccomandazione" (Paesi scandinavi). Negli Stati Uniti le vaccinazioni sono tecnicamente "obbligatorie", ma esistono (in 47 Stati su 50) esenzioni di tipo sia medico che religioso/filosofico che di fatto permettono ai genitori di non-vaccinare i loro figli. Walter Orenstein, per anni direttore del Programma Nazionale di Vaccinazioni del governo Usa, ha spiegato che il metodo migliore per avere alte coperture non è la promozione di misure "punitive" verso chi non vaccina i figli, ma la rimozione attiva e capillare di qualunque "ostacolo" pratico alla vaccinazione. Questa rimozione degli ostacoli comprende il coinvolgimento attivo dei medici (soprattutto pediatri) nei programmi vaccinali, una comunicazione aperta tra medici e genitori, la pronta e gratuita disponibilità dei vaccini. L'approccio basato sulla raccomandazione è culturalmente impegnativo, si avvantaggia di un tessuto sociale coeso, e richiede algoritmi su come comportarsi nel caso di calo della copertura vaccinale, però ha il notevole vantaggio potenziale di sviluppare un senso più alto di partecipazione dell'individuo a una gestione della salute pubblica non più percepita come paternalistica (o punitiva). Nelle ultime settimane sono stato coinvolto, come medico e scienziato che da 20 anni si occupa di immunologia e microbiologia, da due alti esponenti del Movimento 5 Stelle, la senatrice Elena Fattori, ricercatrice ed esperta di vaccini, e l'europarlamentare e portavoce al Parlamento europeo, Piernicola Pedicini, ricercatore clinico ed esperto di fisica medica, in una discussione sulle politiche vaccinali in Italia. Ho iniziato questa conversazione con una certa cautela, derivata dalle "leggende" secondo le quali il MoVimento 5 Stelle sarebbe contro i vaccini, se non addirittura contro la scienza in generale (sul Corriere della Sera di recente Goffredo Buccini così riassumeva la posizione di MoVimento 5 Stelle: "I vaccini vengono ora chiamati in causa quali intrugli responsabili di autismo e patologie varie, buoni solo ad arricchire Big Pharma". Ho trovato due colleghi informati e intelligenti che affrontano il problema da un punto di vista strettamente medico e scientifico, senza complottismi o pseudo-scientismi, con l'unico scopo di sviluppare e implementare (qualora fossero al governo) politiche delle vaccinazioni che assicurino il più alto livello di copertura nella popolazione generale. Elena, Piernicola e io stiamo lavorando insieme su un documento che verrà presto pubblicato per chiarire spero una volta per tutte la posizione del M5S sul tema dei vaccini. È normale, e anche salutare, che in ogni questione contenente aspetti "politici" ci siano punti di disaccordo tra diversi partiti, movimenti e *** di pensiero. Quello che però non trovo giusto è travisare in modo grossolano le posizioni. È possibile che ci siano state, in passato, affermazioni di alcuni esponenti M5S sul tema dei vaccini che hanno creato confusione. Ma oggi, nel 2017, e per quello che sto vedendo, sostenere che il MoVimento 5 Stelle è "contro i vaccini" è una sciocchezza.
  13. Uuuuuuuuuh che bile! Anche la Bianca si stizzisce con il Cazzaro di Rignano. Chissà come era contento il babbeo capitolino, quando la Bianca MAZZOLAVA giustamente Scemenzi. Ma i vaff del Grillo, sono più devastanti e decisionali. Muaaaaahahahahahhahahah.... BaS
  14. Grazie per l'assist, somaro. L'articolo del FUFFINGTON conferma in pieno le parole del Di Maio e relega al ruolo di "sciacalli" i tuoi beniamini. Se hai tempo prova a sillabare l'articolo che hai postato. Con calma, mi raccomando. BaS
  15. Grazie per l'assist, somaro. L'articolo del FUFFINGTON conferma in pieno le parole del Di Maio e relega al ruolo di "sciacalli" i tuoi beniamini. Se hai tempo prova a sillabare l'articolo che hai postato. Con calma, mi raccomando. BaS
  16. Su Facebook Di Maio aveva scritto: "Io non ce l'ho con le lobbies. Esiste la lobby dei petrolieri e quella degli ambientalisti, quella dei malati di cancro e quella degli inceneritori. Il problema è la politica senza spina dorsale, che si presta sempre alle solite logiche dei potentati economici decotti. Giusto per ripristinare la verità e non confondere mele con panini imbottiti e strabordanti.
  17. Uuuuuuuuuuh come brucia! Se la Gabanelli lasciava Report era perchè il Grillo lanciava anatemi contro i giornalisti. ehehehehehheheh Chiedetelo anche alla Bianca Berlinguer http://m.ilgiornale.it/news/2016/10/11/politics-scintille-tra-matteo-renzi-e-bianca-berlinguer/1317777/ BaS
  18. Ehehehheheeheh Si cominciava così per far fuori la Gabanelli. http://www.today.it/media/report-spostato-lunedi.html Gnammmmm!
  19. Eheheheheh La cosa non mi addolora se qualcuno fa notare un errore di dettatura. Serve per migliorare la propria attenzione. Rimane assodato che non produci uno straccio di prova, che sia una, a sostegno delle bufalate che balbetti in tutto il forum. Altresì trapela rabbia e disperazione per non saper rispondere adeguatamente. Ti capisco Somaro. Non deve essere facile sostenere ladri e mazzettari e difenderli ad ogni costo. Si pagano le proprie scelte, anche e soprattutto a colpi di abbondanti e strabordanti spalmate. BaS Buon appetito Somaro
  20. Errore di battitura a parte, riesci a smentire la posizione del M5S sui vaccini o possiamo tranquillamente asserire che i tuoi post, sono autentiche bufale? Il PoveroMangiapanini610, si senta libero di esprimere i propri concetti sgangherati anche in presenza della supervisione dell'insegnate di sostegno. La certezza che tutti possano avere il diritto di una libera informazione e opinione, sembra essere il mantra del M5S e la traversa, acuminatissima, sul costato del PartitoDisonesto. BaS Buon appetito Somaro
  21. 25 anni fa nell'Italia di Tangentopoli esistevano le mazzette: pagavi la mazzetta e ottenevi l'appalto pubblico. Poi, dopo le tante inchieste, il sistema è diventato molto più complesso, e ce lo ha spiegato proprio Report una settimana fa con la vicenda del salvataggio dell'Unità. Il Pd deve salvare il suo giornale di partito, e quindi riesce a creare delle relazioni con un imprenditore, che guarda caso non appena salva l'Unita dalla disgrazia inizia ad ottenere appalti in Iran, in Kazakistan, e diventa l'unico vincitore con un ribasso dello 0,01% della gara dell'ospedale di La Spezia. Tutte azioni che vedono protagonisti governi regionali del Pd o addirittura lo stesso Matteo Renzi, che porta l'imprenditore che gli ha salvato l'Unità in Iran, a prendere commesse a prendere appalti. Come funziona questo sistema politico, che poi vedremo se sarà un sistema di corruzione, ce lo spiega anche Italo *** in un'intercettazione del caso Consip, mentre parla con l'imprenditore arrestato Romeo tratta dalla puntata di Report: Voce Fuori Campo: A registrare la conversazione ci sono le microspie degli investigatori. I due parlano dell'Unità, lo storico giornale della sinistra italiana. Russo: Sono 8/9 mesi che i giornalisti non riescono a prendere lo stipendio perché l'editore non ci mette i soldi. Gli introiti del giornale ancora non riescono a far fronte a tutte le spese. VFC: L'editore è Massimo Pessina, costruttore milanese entrato nell'azionariato dell'Unità nel 2014. Romeo: Chi lo ha portato Pessina? Russo: Ehhh... Bonifazi VFC: Francesco Bonifazi è il tesoriere del Pd. Le finanze del giornale sono in rosso e Carlo Russo consiglia a Romeo di sfruttare l'occasione: gettare il salvagente al Partito Democratico finanziando l'Unità. Romeo: Qual è il costo dell’operazione? Russo: Beh penso un paio di milioni non lo so, però vediamo. VFC: Russo spiega a Romeo l'importanza di acquisire l'Unità. Russo: E' come se lei riuscisse a fare l'operazione, via, a quel punto lei si è fatto un amico per tutta la vita, quindi... VFC: Salvare l'Unità secondo Russo significa aprire un credito con il nuovo gruppo dirigente del Pd. Romeo avrebbe voluto diventare socio dell'Unità, ne parla con Italo ***, l'ex parlamentare diventato il responsabile delle relazioni esterne proprio della Romeo Gestioni. Unità Romeo: Ci sta chi dice che quello fa affari, Pessina. *** Si, Pessina, lo so bene, infatti gli stanno facendo costruire gli ospedali in Iran. VFC: La loro conversazione viene ascoltata dai carabinieri che indagano per conto della Procura di Napoli sugli appalti Consip. Romeo e ***, annotano gli investigatori, parlano di Pessina e Stefanelli che hanno salvato dal fallimento il quotidiano l'Unità. Renzi non potrà più parlare di onestà finché lui e il suo partito non avranno chiarito il caso del salvataggio dell'Unità. Lo voglio ripetere: il Partito Democratico doveva salvare il proprio giornale, l’Unità, che vende meno di una copia per comune italiano, vende meno copie degli eletti del Pd, e quindi è un progetto in perdita. La Pessina Costruzioni decide di entrare nel giornale e rimetterci soldi, ci rimette centinaia di migliaia di euro, perché non sta in piedi. Qual è l'interesse di un'azienda che già stava perdendo utili nel fare un'operazione così ad alto rischio a perdere? Forse la coincidenza che dopo il salvataggio dell'Unità ottiene appalti in Iran, ottiene appalti in Kazakistan grazie all'ENI, ottiene l'appalto dell'ospedale di La Spezia con un ribasso ridicolo dello 0,01%. Questa è la Repubblica degli amici degli amici a cui ci hanno abituato Renzi e i suoi predecessori. Lui incarna perfettamente lo stile di tutta la seconda Repubblica e di parte della Prima Repubblica, in cui l'obiettivo era sempre lo stesso: ho un interesse personale? Me lo risolvo facendomi dare una mano da qualcuno a cui poi prometto soldi degli italiani. Allora, noi oggi questo sistema che chiamiamo “Renzopoli" lo portiamo in tribunale con questo espost, un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e di Napoli, in cui chiediamo di fare chiarezza sul fatto che questo salvataggio dell'Unità possa configurare reati come corruzione, turbativa d’asta, traffico di influenze. Questo lo decideranno i magistrati, ma il nostro dovere è denunciare questo scandaloso modo di amministrare l'Italia per interessi personali. Un altro nostro dovere è necessariamente quello di creare un'alternativa per questo Paese, di dare un'alternativa anche nel mondo delle imprese. Perché in Italia ci sono i prenditori e poi gli imprenditori onesti, che sono la maggioranza e sono quelli con cui noi lavoriamo ogni giorno. Sono quelli a cui abbiamo destinato 20 milioni di euro dei tagli dei nostri stipendi, tutti gli stipendi che abbiamo tagliato come parlamentari del Movimento 5 Stelle li abbiamo destinati ad un fondo per le piccole e medie imprese. Sono nate 5000 imprese in 4 anni, che hanno dato lavoro a diecimila italiani, grazie agli stipendi tagliati. E quando aprono queste imprese, piccoli negozi, studi professionali, piccole imprese agricole e tecnologiche, quando aprono possono anche difendersi per esempio dal fisco italiano, dall'aggressività di Equitalia, grazie ai nostri centri SOS Equitalia che sono in tutte le regioni italiane, e dove il Movimento 5 Stelle mette a disposizione dei cittadini italiani professionisti che gratuitamente hanno la possibilità di difendere da cartelle pazze o spese da non pagare, i cittadini che sono aggrediti dal gigante Equitalia. Questa è un'idea di Paese. Noi adesso lo facciamo come opposizione, ma dateci l'opportunità di governare questo Paese e diventeranno leggi dello Stato, taglieremo quello che non serve e lo investiremo dove serve, nel mondo dell'impresa, nel mondo dei giovani che cercano occupazione, nei nuovi settori del lavoro. Avremo la possibilità di abolire Equitalia, di creare un fisco amico, uno Stato amico. Noi questo lo possiamo promettere perché abbiamo la credibilità per farlo. Dateci l'opportunità di governare, e quello che abbiamo fatto dall'opposizione diventerà legge dello Stato, diventeranno riforme che finalmente fonderanno di nuovo questo Paese sulla meritocrazia.
  22. Ma dai, non sei contento? Magari ci scappa una rinfoltita nel PartitoDisonesto. Tra carcerazioni, espulsioni e scissioni servono nuovi adepti nel PartitoDiscemenzi. Gnammmmm!
  23. Diccelo tu, che normalmente nonsaimancounacaccola!
  24. Ahahahahahahahahahah Quindi perdete anche le reti Rai oltre che gli elettori. Diciamo che per la seconda, siete al lumicino e occorrerà il salvataggio e l'accordo con lo psiconano come al solito. Cosa vuoi farci somaro, non penserai di sottrarti dalla straordinaria razione quotidiana? Gnammmeteeee! BaS
  25. Probabilmente il somaro Mangiapanini non sa, oppure fa finta di non sapere che la Gabanelli era troppo scomoda per il Cazzaro di Rignano. Ma se la trasmissione Report punta il dito contro il "guardiano della costituzione" allora non c'è dubbio: Report diventa la trasmissione dei grillini, salvo il fatto che trasmette sulla rete televisiva storicamente in mano alla sinistra. Torna nella stalla, somaro Mangiapanini e rimani muto. BaS Buon appetito Somaro