Aids, non se ne parla più ma ci sono 3400 nuovi casi ogni anno

La sensazione è che ci sia stata un netto abbassamento della guardia», commenta Massimo Galli, professore ordinario di malattie infettive dell’Università di Milano presso l’ospedale Sacco. “Paradossalmente il fatto che l’HIV si possa finalmente tenere sotto controllo con successo ha fatto perdere la percezione del rischio». Lo dimostra, tra gli altri, un dato che nei mesi scorsi ha fatto molto discutere, ossia le nuove diagnosi negli ultracinquantenni (circa il 20% del totale), punta dell’iceberg di un sommerso che fa riflettere.
Donne state attente!

http://www.iodonna.it/benessere/amore-e-***/2017/10/25/hiv-aids-prevenzione/
Getty Images

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Gli uomini non hanno testa,vanno con tutte..basta che respirino!

Nelle chat per incontri,non si pongono nemmeno il problema malattie,

sono perfetti bambini incoscienti che devono maturare..

a loro basta soddisfare l'euforia del momento..senza un domani!

Sono perfetti criminali con la licenza di uccidere!!

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎26‎/‎10‎/‎2017 in 15:18 , senzalenza ha scritto:

La sensazione è che ci sia stata un netto abbassamento della guardia», commenta Massimo Galli, professore ordinario di malattie infettive dell’Università di Milano presso l’ospedale Sacco. “Paradossalmente il fatto che l’HIV si possa finalmente tenere sotto controllo con successo ha fatto perdere la percezione del rischio». Lo dimostra, tra gli altri, un dato che nei mesi scorsi ha fatto molto discutere, ossia le nuove diagnosi negli ultracinquantenni (circa il 20% del totale), punta dell’iceberg di un sommerso che fa riflettere.
Donne state attente!

http://www.iodonna.it/benessere/amore-e-***/2017/10/25/hiv-aids-prevenzione/
Getty Images

.....donne state attente.....?  forse  ci si dimentica che in questi casi pure i maschi devono- nella stessa misura delle donne-prestare attenzione-il " dovere " in questi casi è d'obbligo a prescindere dall'essere maschio o femmina

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora