Noto con stupore che su questo forum molti si arrabbiano prendono posizioni  e discutono di fatti tutto sommato marginali, 

si rischia la terza guerra mondiale  e tutti esorcizzano la cosa semplicemente non  parlandone.....

http://www.ilsussidiario.net/News/Cronaca/2017/10/6/Terza-Guerra-Mondiale-Corea-del-Nord-attacca-Giappone-sara-la-prima-vittima-/785961/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

20 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Egregio Etrusco, vincere una lotte.ria milionaria è un colpaccio che tutti pensiamo (e speriamo) di poter fare (al massimo) una volta sola nella vita. Ma in America c'è una tizia, ripetutamente baciata dalla fortuna, che ne ha vinte ben quattro, tra i 2 e i 10 milioni di dollari l'una. Che c'entra questo con la bomba atomica, con quella che tu chiami "apocalisse"? Intendevo molto banalmente dire che ogni evento possibile (ovvero di probabilità diversa da zero) può effettivamente verificarsi, e non solo una ma un numero arbitrario di volte (dato che il prodotto di un numero finito di probabilità non nulle è non nullo). Dunque, sebbene la probabilità che scoppi una guerra nucleare sia presumibilmente molto bassa (ma certo non nulla), nessuno, in nessun momento, può escludere questa tragica eventualità. Ed è un'ingenua e assurda teoria quella secondo la quale, essendo già stata usata in guerra due volte l'atomica, non ci sarà mai una terza volta. Premesso ciò, quello che possiamo fare è solo una rozza stima della suddetta probabilità, che tenga conto della presenza sullo scacchiere di due teste calde come Kim e Trump. Ebbene, a mio avviso questa probabilità, pur oggettivamente incrementata dalle tensioni tra USA e Corea del Nord, resta comunque prossima allo zero, direi inferiore a uno su 1000 da qui alla fine del mandato di Trump. Inoltre questa probabilità io l'addebiterei pressoché interamente a Trump. Infatti, la probabilità che sia la Corea a sparare il primo colpo (nucleare o convenzionale che sia) contro gli USA o un loro alleato possiamo ritenerla in prima approssimazione pari alla probabilità del suicidio di Kim, ma il dittatore mi sembra in buona salute, contento della vita, e non credo proprio che vorrà suicidarsi prima della fine del mandato di Trump. D'altra parte è pacifico (detto senza ironia) che la risposta nordcoreana a un qualsivoglia attacco sul proprio territorio da parte degli USA sarebbe con tutta probabilità di tipo nucleare (contro la base di Guam, o per rappresaglia contro la Corea del Sud o il Giappone, perché non credo proprio che Kim disponga di missili in grado di sorvolare indenni il Pacifico), a meno che l'attacco preventivo americano non fosse in grado di neutralizzare tutte le armi atomiche del nemico. Quest'ultima ovviamente è una possibilità non una certezza. Come pure non c'è la certezza di poter intercettare e distruggere in volo tutti gli eventuali missili a testata nucleare che la Corea del Nord riuscisse a lanciare e tutti gli eventuali aerei armati di bombe atomiche diretti verso la Corea del Sud o il Giappone. In definitiva, detta PTC la probabilità che Trump attacchi preventivamente la Corea del Nord in modo convenzionale; PTN la probabilità che la attacchi con armi nucleari; PCN la probabilità che un attacco preventivo convenzionale neutralizzi l'arsenale atomico di Kim; e PNC la probabilità di neutralizzare l'eventuale contrattacco nucleare nordcoreano; possiamo ritenere che la probabilità PA (dove A sta per APOCALISSE) di assistere a un conflitto nucleare tra USA e Corea del Nord sia approssimativamente: 

PA = PTN + PTC (1 - PCN) (1-PNC)

In sostanza, nei limiti delle approssimazioni fatte, ovvero supponendo che Kim non voglia suicidarsi attaccando per primo e che la sua reazione a un attacco sarà in ogni caso di tipo nucleare, risulta che l'apocalisse nucleare è tutta nelle mani degli americani. Mentre la Corea del Nord, al di là dei proclami e delle minacce di Kim (che fa il suo mestiere di dittatore arruffapopolo) usa l'atomica come deterrente, l'America può permettersi di usarla, in questo caso, anche come arma d'attacco (come già a Hiroshima e Nagasaki) in quanto può distruggere il nemico senza rischiare di essere a sua volta distrutta. Quindi, prescindendo dallo stato di salute mentale dei due, Trump è intrinsecamente più pericoloso di Kim. In ogni caso, Etrusco, tranquillizzati: a raffreddare i bollenti spiriti di Trump non c'è solo l'effetto deterrente dell'atomica di Kim, ci sono anche i suoi consiglieri, c'è il Congresso, ci sono i paesi alleati, la Russia, la Cina e l'opinione pubblica mondiale, ma soprattutto c'è il popolo americano che generalmente è molto migliore dei politici che elegge.

Saluti

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'analisi di fosforo non fà una piega......

per conto mio sono quasi propenso a credere che possa essere uno di quei giochini che solo certi potenti possono fare, sia un qualcosa che venga usato come deterrente a favore di trump, proprio per il presupposto del suo intrigo con i russi per farsi eleggere, non và dimenticato che fino ieri erano ancora i nemici "comunisti" quelli, ora ritrovarsi con un presidente in odore di complicità non è una cosa molto persuasiva, le grandi industrie possono anche permettersi di chiudere gli occhi e il conto aperto, ma il popolo non ha di questi interessi, e sentirsi preso in giro non giova, ecco che allora entrano in campo queste cose.....io sono ancora convinto che le torri le abbiano eliminate loro.....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
49 minuti fa, sempre135 ha scritto:

L'analisi di fosforo non fà una piega......

per conto mio sono quasi propenso a credere che possa essere uno di quei giochini che solo certi potenti possono fare, sia un qualcosa che venga usato come deterrente a favore di trump, proprio per il presupposto del suo intrigo con i russi per farsi eleggere, non và dimenticato che fino ieri erano ancora i nemici "comunisti" quelli, ora ritrovarsi con un presidente in odore di complicità non è una cosa molto persuasiva, le grandi industrie possono anche permettersi di chiudere gli occhi e il conto aperto, ma il popolo non ha di questi interessi, e sentirsi preso in giro non giova, ecco che allora entrano in campo queste cose.....io sono ancora convinto che le torri le abbiano eliminate loro.....

Sono d'accordo, l'analisi di fosforo non fa una piega; però il pensiero va a  Pearl Harbor https://it.wikipedia.org/wiki/Attacco_di_Pearl_Harbor anche li in teoria non doveva accadere niente; poi su quell'episodio se ne sono dette tante, si è detto, tanto per fare un esempio che gli Stati Uniti, o meglio i loro servizi sapevano dell'attacco, ma si fecero attaccare per convincere la sino a quel momento riluttante opinione pubblica americana a entrare in guerra; un attacco della Corea a qualche base Americana nel Pacifico sarebbe un ottima scusa per fare un attacco preventivo....

 

13 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

Noto con stupore che su questo forum molti si arrabbiano prendono posizioni  e discutono di fatti tutto sommato marginali

Ho detto questo perché noto che anche di altri argomenti importanti come quello che avviene in Spagna nessuno su questo forum ne parla e ne discute, tutti parlano del governo di Renzi, dei 5stelle,  ma di alte cose importanti nessuno ne discute....penso che la diversità di opinioni su tutti gli argomenti sia una forma di ricchezza per tutti.. peccato però che spesso le discussioni si concentrino su argomenti certamente importanti senza però tenere conto che nel mondo ci sono anche altre cose  importanti di cui parlare e discutere.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la storia insegna, purtroppo  non è più insegnata, che l'uomo è sempre in guerra. Fra poco inizierà l'atto finale della storia umana. La probabilità di essere sterminati è grandissima. Questo lo dimostra la continua costruzione di armi sempre più letali. Prima o dopo saranno usate è solo questione di tempo. Prepariamoci al peggio, per tutti, non c'è distinzione di nazioni o popoli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ringrazio Etrusco e Sempre135 per gli apprezzamenti, la mia analisi in verità era grossolana almeno sotto l'aspetto matematico.

Abbastanza d'accordo con Sempre: così come in Italia c'è chi gioisce a ogni forte terremoto (purché lontano da casa sua) pregustando affari d'oro, negli USA c'è chi lucra cospicuamente a ogni vento di guerra. Trattandosi poi di aziende che fatturano decine o centinaia di miliardi di dollari, esse necessitano costantemente di almeno due cose: una politica imperialista dell'America che pretenda anche di fungere da gendarme planetario, militarmente molto superiore a ogni altra potenza; e l'esistenza di Stati ribelli o non asserviti a tale politica, o comunque di soggetti che giustifichino la presenza di un gendarme armato fino ai denti. Come lo sceicco o il califfo terrorista di turno; il Gheddafi, il Saddam o l'ayatollah di turno. Ora è la volta della Corea del Nord che legittimamente si è fabbricata la bomba atomica e legittimamente esegue i necessari test sotterranei, così come hanno fatto a suo tempo tutte le potenze nucleari, inclusi gli USA (che anzi testavano superbombe all'idrogeno all'aria aperta e in casa d'altri, desertificando con le radiazioni paradisi naturali del Pacifico come l'atollo di Bikini) e alleati poco raccomandabili degli USA come il Pakistan. Insomma, se Trump e il Pentagono oggi decidono di commissionare all'industria bellica una nuova supercarrier a propulsione nucleare da 20 miliardi di dollari (come la Gerald Ford da poco varata), possiamo scommettere che nella dettagliata relazione che motiverà la richiesta di finanziamento al Congresso il nome del signor Kim comparirà almeno un centinaio di volte. Naturalmente la lobby delle armi ha fatto affari d'oro anche dopo l'11 Settembre e non escludo, anzi è probabile, che essa e/o la Cia abbiano finanziato Bin Laden, specie quando combatteva contro i sovietici in Afghanistan, ma la teoria del complotto non sta in piedi, egregio Sempre135. Gli attacchi terroristici dell'11 Settembre non furono organizzati da cittadini americani: la Cia non sarebbe riuscita a organizzarli così bene!  

Al contrario di Etrusco, io non vedo francamente analogie con la situazione del 1941, che portò all'attacco di Pearl Harbor. Il Giappone all'epoca era una grande potenza militare, paragonabile forse alla Cina di oggi, non certo alla Corea del Nord. Non possedeva l'arma atomica, ma nemmeno gli USA, ed era realmente convinto di poter vincere la guerra navale nel Pacifico, come in effetti ci stava quasi riuscendo nei primi anni. Oggi Kim potrebbe (forse) colpire la base americana di Guam con un missile a testata nucleare, ma non può minimamente sperare di sopravvivere alla risposta americana. Il massimo che può sperare è morire nel suo letto da dittatore della Nordcorea, protetto dal formidabile deterrente del suo arsenale atomico, per quanto piccolo. Insomma, Kim in realtà usa l'atomica prima di tutto come assicurazione sulla vita, sua e del suo regime, e poi per accalappiare il popolo con un po' di retorica e propaganda.

Giusta, per quanto amara, la considerazione di Lagraziaviva: "l'uomo è sempre in guerra". Lo attesta la Storia, ma probabilmente anche nella preistoria le vari tribù di primitivi si combattevano ferocemente tra loro, per il controllo del territorio, delle sorgenti di acqua etc. Come diceva Chesterton, la guerra è immortale come l'amore. È anche vero che questa mortifera inclinazione della specie umana ci ha condotti a costruire armi di autodistruzione totale. Tuttavia, proprio questa constatazione mi conduce a conclusioni opposte a quelle apocalittiche di Lagraziaviva. Nella prima metà del secolo scorso scoppiarono ben due guerre mondiali che fecero quasi 100 milioni di morti. Poi più nessuna, nei 72 anni successivi, dopo l'invenzione e il primo tragico impiego dell'arma totale. Questo si deve probabilmente proprio all'effetto deterrente della bomba atomica: una guerra nucleare globale non avrebbe vincitori e non conviene a nessuno scatenarla.

Voglio infine ricordare ai miei interlocutori più giovani, per rassicurarli, che il livello di tensione e di allarme dell'attuale crisi tra USA e Nordcorea non è neppure lontanamente paragonabile a quello raggiunto nei momenti più critici della Guerra Fredda tra USA e Unione Sovietica. Per esempio nella crisi di Cuba del 1962. Per darvi un'idea della drammaticità di quei giorni, pensate che il sottoscritto aveva poco più di tre anni, età infantile di cui in genere si ricorda poco o nulla, e men che meno di fatti storici e politici. Eppure mi sono rimasti impressi la voce cupa, quasi funerea dello speaker del Telegionale, i volti preoccupati dei miei genitori, e soprattutto l'accorato appello del pontefice, Giovanni XXIII, il papa buono che per noi bambini dell'epoca era come un nonno, ai leader delle due superpotenze e "a tutti gli uomini di buona volontà" affinché fosse scongiurato il pericolo della guerra atomica. Coraggio ragazzi, il genere umano ne ha combinate di tutti i colori, abbiamo fatto tante schifezze,  e magari un giorno sarà Madre Natura a farcele pagare, ma francamente non meritiamo di estinguerci  per colpa di due gradassi, di due mattoidi, di due buffoni come Kim e Trump. 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

oggi non è come 50 anni fa, non esiste unità familiare, ne rispetto per la vita, come si suol dire " non c'è religione", i giovanni non hanno punti di riferimento ne valori "umani" da rispettare, ogni cosa  è giusta, giustificabile, permessa.  Chi governa se ne frega del proprio popolo e il malessere genera violenza, ribellione e tanto altro. Chi vuole governare il mondo, ed è quello a cui puntano molti dittatori, non si pongono nemmeno il pensiero se o non usare determinati mezzi per riuscirvi.

infatti la maggioranza, quelli che non sanno nemmeno quanto costa un kg di pane, crede che non può succedere una terza guerra mondiale. Il tempo è alla fine.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il ‎07‎/‎10‎/‎2017 in 02:53 , fosforo31 ha scritto:

Egregio Etrusco, vincere una lotte.ria milionaria è un colpaccio che tutti pensiamo (e speriamo) di poter fare (al massimo) una volta sola nella vita. Ma in America c'è una tizia, ripetutamente baciata dalla fortuna, che ne ha vinte ben quattro, tra i 2 e i 10 milioni di dollari l'una. Che c'entra questo con la bomba atomica, con quella che tu chiami "apocalisse"? Intendevo molto banalmente dire che ogni evento possibile (ovvero di probabilità diversa da zero) può effettivamente verificarsi, e non solo una ma un numero arbitrario di volte (dato che il prodotto di un numero finito di probabilità non nulle è non nullo). Dunque, sebbene la probabilità che scoppi una guerra nucleare sia presumibilmente molto bassa (ma certo non nulla).......

Assolutamente d'accordo con l'analisi matematica espressa, solo un piccolo appunto, i suicidi esistono e a volte si trovano nel posto sbagliato, non a caso le percentuali di suicidi fra i coreani (del sud naturalmente perché quella relativa  nord non e dato di conoscerla) è fra le più alte del mondo, esistono anche i pazzi megalomani, la storia recente lo insegna, quindi potrebbe verificarsi quella famosa eccezione che manderebbe tranquillamente a put.... qualsiasi teoria matematica. La storia recente de lo insegna. Che Kim sia megalomane è un dato di fatto, che sia pazzo non è assolutamente da escludere, resta da stabilire se in determinate condizioni non sia anche soggetto all'istinto suicida. Non vorrei che lo si scoprisse troppo tardi. 

Hitler docet.

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che  cosa  si  dovrebbe   dire   i  due   che  la  provecherebbero  sono  nei desiderata  della   destrafasciocelodura...  beh  indignatevi  voi,  noi  quelli  li abbiamo  contestati  da  ben  prima...  ma  Salvini e  Razzi  docet.. se poi  ci mettiamo   anche  il pregiudicato  piduista  il trio  è  completo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

le  menate  mentali   lasciano  poi  il tempo  che trovano ... basta  un  raptus  e  booooom il resto  sono  chiacchiere  da  bar  resta  il fatto  che  gli  americani han  eletto  un  presidente   fuori  di testa e  i Nord  coreani  si  lasciano  comandare  da un  altro altrettanto  fuori  di testa e  allora  non  sono loro  ma  i cittadini stessi  a  volere  il tutto... e  secondo  me  questo  vale  per  qualsiasi popolo.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili;  perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi,  insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene,  traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio,

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, lagraziaviva ha scritto:

 Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili;  perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi,  insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene,  traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio,

Mi sembra di capire che tu guardi la cosa da un punto di vista religioso; forse appartieni a qualche setta "avventista" quelle sette cioè che credono di sapere quando verrà la fine del mondo e la giudicano imminente;  ricordo quando i testimoni di Geova dicevano che il mondo sarebbe finito nel 1973; ti faccio presente che anche gli apostoli erano curiosi di conoscere il futuro e quando certe cose sarebbero avvenute, ma nostro Signore non volle dirlo, disse " non spetta a voi conoscere i tempi che il padre ha riservato alla sua scelta"  comunque se ti interessano le profezie vere, false o presunte le puoi  trovare qui http://www.temponuovo.net/index.php:      

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spero finisca tutto come la storia dei missili russi a Cuba......tennero tutto il mondo con il fiato sospeso e penso loro sapevano che finiva un attimo prima.....ma alle volte bisogna far vedere i muscoli per convincere gli altri che siamo importanti e forti....spero non succeda mai una pazzia del genere....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vedi, con gli occhi bendati non puoi vedere la situazione che è presente nel mondo, apri gli occhi è vedrai che i figli uccidono i genitori e i genitori i figli.

le famiglie sono distrutte  e la cosi detta civiltà sta per tirare le somme . Non sono un religioso e non appartengo a nessuna setta. A me sembra  che molti hanno paura di perdere il loro effimero benessere .

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 26/11/2017 in 10:11 , sempre135 ha scritto:

Spero finisca tutto come la storia dei missili russi a Cuba......tennero tutto il mondo con il fiato sospeso e penso loro sapevano che finiva un attimo prima.....ma alle volte bisogna far vedere i muscoli per convincere gli altri che siamo importanti e forti....spero non succeda mai una pazzia del genere....

la storia insegna, l'uomo non è mai cambiato. Credete solo alle favole , la guerra totale è alle porte

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, lagraziaviva ha scritto:

la storia insegna, l'uomo non è mai cambiato. Credete solo alle favole , la guerra totale è alle porte

Spero non ti dispiaccia se intanto mi tocco......

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Certo sarebbe una gran sfiga per il mio amico , ora che e' riuscito a farsi una gran turismo nuova. Ma vorrei chiedervi : perché osservate la questione di un conflitto, con eventuale estinzione delle specie umana, attraverso l'esclusiva componente del principio antropico? Ritenete che senza questa specie umana ci sarebbero delle grave ripercussioni? Forse qualche problemino potrebbe nascere per qualche capo religioso, o in ambito teologico. In caso di estinzione, nulla e nessuno si accorgerebbe di nulla e la ''Storia'' continuerebbe . E allora perché preoccuparsi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora