Lo smartphone in classe? Che ne pensate?

Per la Fedeli è: "Strumento che facilita l'apprendimento"  E dice si, come ministro dell'istruzione, all'utilizzo dello smartphone in classe.
Che ne pensate? A parte il fatto che non tutti i genitori comprano lo smartphone a figli di 13 anni... per fortuna... ci sono i laboratori di informatica, con computer e tablet che con la guida dell'insegnante e il suo controllo servono per imparare a navigare e sfruttare internet


http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Si-allo-smartphone-in-classe-Ministro-Fedeli-Il-cellulare-s-scuola-straordinaria-opportunita-21cc6c49-fbc9-4b23-afdd-d92c6758dba8.html

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Il 13/9/2017 in 15:57 , anniblu ha scritto:

Per la Fedeli è: "Strumento che facilita l'apprendimento"  E dice si, come ministro dell'istruzione, all'utilizzo dello smartphone in classe.
Che ne pensate? A parte il fatto che non tutti i genitori comprano lo smartphone a figli di 13 anni... per fortuna... ci sono i laboratori di informatica, con computer e tablet che con la guida dell'insegnante e il suo controllo servono per imparare a navigare e sfruttare internet


http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Si-allo-smartphone-in-classe-Ministro-Fedeli-Il-cellulare-s-scuola-straordinaria-opportunita-21cc6c49-fbc9-4b23-afdd-d92c6758dba8.html

Magari il ministro (assolutamente con la "o") dovrebbe assicurarsi che gli studenti imparino prima a usare il cervello per risolvere i problemi o trovare le risposte. Non ho mai visto un ragazzino imparare l'italiano col t9, a fare divisioni e moltiplicazioni con la calcolatrice o un riassunto copiaincollando da internet. Carta e penna ci vuole, e materia grigia. I'informatica è un'opportunità solo se si hanno delle buone basi.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo! Anche perchè per sfruttare le opportunità che offre internet bisogna avere una certa maturità e capacita critica, se no vieni sommerso da un mucchio di spazzatura e fake news

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo smartphone in classe in mano a ragazzini ignoranti e somari è la cosa più ridicola che potevano inventare.... La scuola non è quella di una volta, purtroppo, ma il telefonino a lezione supera ogni limite.... stanno smantellando la scuola

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si da tempo... la stanno smantellando 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A Torino addirittura si sono inventati dei corsi gratuiti per insegnare agli anziani ad usare gli smartphone, dato che li detestano e non se li vogliono comperare, come nella mia famiglia, noi solo e sempre cellulari e basta per chiamare e mandare messaggini quando serve, altrimenti a casa vi sono i pc da tavolo che funzionano egregiamente, per fare ricerche sugli argomenti e per approfondire, ed il telefono fisso che non emana onde letali per il cervello, specie il cervello dei ragazzini che ancora gli deve crescere e devono aspettare l'età di 20 anni per completarlo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I gestori telefonici chiedono almeno 10 euro, la Wind addirittura 15 per cambiarti il formato della tua scheda telefonica, che quella normale detta Mini che fino ad ora andava bene in tutti i nostri cellulari, qualunque fosse la marca ed il formato, in questi smartphone di nuova generazione invece ci devi mettere o una micro o una nano. :P

https://gestionemessaggi.com/wp-content/uploads/2015/11/articolo-gestione-trasformare-una-scheda-sim.jpg

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In Brasile nasce la prima clinica per "malati di telefonino"

Rio de Janeiro (askanews) - Si chiama nomofobia, no mobile phobia, un termine che indica la paura incontrollata di rimanere disconnessi da internet. È un'angoscia che affligge la popolazione del pianeta in quasi ogni latitudine, e il Brasile, con 120 milioni di utenti attivi sul web, quarto paese più connesso al mondo, non fa eccezione. Proprio nel gigante sudamericano è stata da poco inaugurata la prima clinica per la disintossicazione digitale. All'Istituto Delete, a Rio de Janeiro, si sono presentate persone di tutte le età, ma soprattutto giovani, come L.L. 29 anni. La sua passione per la tecnologia è finita per diventare una dipendenza che ha compromesso gli affetti e altri interessi.

"Il problema dell'uso intensivo di Internet è che si lasciano da parte molte altre cose. Si crea distanza con la famiglia, gli studi, il lavoro, diventa un circolo vizioso", ha spiegato questo studente che da settembre frequenta la clinica. "Angoscia, ansia, nervosismo sono i sintomi della nomofobia che si manifesta ad esempio quando si scorda il telefonino a casa e ci si sente costretti a tornare a prenderlo", ha spiegato Anna Lucia King, psicologa e fondatrice dell'istituto Delete.

I sintomi sono preoccupanti, perché quasi nessuno di noi ne è esente. "C'è chi ha diversi cellulari per la paura che si scarichino o più batterie - ha spiegato lo psichiatra Antonio Nardi - e se il telefono non suona lo cercano subito con un altro apparecchio. Se qualcuno non legge il messaggio che è stato loro inviato queste persone si sentono perdute e cominciano a mandare altri messaggi. E' il genere di casi tipici della dipendenza da smartphone".

L'obiettivo della clinica non è demonizzare le nuove tecnologie, ma favorirne un utilizzo meno maniacale. "Mi è stato consegnato un documento su come comportarmi a casa. Ad esempio, provare a non guardare il telefono mentre vedo un film in tv. Ho spento il wi-fi e questo mi ha aiutato", ha raccontato Mariana Alves, 19 anni.

I trattamenti sono gratuiti e già 800 persone da settembre sono passate dalla clinica. La fine del trattamento non garantisce l'immunità dall'ossessione per le tecnologie. Ma le porte del Delete de Rio sono sempre aperte.

http://stream24.ilsole24ore.com/video/tecnologia/in-brasile-nasce-prima-clinica-malati-telefonino/AEmIfq6C

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora