perugia:delirio in bus

Ancora delirio su un bus di Perugia. E ancora una volta a farne le spese è l’autista: aggredito e picchiato. Tutto perché il conducente ha chiesto spiegazioni a un nigeriano di 33 anni, sorpreso a validare la corsa utilizzando un abbonamento intestato ad una donna. L’uomo, che era con la figlia di tre anni, secondo la ricostruzione della Questura ha risposto che l’abbonamento apparteneva alla moglie e che lui poteva utilizzarlo tranquillamente.

Non funziona così. Il conducente gli ha ritirato il titolo di viaggio e ha informato lo straniero che avrebbe dovuto acquistarne un altro.

E poi il delirio: sempre secondo la polizia, durante il viaggio, si è scagliato contro l’autista strattonandolo per riavere l’abbonamento e rischiando di mandare fuori strada il mezzo. Il conducente è riuscito a chiamare il 113. All’arrivo dei poliziotti, il 33enne ha iniziato ad urlare che non avrebbe acquistato nessun biglietto perché l’abbonamento della moglie sarebbe stato più che sufficiente anche per lui. Poi è arrivata la moglie, una nigeriana di 39 anni. E giù insulti ai poliziotti.quelli che rispettano il paese che li mantiene!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora