Vicini molesti, come comportarsi?

Non so più come fare, sono davvero alla frutta, per questo ho bisogno di un consiglio e ho pensato di chiederlo a voi del forum.

Da un annetto, sul pianerottolo vicino al mio si è trasferita una famiglia decisamente allargata, è un continuo via vai, non si capisce mai chi c'è in casa. Ovviamente essendo in tanti non vi dico il *** che fanno, a qualsiasi ora del giorno... e della notte. Dopo averglielo fatto notare più volte, prima in maniera garbata, poi un po' meno, mi sono rivolta all'amministratore, ma anche lui sembra impotente di fronte alla maleducazione di chi crede di essere il padrone del mondo.... non so più cosa fare!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

18 messaggi in questa discussione

inizia a dargli fastidio anche tu

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

prova a farge un esposto e chiedi il risarcimento per danni alla salute

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, ozu1980 ha scritto:

prova a farge un esposto e chiedi il risarcimento per danni alla salute

davvero si può fare? a chi dovrei farlo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
37 minuti fa, markozelek ha scritto:

inizia a dargli fastidio anche tu

concordo in pieno!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
35 minuti fa, tonyman4 ha scritto:

concordo in pieno!

il problema è che non sono proprio il tipo che risponde per le rime e poi temo delle ritorsioni, questa è gente che non scherza, anche se chiamo la polizia mi mandano a quel paese perché non è che facciano nulla di eclatante ma è come avere un vespaio attaccato a casa

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I vicini molesti nel condominio per me non sono mai stati uno grosso problema, sono sempre stata una piuttosto accomodante.. il brutto è quando le persone moleste sono vicini in altro senso, vicini di posto sui mezzi o in aereo, in ufficio o a teatro... l'ì sì è un gran problema e non sempre è facile per me rimetterli al proprio posto!|

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

anche io ho rapporti con il vicinato praticamente inesistenti...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io ho sempre avuto un atteggiamento tollerante, anche se una coppia di anziani sotto casa nostra per un certo periodo ci hanno dato filo da torcere; questi erano convinti che noi in casa si faceva rumore, tanto da venirci a bussare alla porta.. peccato che noi eravamo a letto sotto le coperte. Mentre un altra volta si erano lamentati che facevamo baccano (ma nessuno di noi era in casa durante il fatto)

è rimasto un mistero che rumori sentissero. ed ora con il figlio mi immaginavo che sarebbero venuti più spesso a bussare e invece... neanche una volta. Poi li abbiamo incontrati sulle scale e ho posto la domanda per curiosità "ma sentite il bambino mentre piange?" loro sapete cosa hanno risposto.

 

no!

 

ditemi se non sono matti :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, allegrafatt1 ha scritto:

Non so più come fare, sono davvero alla frutta, per questo ho bisogno di un consiglio e ho pensato di chiederlo a voi del forum.

Da un annetto, sul pianerottolo vicino al mio si è trasferita una famiglia decisamente allargata, è un continuo via vai, non si capisce mai chi c'è in casa. Ovviamente essendo in tanti non vi dico il *** che fanno, a qualsiasi ora del giorno... e della notte. Dopo averglielo fatto notare più volte, prima in maniera garbata, poi un po' meno, mi sono rivolta all'amministratore, ma anche lui sembra impotente di fronte alla maleducazione di chi crede di essere il padrone del mondo.... non so più cosa fare!!!

L'educazione dovrebbe essere insegnata dai genitori ai figli, purtroppo esistono genitori che non avendola ricevuta ovviamente non possono  darla ai figli e giudicano normali comportamenti che quando erano piccoli hanno visto praticare dai loro genitori ; ci sarebbe la scuola che però ormai da decenni a rinunciato a insegnare norme di civile comportamento, senza considerare il cattivo esempio che spesso viene dato da certi programmi televisivi .... (la televisione dovrebbe educare) ;  purtroppo ci sono situazioni dove certi condomini si appropriano di quello che non gli appartiene, parcheggiano le auto in spazzi destinati ad altri, talvolta parcheggiano davanti a autorimesse di altri impedendone l'accesso, stendono panni che gocciolano sulle proprietà degli altri, tengono animali potenzialmente pericolosi (certe razze di cani)  fregandosene del disturbo che arrecano, sporcano le scale condominiali, non puliscono e pensano di avere ragione.  Ci sarebbe la possibilità (costosa) di rivolgersi a un legale, ma visto come gira la giustizia in Italia sarebbe solo tempo perso oltre al rischio di esporsi a "rappresaglie"  tipo trovare la macchina rigata o e gomme a terra

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fortunatamente i mie vicini sono molto discreti. Litigare apertamente non è mai la soluzione migliore, bisognerebbe provare a parlare civilmente prima

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Devi fare una valutazione acustica secondo normativa;  D.p.c.m. 01-03.91 “limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell’ambiente esterno

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, varrella ha scritto:

Devi fare una valutazione acustica secondo normativa;  D.p.c.m. 01-03.91 “limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell’ambiente esterno

Non ci prendiamo in giro  anche se le misurazioni acustiche dimostrano che si superano i limiti massimi poi che succede? si va dal giudice, ......poi passano anni...... in Italia c'è gente che è stata costretta a traslocare, a vendere o svendere l'appartamento, in certe periferie degradate c'è il rischio che qualche vicino si allacci abusivamente al contatore elettrico di qualche altro appartamento ...se si ha la sfortuna di avere certi vicini c'è poco da fare...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/5/2017 in 11:12 , allegrafatt1 ha scritto:

Non so più come fare, sono davvero alla frutta, per questo ho bisogno di un consiglio e ho pensato di chiederlo a voi del forum.

Da un annetto, sul pianerottolo vicino al mio si è trasferita una famiglia decisamente allargata, è un continuo via vai, non si capisce mai chi c'è in casa. Ovviamente essendo in tanti non vi dico il *** che fanno, a qualsiasi ora del giorno... e della notte. Dopo averglielo fatto notare più volte, prima in maniera garbata, poi un po' meno, mi sono rivolta all'amministratore, ma anche lui sembra impotente di fronte alla maleducazione di chi crede di essere il padrone del mondo.... non so più cosa fare!!!

Io ci sono passato. L'esposto ai Carabinieri non era servito a niente. Decisi di vendere l'appartamento. L'acquirente del mio appartamento li denunciò. A seguito di tale denuncia, venni chiamato dai Carabinieri della zona dove ero andato ad abitare (evidentemente l'acquirente del mio appartamento mi citò come possibile persona informata dei fatti). Al maresciallo dei carabinieri dissi che io stavo facendo i piani per ucciderli e che invece scelsi di cambiare casa. Dissi al maresciallo che ero disponibile a ripetere quanto appena detto anche in tribunale. Non ne seppi più nulla.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Attenzione, con le nuove procedure è obbligatorio  la mediazione, e solo con un mancato accordo bonario, si va davanti ad un giudice, dimezzando drasticamente i tempi della giustizia ordinaria. Infatti i tempi di una mediazione non superano i 25gg. In alternativa devi subire una violenza privata gratuita!!!! E magari farti venire gli acufeni o peggio. Fermo restando che le immissioni inquinanti non siano notturne!!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, varrella ha scritto:

Attenzione, con le nuove procedure è obbligatorio  la mediazione, e solo con un mancato accordo bonario, si va davanti ad un giudice, dimezzando drasticamente i tempi della giustizia ordinaria. Infatti i tempi di una mediazione non superano i 25gg. In alternativa devi subire una violenza privata gratuita!!!! E magari farti venire gli acufeni o peggio. Fermo restando che le immissioni inquinanti non siano notturne!!!!!

Le leggi che ci sono sono state scritte da delinquenti per proteggere delinquenti.

Nonostante questo, sconsiglio di farsi giustizia da soli. Se si fa parte di un popolo indecente, purtroppo se ne devono pagare le conseguenze. Questa considerazione porta alla conclusione che la colpa è di questo popolo, non della politica o dei politici, che comunque sono stati scelti dal popolo stesso. Facciamo parte di un popolo che si crede furbo e che in realtà si priva di una lunga serie di vantaggi che altri hanno solo per il fatto di essere più onesti di noi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non è così, a volte le persone sono un pò superficiali e in certi momenti non si immedesimano nell'altro. Quindi, bisogna avere tanta pazienza e cercare di mediare affinche si raggiunga un'intesa da entrambi le parti. La politica conta poco in questi casi, è il buon senso che deve prevalere!!!!! Ancor di più la furbizia , semmai la possiamo definire mala educazione...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, qwerty-54321 ha scritto:

Le leggi che ci sono sono state scritte da delinquenti per proteggere delinquenti.

Nonostante questo, sconsiglio di farsi giustizia da soli. Se si fa parte di un popolo indecente, purtroppo se ne devono pagare le conseguenze. Questa considerazione porta alla conclusione che la colpa è di questo popolo, non della politica o dei politici, che comunque sono stati scelti dal popolo stesso. Facciamo parte di un popolo che si crede furbo e che in realtà si priva di una lunga serie di vantaggi che altri hanno solo per il fatto di essere più onesti di noi.

Diciamo che in Italia manca la certezza del diritto e che i politici non hanno fatto niente perché questa certezza venisse ripristinata .....mancano i giudici?...perché non si sono fatti i concorsi e assunti nuovi giudici?,,, quando per ottenere giustizia da un tribunale bisogna aspettare anni vuol dire che volutamente si è fatto in modo che la giustizia non funzionasse. Leggevo tempo fa (non so se questo corrisponda a verità) che ogni tribunale era stato informatizzato con programmi e procedure diverse fra di loro con il risultato che i vari tribunali non erano in grado di colloquiare in modo informatico fra di loro,  leggevo tempo fa che solo a Roma c'erano più avvocati che in tutta la Francia, ovviamente campano portando avanti per anni le cause, se improvvisamente in Italia la giustizia iniziasse a funzionare con tempi veloci e certi che farebbero molti avvocati?  sarebbero costretti a cambiare mestiere.....

evidentemente in Italia ci sono molti interessi finalizzati a non fare funzionare la giustizia,  quella della prescrizione è una delle strategie difensive portate avanti da certi avvocati, portano volutamente per le lunghe i processi così le cose si prescrivono.... I parlamentari da parte loro contribuiscono ad affossare la giustizia con indulti, prescrizioni, depenalizzazioni,  non fanno costruire nuove carceri perché così possono dire che l'Europa ci condanna per le condizioni dei detenuti e che quindi indulti e amnistie sono necessari;  in questo stato di cose molti ci "sguazzano" ,  perché pagare tasse e contravvenzioni se c'è una buona probabilità di salvarsi pagando la metà o niente grazie a un certo futuro condono?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, varrella ha scritto:

Non è così, a volte le persone sono un pò superficiali e in certi momenti non si immedesimano nell'altro. Quindi, bisogna avere tanta pazienza e cercare di mediare affinche si raggiunga un'intesa da entrambi le parti. La politica conta poco in questi casi, è il buon senso che deve prevalere!!!!! Ancor di più la furbizia , semmai la possiamo definire mala educazione...

Prova a reagire col buon senso a una rapina a mano armata.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora