Un pianeta misterioso si schianterà contro la terra: ci credete?

Leggete qui

http://www.supereva.it/pianeta-misterioso-sta-per-impattare-contro-terra-38302

Un misterioso pianeta sta per impattare contro la Terra. L’allarme arriva da alcuni ricercatori inglesi che hanno individuato un corpo celeste situato in un altro sistema solare diretto verso di noi.

Secondo gli scienziati infatti il pianeta potrebbe entrare in collisione con la Terra, causando tsunami e terremoti. La catastrofe potrebbe verificarsi il prossimo agosto. Il pericolo che arriva dallo spazio è stato soprannominato “Pianeta X” dal ricercatore David Meades che l’ha scoperto e che sostiene che potrebbe portare morte e distruzione.

Come svela anche il magazine “The Sun”, che per primo ha lanciato l’allarme, l’impatto con il corpo celeste potrebbe causare decine di terremoti devastanti con una magnitudo oltre i 9 gradi della scala Richter e tsunami. In una situazione del genere solo il 50 per cento della popolazione mondiale potrebbe salvarsi. “Siamo in pericolo – ha spiegato Meades – il tempo sta cambiando a causa del collegamento elettromagnetico plasmatico tra i pianeti e questo potrebbe portare a conseguenze devastanti per il nostro pianeta”.

Ma non è tutto: per gli studiosi i primi cambiamenti provocati dall’arrivo del Pianeta X si stanno già avvertendo. L’attività di molti vulcani è aumentata, mentre si sono verificati diversi terremoti. Per David Meades i fenomeni aumenteranno nei prossimi mesi sino alla collisione. Intervistato dal magazine il professore ha dichiarato che le potenze mondiali non hanno ancora lanciato l’allerta perché il Pianeta X non si può individuare facilmente per via dell’inclinazione della Terra.

ci credete? Io un pochino sì... cioè qui si parla di scienziati!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

oddio, io un po' sì... se lo dicono gli scienziati... aiutooooo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

certa gente si diverte a seminar panico

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ve lo dirò quando accadrà... se accadrà ahaha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il video sul sito afferma che secondo fonti nasa la possibilità di un impatto è del 0,01%

quindi non sono così preoccupato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
53 minuti fa, zerograno ha scritto:

il video sul sito afferma che secondo fonti nasa la possibilità di un impatto è del 0,01%

quindi non sono così preoccupato

B|

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Da molto tempo qualcuno tira fuori la sciocchezza della fine del mondo, l'ultima ciarlaTANATA è stata quella del calendario maya, adesso questo, manovrare le paure è sempre stato un gioco redditizio........

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ce risemo.

Udite udite un pianeta misterioso proveniente dal centro della galassia sta per impattare contro la terra.

Ma nun me dire, ‘n pianeta intero?

E già!

Ma da ‘n do riva?

‘n se sa?

Come ‘n  se sa,  se riva da quarche parte dovrà pure vedesse no?

Nz, ‘n se vede!

Com e ‘n se vede ohh, l’è un pianeta mica un bruscolino.

No pecchè pare che la posizione de la tera sia obliqua alla linea de penatrazione che sarebbe quelle der preserv… der pianeta quinni resta nascosto.

Nascosto? Ma se c’avemo telescopi sparsi pè metà universo possibbile che nemanco uno l’abbia visto?

None!

Ma se nisciuno la nemanco visto come famo a sapè c’ariva?

Uno l’ha visto!

S’ìì! E chi?

Lo scopritore!

‘o scopritore?? Famme capì, sto pianeta c’ariva de fora de l’universo, stà a giocà a nascondino su sta linea de preserv… de penetrazione nisciuno lo scorge, nemanco li telescopi ma lui sìììììììì? Che lè?? Strabbicco che oserva de sponda?

Nun se sà, se sa solo che riva.

Ma come riva, e quanno riva?

A breve, a fine estate.

Ma come a fine estate manco se sta a vedello che ce l’avemo già adosso? Ma che c’ha sto pianeta la velocità de la luce turbo? No pecchè, per arrriva così de l’improvviso altro che velocita de la luce a da viaggià come er pensiero. Vabbè metiamo pur che rivi, poi che succede?

Succede che con l’impatto ci sarenno eruzioni vulcaniche , terremoti, marremoti, e probabilmete solo la metà della popolazione terrestre riuscirà a sopravvivere.

Pe l’mpatto?

Sì per l’impatto?

L’impatto d’un pianeta ‘ntero?

Sì perché?

Come perchè? Ma se l’è bastato un asteroide de ‘n chilometro circa pe’ manna a fann… a quer paese tutti li dinosauri, ‘n pianeta intero bene che ce vada ce manna a fa compagnia a l’anelli de Saturno. Seconno me lo scopritore stava a guarda ner telescopio e nun sè accorto che c’aveva n’orzaiolo, la scambiato pe’ ‘n pianeta, c’armeno che ‘mpattase co’ la pupilla sua.

 

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Tranquilli, si tratta di una vecchia bufala apocalittica, una delle tante messe in giro negli anni '90 in vista del fatidico cambio di millennio, e ripresa da un furbetto che ne ha ricavato un libro e l'ha rilanciata a scopo promozionale. Per capirci, è come se Bruno Vespa scrivesse l'ennesimo mattone natalizio, incentrandolo questa volta su Maria Elena Boschi, e poi facesse il suo consueto giro pubblicitario (a costo zero per lui) tra i vari salotti televisivi, assicurando tutti che miss Etruria nel 2018 diventerà la prima donna presidente del Consiglio (dal mio punto di vista sarebbe una catastrofe, e non certo perché è una donna). Peraltro chiunque abbia un minimo di conoscenze astronomiche capisce subito che un esopianeta, cioè un pianeta esterno al Sistema Solare, non avrebbe pressoché nessuna possibilità di sfuggire al campo gravitazionale della sua stella per essere catturato da quello di una stella nana come il Sole. Ma, anche se ciò si verificasse, le probabilità di un impatto con la Terra sarebbero minime. Basta pensare che in un modello in scala in cui il Sole avesse la grandezza di un pallone di calcio, la Terra sarebbe un chicco di grano posto a 24 mt di distanza, mentre il pianeta più grande, Giove che ha un volume pari a 1300 volte quello della Terra, sarebbe una pallina da subbuteo posta a circa 120 mt dal pallone Sole (la stella esterna più vicina, Proxima  Centauri, starebbe a 6300 km). Si ipotizza che una collisione della Terra con un altro pianeta potrebbe essere avvenuta 4 miliardi e mezzo di anni fa e avere dato origine alla Luna. Sono relativamente molto più probabili impatti con piccoli asteroidi o con grossi meteoriti, come quello di circa 10 km di diametro che presumibilmente colpì lo Yucatan 65 milioni di anni fa. Il cataclisma conseguente avrebbe portato, secondo una delle teorie più accreditate, alla estinzione dei dinosauri. In ogni caso sono eventi estremamente rari e che oggi siamo perfettamente in grado di prevedere con decenni di anticipo. Nel 2004 destò una qualche preoccupazione nella comunità scientifica la scoperta dell'asteroide 99942Apophis. Dalle prime osservazioni e dai primi calcoli orbitali risultò che esso avrebbe potuto collidere con la Terra nel 2029 con una probabilità significativa (2,7%). A dispetto degli appena 330 mt di diametro dell'asteroide, l'impatto avrebbe avuto un effetto equivalente a circa 60.000 bombe atomiche di Hiroshima provocando milioni di morti in paesi come Venezuela o Colombia (che erano tra quelli a rischio in base ai calcoli). Per fortuna le probabilità di impatto crollarono rapidamente raffinando le osservazioni e le stime, e oggi la collisione con Apophis viene categoricamente esclusa dagli astronomi. Dovremmo anche essere in grado di prevenire catastrofi del genere. Sono state proposte svariate tecniche per fermare gli eventuali asteroidi killer. Una possibilità è frantumarli con missili a testata atomica. Rischieremmo tuttavia di essere colpiti dallo sciame dei frammenti, i più grossi potrebbero fare ancora qualche lieve danno. Un'altra soluzione, molto più soft ed elegante, è il cosiddetto "trattore gravitazionale". In pratica una sonda munita di razzi entra in orbita intorno all'asteroide e vi rimane per alcuni anni durante i quali lentamente e letteralmente lo trascina via, trasferendolo su una traiettoria sicura, semplicemente per effetto della reciproca attrazione gravitazionale.

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora