Prada sfila con collezione Cruise, abiti "censurati". Rispetto o business?

Inviata (modificato)

Una "fascia-censura" per raccontare un mondo globale dove "la nudità non è consentita": così Miuccia Prada condensa il suo pensiero nella linea cruise presentata all'Osservatorio, sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele. "Quando io ero giovane andavamo tutti in giro nudi, io compresa, oggi - spiega la stilista - tutte le civiltà convivono insieme e devi aver rispetto delle diverse sensibilità: in America non puoi svelare il seno, in Arabia Saudita o in Cina manco a parlarne.

Rispetto o business?

Modificato da svampi741

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

molte rivoluzioni sono passate anche attraverso la moda, se anche dietro ci fosse del business, come è plausibile che sia, ben venga!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CREDO SIA UNA FORMA DI RISPETTO CHE SPALANCA, DI RIMANDO, LE PORTE AL BUSINESS

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io ho visto la sfilata... è una censura più sussurrata che reale... in ogni caso è un omaggio al mondo che più paga la moda, quindi una furbata del marketing... 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è come un opera d'arte, fine a se stessa

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io l'ho trovata molto sexy

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

magari si ricominciasse a vestirsi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

pur di far parlare ma bene in qualsiasi modo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora