Maternità surrogata: contro natura o progresso?

No  so voi, ma io sono piuttosto contraria alla maternità surrogata, secondo me spesso cela intenzioni egoistiche... per non parlare del fatto che trovo possa essere molto doloroso per una donna  che ha tenuto un figlio per nove mesi separarsene al momento della nascita, nonché essere trattata dai futuri genitori del bam,bino come fosse una sorta di incubatrice animata... non so resto sempre piuttosto perplessa al riguardo, non è una pratica che mi convince...

voi cosa be pensate, si tratta di progresso e di "regresso"?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

progresso, che domande!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche io sono piuttosto scettica, mi sembra una cosa molto egoistica 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente è progresso, ma bisogna farlo senza eccessi e solo in casi utili.

eviterei che tutto cada in un "discuount dei bambini"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

purissimo egoismo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

devo ammettere che sono molto scettica, per me si tratta sempre di vendere una parte del proprio corpo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche secondo me è un gesto egoistico. Le madri surrogate dicono che il corpo è loro e ne fanno quel che vogliono, le madri future dicono che non possono averne e lo vogliono a tutti i costi e intatno nessuno considera che il bambino che c'è in mezzo non è roba loro. la mercificazione che si compie è sul bambino. è questo il corpo che vendono, corpi che non sono i loro!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

egoismo puro secondo me. sono contraria

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io in certi casi potrei anche prenderla in considerazione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

due facce della stessa medaglia; progresso e regresso.

progresso x quello ke la scienza compie;  regresso xké quello ke nn viene dalla natura kiede sempre un prezzo molto alto da pagare.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Visto il servizio alle iene di domenica,che mi ha fatto molto riflettere..di soldi in tasca alle madri surrugate ne rimangono ben pochi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Quando gli ipocriti, i bigotti e i cosiddetti benpensanti si trovano a corto di argomenti (seri) ricorrono spesso allo pseudo-argomento del "contro natura". Ma avete mai sentito qualcuno di loro accusare gli industriali che inquinano l'ambiente di compiere atti contro natura? Avete mai sentito un bigotto dire che fumare è un peccato contro natura? A voler essere pignoli anche guidare l'auto (e inquinare) è contro natura, come pure volare (l'aereo inquina e la Natura non ci ha fatti per volare). L'uomo è un essere naturale quindi, nel suo stesso interesse, deve rispettare la natura, ma è anche un essere libero e razionale che tende, direi per sua stessa "natura", a superare i suoi vincoli naturali altrimenti la nostra specie non si sarebbe mai separata da quella delle scimmie. Noi, a differenza dei pesci, non possiamo respirare sott'acqua? Benissimo, usiamo le bombole d'ossigeno. Un coppia omo, a differenza di una etero, non può avere figli? Benissimo, userà, per esempio, la cosiddetta maternità surrogata. Senza dimenticare che, secondo l'OMS, l'omosessualità è una variante naturale del comportamento umano (e di migliaia di altre specie viventi). I soli vincoli che non dobbiamo violare nell'esercizio della nostra libertà stanno nel non limitare la libertà e i diritti altrui (per questo ci sono le leggi) e nel mantenerci coi nostri comportamenti e le nostre tecnologie sempre in equilibrio con la natura e con l'ambiente, cioè senza mai derogare al principio dell'ecocompatibilità.  

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Quando gli ipocriti, i bigotti e i cosiddetti benpensanti si trovano a corto di argomenti (seri) ricorrono spesso allo pseudo-argomento del "contro natura". Ma avete mai sentito qualcuno di loro accusare gli industriali che inquinano l'ambiente di compiere atti contro natura? Avete mai sentito un bigotto dire che fumare è un peccato contro natura? A voler essere pignoli anche guidare l'auto (e inquinare) è contro natura, come pure volare (l'aereo inquina e la Natura non ci ha fatti per volare). L'uomo è un essere naturale quindi, nel suo stesso interesse, deve rispettare la natura, ma è anche un essere libero e razionale che tende, direi per sua stessa "natura", a superare i suoi vincoli naturali altrimenti la nostra specie non si sarebbe mai separata da quella delle scimmie. Noi, a differenza dei pesci, non possiamo respirare sott'acqua? Benissimo, usiamo le bombole d'ossigeno. Un coppia omo, a differenza di una etero, non può avere figli? Benissimo, userà, per esempio, la cosiddetta maternità surrogata. Senza dimenticare che, secondo l'OMS, l'omosessualità è una variante naturale del comportamento umano (e di migliaia di altre specie viventi). I soli vincoli che non dobbiamo violare nell'esercizio della nostra libertà stanno nel non limitare la libertà e i diritti altrui (per questo ci sono le leggi) e nel mantenerci coi nostri comportamenti e le nostre tecnologie sempre in equilibrio con la natura e con l'ambiente, cioè senza mai derogare al principio dell'ecocompatibilità.  

Devo dire che mi trovo d'accordo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora