Matrimonio o convivenza

Io e il mio lui siamo insieme da 6 anni.

Durante questi anni abbbiamo avuto solo una pausa di un anno perchè io avevo perso la testa per un altro.

Dopo qualche mese mi resi conto invece che mi mancava lui e, dopo un po' di tempo, mi ha perdonato e siamo tornati insieme.

Ora lui vorrebbe andare a convivere, inizialmente ero super felice, ma ora ho iniziato a pensare che questa storia passata l'abbia spaventato e non voglia fare un ulteriore passo.

E' vero che alla fine la convivenza e il matrimonio sono la stessa cosa, ma il mio sogno  è sempre quello  di vedermi con l'abito bianco sull'altare al suo fianco.

Cosa mi consigliate di fare? Dovrei forse parlargli o mi rassegno alla convivenza??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

15 messaggi in questa discussione

Il matrimonio secondo me è solo una formalità.

Quando due persone capiscono di stare bene insieme, anche attravero la convivenza, si può pensare al passo successivo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma che ti importa, scusa! L'importante è che vi amate, no? :x Non è che magari sei tu a non essere tanto sicura? Alla fine se ti eri innamorata di un altro magari non sei più così coinvolta da lui... pensaci bene!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io andrei a convivere se fossi in te, meglio prendere quel che c'è.

E poi il matrimonio che sogni tu magari arriverà e lo convincerai un po' alla volta.

 

fidati

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

oh che noia questa storia dell'abito bianco... State insieme se state bene, non per ripiego o per l'abito. E poi del doman non v'è certezza... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 15/9/2016 at 15:24, giuliannetta dice:

Io andrei a convivere se fossi in te, meglio prendere quel che c'è.

E poi il matrimonio che sogni tu magari arriverà e lo convincerai un po' alla volta.

 

fidati

Sono d'accordo con giuliannetta... meglio provare a convivere prima!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vedi cara @nextext, noi uomini siamo sempre un po' allergici al matrimonio, perchè la cosa ci spaventa sempre troppo, più del dovuto.

Sii contenta della possibilità di andare a convivere con il tuo lui, è un po' come fare le cose a piccoli passi. Vedrai che col tempo  anche la sua paura passerà e probabilmente arriverà anche la tanto desiderata proposta di matrimonio!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sai che ti dico @nextext, fin quando siete solo voi 2, il problema non  sorge.

Quando poi arriverà un figliio, allora sì che le cose cambieranno e il matrimonio verrà visto sotto un'altra luce!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il matrimonio è la tomba dell'amore,

convivenza tutta la vita!  :P

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Infatti cara @donate-lla è proprio questo il problema,

gli uomini si sentono ripetere fin da quando sono piccoli che il matrimonio è la tomba dell'amore e del sesso, forse è perchè amano e hanno paura di rovinare tutto.

Ci sono un sacco di credenza popolari che fanno più danni che altro!

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Poi ci sono le mamme!

Gli uomini sono troppo viziati bene dalle mamme e sanno benissimo che una moglie non sarà mai come la sua mammina che gli piega e gli stira i calzini e prepara la pasta più buona del mondo.

Conosco mamme che trattano i loro figli quarantenni come se fossero dei bamini piccoli. Vi pare possibile?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vedo che in questa discussione prevale la componente femminile.

Voglio spezzare una lancia a favore di noi maschietti..

Ho 37 anni, vivo in una grande città come Milano, dove i rapporti interpersonali sono sempre più complicati.

Dopo una serie di relazioni finite male, sento davvero il bisogno di trovare una donna di sani principi, senza essere considerato un vecchio sfigato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'insicurezza generale che si respira al giorno d'oggi, ha incrementato anche la paura di impegnarsi.

Al giorno d'oggi, sempre più donne, credono che una relazione di coppia sottragga loro intimità, libertà e personalità, quindi sono sempre più diffidenti.

Si divertono e non si impegnano..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@francysbiff intendo donne che abbiamo voglia di sistemarsi e costruirsi una famiglia.

Chiedo troppo o i tempi sono davvero cambiati??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora