DIPENDENZA DAGLI ALTRI O CODIPENDENZA

LA DIPENDENZA DAGLI ALTRI O CODIPENDENZA

Ho scoperto questa forma di dipendenza di cui tutti soffriamo. Quanti di noi stanno male in seguito a un giudizio dato da qualcuno? Quanti di noi hanno paura di dire la propria opinione? Quanti di noi rimangono intrappolati in situazioni affettive pericolose?

Io ho sto facendo un percorso di recupero per ritrovare la mia libertà e ne sono diventata portavoce. Chi vuole condividerlo con me?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Fregarsene dei giudizi altrui adottando il vekkio detto e modernizzarlo pressapoco tipo "la gente critica, fa la morale mettendosi dar buoni consigli poiké nn ha il coraggio di dar cattivi esempi". Si affidò al paragone pure un autore in una sua canzone.

Se si decide di parlare, meglio dir la propria opinione ed averceli contro anziké seguire una corrente ke nn ci convince, coda tra le gambe dietro il gregge a meno ke l'elem nn voglia salvaguardare il misero travet quotidiano di sopravvivenza, altrimenti tacere ma allora tanto vale vivere sotto un'urna e tanti saluti...

Modificato da uvabianca111

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, crescitad ha scritto:

LA DIPENDENZA DAGLI ALTRI O CODIPENDENZA

Ho scoperto questa forma di dipendenza di cui tutti soffriamo.

io starei attenta a dire tutti, conosci forse più di 7 miliardi di persone?

per quatomi riguarda, ho mandato a quel paese anche alcuni mieiparenti... e senza terapia... quindi, direidinon essere affetta da questo tipo di sindrome.

per altro, qual'è la domanda?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

Fregarsene dei giudizi altrui adottando il vekkio detto e modernizzarlo pressapoco tipo "la gente critica, fa la morale mettendosi dar buoni consigli poiké nn ha il coraggio di dar cattivi esempi". Si affidò al paragone pure un autore in una sua canzone.

Se si decide di parlare, meglio dir la propria opinione ed averceli contro anziké seguire una corrente ke nn ci convince, coda tra le gambe dietro il gregge a meno ke l'elem nn voglia salvaguardare il misero travet quotidiano di sopravvivenza, altrimenti tacere ma allora tanto vale vivere sotto un'urna e tanti saluti...

Ciao sono pienamente d'accordo con te. Purtroppo c'è chi non è abbastanza forte da avere fiducia in se stessi. Ad esempio le donne che non riescono a lasciare il proprio compagno violento. Questo è solo un esempio. La testimonianza di chi invece è forte è molto importante! E' un'occasione di crescita per tutti. Grazie del tuo commento

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

2 ore fa, ameliadespell ha scritto:

io starei attenta a dire tutti, conosci forse più di 7 miliardi di persone?

per quatomi riguarda, ho mandato a quel paese anche alcuni mieiparenti... e senza terapia... quindi, direidinon essere affetta da questo tipo di sindrome.

per altro, qual'è la domanda?

Vedo che sei molto precisa!! Sottolineo che è non assolutamente una terapia io non sono una professionista. Questo percorso è puramente di crescita personale. Tutti dipendiamo dall'affetto e dalla considerazione. Purtroppo ci sono persone che hanno bisogno di essere viste e questo diventa a volte un bisogno fortissimo che può portare sofferenza. Se vuoi approfondire puoi andare sul sito www.aiutodipendenza.it

Magari puoi conoscere delle persone che ne hanno bisogno oppure puoi riconoscerti in uno dei modelli di codipendenza. TUTTI possono dare il proprio contributo alla crescita di se stessi e degli altri. Grazie Amelia. Hai centrato la questione: VENIAMO SEMPRE NOI PRIMA DI TUTTO. Anche della famiglia. Grazie ancora

Modificato da crescitad
errore ortografico

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, crescitad ha scritto:

Vedo che sei molto precisa!! Sottolineo che è non assolutamente una terapia io non sono una professionista. Questo percorso è puramente di crescita personale. Tutti dipendiamo dall'affetto e dalla considerazione. Purtroppo ci sono persone che hanno bisogno di essere viste e questo diventa a volte un bisogno fortissimo che può portare sofferenza. Se vuoi approfondire puoi andare sul sito www.aiutodipendenza.it

Magari puoi conoscere delle persone che ne hanno bisogno oppure puoi riconoscerti in uno dei modelli di codipendenza. TUTTI possono dare il proprio contributo alla crescita di se stessi e degli altri. Grazie Amelia. Hai centrato la questione: VENIAMO SEMPRE NOI PRIMA DI TUTTO. Anche della famiglia. Grazie ancora

eccolo il sito, lo aspettavo, lo sai?

quanto ti fai pagaare?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, crescitad ha scritto:

Ciao sono pienamente d'accordo con te. Purtroppo c'è chi non è abbastanza forte da avere fiducia in se stessi. Ad esempio le donne che non riescono a lasciare il proprio compagno violento. Questo è solo un esempio. La testimonianza di chi invece è forte è molto importante! E' un'occasione di crescita per tutti. Grazie del tuo commento

Ciao, argomento interessante quanto hai proposto e purtrtoppo molto attuale in tutte le sue forme e perversioni.. é stato un piacere rispondere.

Il dramma del femminicidio lo vedo ancor + tragico poiké, in diversi casi, tante donne nn lasciano il carnefice essendo il loro unico sostentam economico mentre altre amano follemente un essere di paglia, insicuro e fondalmentalm  malvagio.

Dalla parte dell'uomo, da molti vien definito amore malato ma qui l'amore nn esiste in nessuna forma; x me é solo la disgrazia di aver vicino un elemento insicuro, vigliacco, sfiduciato in se stesso insomma, un uomo di melma.

Cmq, meglio far la fame o restar da sole pittosto ke vivere con sti scarti del genere umano x poi finire, se va bene, pikkiate,  sfregiate altrimenti sotto terra ed a lui poca galera e presto libero x ingannare la prox illusa ke spererà di farlo cambiare.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

C'è un personaggio affetto da una dipendenza cronica. 

Alberga in pianta stabile su questo forum, ha un bisogno disperato di credere di poter  strapazzare   gli altri ed invece  le  cosidette  pesanti MAZZOLATE  se  le  piglia   lui da mattina a sera. 

Temo, che la patologia dell'individuo è un caso alquanto complicato di sindrome ossessiva-compulsiva  aggravata da uno stato di frustrazione post-sconfitta del suo datore pregiudicato a  lui  la  scelta  tra  i due  che supportava  o  supporta.   Infatti  non  perde   un  occasione   per    spadere  il suo  letame  nel  forum,

Sfortunatamente l'individuo  è solo e riesce , senza  sedute terapeutiche a incrementare la sua patologia con la tecnica detta: raglio&offesae/ocalunnia con  l'arrampicata  con  gli  zoccoli sugli  specchi .

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

eccolo il sito, lo aspettavo, lo sai?

quanto ti fai pagaare?

Sei sospettosa tantissimo..Esistono le persone che vogliono il bene degli altri...Come vedi abbiamo perduto la fiducia...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora