si sfila il preservativo senza avvisarla e lei resta incinta

sul web scoppia la polemica, è violenza o meno?

leggevo quest'articolo:

una ragazza conosce un ragazzo tramite alcuni amici, decidono di passare la notte insieme e lei chiede esplicitamente che lui metta il preservativo. all'inizio il ragaazzo sembra accettare, poi lo toglie, eiaculando nella propria mano. malgrado questo, lei resta incinta ed è "costretta" ad abortire.

ecco, io mi domando, come faccia un uomo ad essere tanto bugiardo, secondo me è violenza comunque, quanto meno psicologica, perchè, comunque, lui  l'ha ingannata e di conseguenza costretta a subire un trattamento chirurgico invasivo e i commenti dei medici che, si sa, in quei casi non sono proprio carini. ragazze, voi che ne pensate?

p.s. se volete vi metto il link dell'articolo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

26 messaggi in questa discussione

penso dunque sono

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è una violenza, forse peggiore dello stesso stupro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, alenemir ha scritto:

è una violenza, forse peggiore dello stesso stupro

per una volta siamo d'accordo, mentre leggevo non ci volevo credere!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il rapporto sessuale non è un rapporto scritto

Cioè lui le ha promesso... che vuol dire? come si garantisce?

mi sembra tutto molto confuso

link please

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

6 minuti fa, stesteph ha scritto:

Il rapporto sessuale non è un rapporto scritto

Cioè lui le ha promesso... che vuol dire? come si garantisce?

mi sembra tutto molto confuso

link please

no, lui non le ha promesso. se rileggi bene: lei gli ha chiesto ilpreservativo, e lui ha accettato. a metà rapporto se l'è sfilato.

ho scritto testuale "poi lo toglie", il che presuppone che lui o abbia indossato.

e già nel titolo è tutto chiaro: si sfila il preservativo, il che presuppone, SEMPRE, che all'inizio lo abbia indossato.

Modificato da ameliadespell

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

no, lui non le ha promesso. se rileggi bene: lei gli ha chiesto ilpreservativo, e lui ha accettato. a metà rapporto se l'è sfilato.

ho scritto testuale "poi lo toglie", il che presuppone che lui o abbia indossato.

e già nel titolo è tutto chiaro: si sfila il preservativo, il che presuppone, SEMPRE, che all'inizio lo abbia indossato.

e quindi?

lo ha fatto, poi lo ha tolto... non capisco dove stia il limite dell'arbitrio?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, stesteph ha scritto:

e quindi?

lo ha fatto, poi lo ha tolto... non capisco dove stia il limite dell'arbitrio?

io non ti conosco, se tu mi dici che non vuoi usare il preservativo, io rifiuto di fare ses.so con te. se tu lo metti, poi a luce spenta lo togli, mi metti a rischio di: gravidanze indesiderate,malattie sessualmente trasmissibili, anche potenzialmente mortali. e poi mi costringi tramite inganno. come minimo io lo avrei preso a calcinelle pal.le uno che fa una cosa del genere.

sarò io libera di scegliere se usare il preservativo o meno, se farlo con uno o meno? lui le ha tolto questi diritti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, stesteph ha scritto:

sei libera

mi sa che non mi sono spiegata.

se lui toglie il preservativo di nascosto, facendo in modo che io non me ne accorga, secondo me è un essere spregevole, perchè mi toglie la possibilità di dire no. tu accetteresti diessere ingannata da uno conosciuto la sera stessa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

bel pezzo di me*da;  nn fidarsi mai di burattini occasionali; meglio la pillola

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Subdolo veramente

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

bel pezzo di me*da;  nn fidarsi mai di burattini occasionali; meglio la pillola

c'è un problema però, la pillola non mette a riparo dalle malattie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ameliadespell ha scritto:

sul web scoppia la polemica, è violenza o meno?

leggevo quest'articolo:

una ragazza conosce un ragazzo tramite alcuni amici, decidono di passare la notte insieme e lei chiede esplicitamente che lui metta il preservativo. all'inizio il ragaazzo sembra accettare, poi lo toglie, eiaculando nella propria mano. malgrado questo, lei resta incinta ed è "costretta" ad abortire.

ecco, io mi domando, come faccia un uomo ad essere tanto bugiardo, secondo me è violenza comunque, quanto meno psicologica, perchè, comunque, lui  l'ha ingannata e di conseguenza costretta a subire un trattamento chirurgico invasivo e i commenti dei medici che, si sa, in quei casi non sono proprio carini. ragazze, voi che ne pensate?

p.s. se volete vi metto il link dell'articolo.

Forse non si tratterà di violenza ma sicuramente di imbecillità e disonestà decisamente punibile. Sarò onesto, nonn ho mai usato un profilattico in vita mia se non per scherzi goliardici. Per quelli della mia generazione l'uso del profilattico era come una dichiarazione di incapacità, era deprimente doversi farmare a metà per indossare l'impermeabile, ma non giocavamo sporco, a volte rifiutavamo il rapporto se la controparte lo esigeva. Certo si trattava di altri tempi i rischi esistevano anche allora, ma erano sotto un certo aspetto minori e anche se si arrivava al *** in età più avanzata rispetto ai giovani di oggi, beh sono decisamente sicuro nell'affermare che, malgrado la scarissima informazione "***" in merito, rispetto ai giovani di oggi eravamo decisamente un altra cosa, è dei nostri tempi la nomea del latin lover affidata agli amanti italiani, e non agli scassati e incapaci giovani di oggi che pensano che il *** sia come giocare ad un video game senza curarsi che dall'altra parte se dall'altra parte non ci siano dei joystick e uno schermo ma un altro essere umano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ref, capisco quello che vuoi dire... e hai ragione. certo, magari non sull'uso del profilattico, ma sul contesto di cui parli e sul rispetto in più che la maggior parte di voi aveva.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

c'è un problema però, la pillola non mette a riparo dalle malattie.

eh lo so, é vero xò, appena sfilato l'aggeggio, dirli, en passant: ops ho un disturbo...sai uno di quelli....sai, nn é grave eh, xò.... sperando ke lui nn abbia di peggio.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in sintesi, sto pagliaccio qui é 2 volte str*nzo: prima accetta e poi, a metà strada, rincula; si meriterebbe un bell'accidente a meno ke, come scrivevo su altro post, l'untore nn sia proprio st'infame...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

ref, capisco quello che vuoi dire... e hai ragione. certo, magari non sull'uso del profilattico, ma sul contesto di cui parli e sul rispetto in più che la maggior parte di voi aveva.

Beh non dico che il nostro comportamento fosse corretto, qualche rischio comunque esisteva e credo che in questi tempi forse avremmo agito diversamente considerando il fattore rischio, ma sicuramente avevamo più rispetto del parter su questo non c'è dubbio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, refusi ha scritto:

Beh non dico che il nostro comportamento fosse corretto, qualche rischio comunque esisteva e credo che in questi tempi forse avremmo agito diversamente considerando il fattore rischio, ma sicuramente avevamo più rispetto del parter su questo non c'è dubbio.

il punto è che si tratta di una questione di "cultura", capisco i tempi e tutto il resto. non ti critico per il tuo comportamento credo che se ci fosse stata più informazione e soprattutto  un'informazione efficace, vi sareste comportati in maniera diversa. detto questo, per tornare all'argomento principale: sicuramente il tipo non ha commesso violenza fisica, ma psicologica soprattutto per tutte le altreesperienze traumatiche che quella donnaha dovuto sopportare. non è facile fare analisi su analisi per sapere si ha contratto qualche malattia e, soprattutto, non è mai facile abortire, sia per le conseguenze psicologiche sia per il giudizio altrui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, ameliadespell ha scritto:

il punto è che si tratta di una questione di "cultura", capisco i tempi e tutto il resto. non ti critico per il tuo comportamento credo che se ci fosse stata più informazione e soprattutto  un'informazione efficace, vi sareste comportati in maniera diversa. detto questo, per tornare all'argomento principale: sicuramente il tipo non ha commesso violenza fisica, ma psicologica soprattutto per tutte le altreesperienze traumatiche che quella donnaha dovuto sopportare. non è facile fare analisi su analisi per sapere si ha contratto qualche malattia e, soprattutto, non è mai facile abortire, sia per le conseguenze psicologiche sia per il giudizio altrui.

Sono assolutamente d'accordo con te nel definire quel comportamento oltre che incosciente falso e perseguibile, il solo fatto di non tenere in consiiderazione le esigenze del partner e già di per sè punibile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, refusi ha scritto:

Sono assolutamente d'accordo con te nel definire quel comportamento oltre che incosciente falso e perseguibile, il solo fatto di non tenere in consiiderazione le esigenze del partner e già di per sè punibile.

peccato che la legge, alle volte, non sia al passo con la giustizia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

purtroppo la legge nella maggior parte di casi è ancora amministrata del *** "forte" solo una questione di muscoli :ph34r:, se si npensa che sino a non molti anni fa che ai più possono apparire medioevo, ma che non è assolutamente così, i tribunali giustificavano il delitto d'onore ma sono nel caso che a commetterlo fosse stato il consorte. Un eventuale (e naturalmente ipotetico, visto che non se ne ha notizia) delitto conmmesso dalla moglie per le stesse identiche ragioni non era neppure considerato.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, refusi ha scritto:

purtroppo la legge nella maggior parte di casi è ancora amministrata del *** "forte" solo una questione di muscoli :ph34r:, se si npensa che sino a non molti anni fa che ai più possono apparire medioevo, ma che non è assolutamente così, i tribunali giustificavano il delitto d'onore ma sono nel caso che a commetterlo fosse stato il consorte. Un eventuale (e naturalmente ipotetico, visto che non se ne ha notizia) delitto conmmesso dalla moglie per le stesse identiche ragioni non era neppure considerato.

già ref, non sai quanto hai ragione e non sai neppure quanto molte donne ancora siano profondamente maschiliste.

il bello/brutto dell'articolo cheho postato, è che è stato un uomo a scriverlo e a ribellarsi al fatto che un inganno come questo non sia considerato QUANTO MENO violenza psicologica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, ameliadespell ha scritto:

già ref, non sai quanto hai ragione e non sai neppure quanto molte donne ancora siano profondamente maschiliste.

il bello/brutto dell'articolo cheho postato, è che è stato un uomo a scriverlo e a ribellarsi al fatto che un inganno come questo non sia considerato QUANTO MENO violenza psicologica.

Sì' lo so, ho sempre sostenuto come il maggior nemico delle siano le donne stesse, madri e suocere sempre disposte a giustificare il comportamento del figlio o genero e a criticare il comportamento o le reazioni di figlia o nuora. L'uomo in fedele è un furbetto, la donna infedere è una poco di buono, senza mai valutare fatti, situazioni e ragioni. Sotto questo aspetto siamo ancora all'età della pietra o quasi.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora