Cazzeggiando - Il partito degli onesti, ovvero...

Inviata (modificato)

2bbef7be99056068fc963d313589dce8-20

 

Il buco supera un milione di euro


Rispetto a stime media. Di Maio: "Chi viola regole è fuori"

Ma Di Maio, se li butti fuori tutti, chi ti resta?

Certo che c'hai na gran faccia di c...  di m..., vabbuò   di tolla.

 

E... voi sareste quelli in grado di risanare le finanze del paese? Namo bbene.

Modificato da il.pignonista
2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

11 messaggi in questa discussione

Probabilmente il problema di chi si oppone al M5S è come farà il Povero Di Maio senza parlamentari/ candidati.

Beh, diciamo che tanti scarti del M5S sono riciclati da altri partiti, compreso lo stipendio. 

Quelli del PD lo sanno bene.

 

Ps le regole sono fatte per essere rispettate. Un esempio in più per chi desidera rigore e si scandalizza per le recenti notizie di cronaca.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, shinycage ha scritto:

Probabilmente il problema di chi si oppone al M5S è come farà il Povero Di Maio senza parlamentari/ candidati.

Beh, diciamo che tanti scarti del M5S sono riciclati da altri partiti, compreso lo stipendio. 

Quelli del PD lo sanno bene.

 

Ps le regole sono fatte per essere rispettate. Un esempio in più per chi desidera rigore e si scandalizza per le recenti notizie di cronaca.

Decisamente ambiguo, di quale esempio vai cianciando? Del fatto che per i politici rubare è lecito? O del fatto che non importa quale casacca si indossi pur di posare il fondoschiena su un seggiolino?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, il.pignonista ha scritto:

Il buco supera un milione di euro

Il buco? Ma quale buco? Questo post è un ottimo esempio del potere allucinogeno dei media. Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità. Questa frase è attribuita a Goebbels, il ministro della propaganda nazista (che il renziano Farinetti confondeva comicamente con Goethe) ma oggi è attualissima. La cosiddetta Rimborsopoli grillina, nome coniato ad arte per indurre il popolo bue ad associarla con Tangentopoli, che è come associare una pesca di beneficenza con un giro di mazzette, impazza sui media di regime. E i polli abboccano. Oggi un anziano e semirinkoglionito signore, in fila davanti a me all'ufficio postale per una raccomandata, reclamava addirittura l'arresto dei parlamentari del M5s!!!  Evidentemente guarda troppi tg di Telerenzi (ex Rai), ma come si fa a parlare di buco? Qui non c'è nessuno che ha rubato o sperperato un solo centesimo di denaro pubblico. Un buco, per esempio, era quello lasciato nei conti del comune di Roma dai predecessori della Raggi: un buco miliardario ma i media non ne hanno mai fatto un caso e una tragedia come stanno facendo per l'immaginario buco di questa immaginaria Rimborsopoli. Mi viene in mente una rozza analogia con la fisica dei semiconduttori che, come sapete, è alla base dell'elettronica e del dispositivo che state usando per leggere questo post. Drogando fortemente il silicio con atomi trivalenti si creano buche (o lacune) nella banda di valenza e il semiconduttore diventa un conduttore di elettricità. Solo che, a differenza dei metalli, la corrente elettrica non è costituita da elettroni di carica negativa ma da "buche" di carica positiva. Orbene, i parlamentari del M5stelle con la loro lodevolissima iniziativa di restituire una parte dei loro stipendi hanno creato una corrente, un flusso di denaro verso le imprese. Un fatto di segno assolutamente positivo. Attenzione: qui i buchi o le buche stanno solo nei conti correnti dei parlamentari donatori, che vengono alleggeriti di un tot al mese. Ora sembra che al momento questi versamenti siano un po' meno del previsto. Qualcuno ha versato in ritardo qualche quota e i versamenti non sono stati ancora registrati, oppure ha provato a fare il furbo. Insomma, risulta qualche benefattore in meno, qualche buco in meno nei LORO conti correnti, ma il fenomeno è assolutamente positivo e non c'è nessun buco nei conti pubblici come qualcuno è stato indotto a credere dalla disinformazione capziosa dei media.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Il buco? Ma quale buco? Questo post è un ottimo esempio del potere allucinogeno dei media. Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità. Oggi un anziano e semirinkoglionito signore, in fila davanti a me all'ufficio postale per una raccomandata, reclamava addirittura l'arresto dei parlamentari del M5s!!!  Evidentemente guarda troppi tg di Telerenzi (ex Rai), ma come si fa a parlare di buco? Qui non c'è nessuno che ha rubato o sperperato un solo centesimo di denaro pubblico.

Come volevasi dimostrare. Vado sul sito di Repubblica e leggo l'incredibile, l'inimmaginabile (ma prevedibile quando c'è di mezzo un tappetaro): 

Renzi: Di Maio quando parla di "mele marce" mi ricorda Craxi quando parlava del "mariuolo" Mario Chiesa. 

Siamo alla follia! É vero che la politica, come diceva Rino Formica, è sangue e me.rda, ma qui siamo a un livello di scorrettezza e di capziosità davvero nauseante. Dunque i parlamentari grillini che non hanno (ancora) restituito una parte dei loro stipendi guadagnati onestamente sono assimilati al corrotto Mario Chiesa. Uno che non solo non rinunciava a una lira del suo stipendio, ma lo arrotondava a suon di mazzette. Roba da matti! E, quel che è peggio, il tappetaro alla frutta Renzi, nel suo disperato e patetico tentativo di rimonta, arriva ad accostare l'incensurato Luigi Di Maio al ladrone Craxi. Evidentemente quel signore semirinkoglionito di cui parlavo sopra, e che reclamava l'arresto dei parlamentari grillini, aveva letto questo delirio del tappetaro e aveva abboccato all'amo. Il tappetaro parla anche di "scrocconi". Ma da quando la scroccheria è un reato? Uno scroccone che non restituisce una quota del suo stipendio può essere accostato a un corrotto e a un "mariuolo" solo da un venditore di aria fritta. Il tappetaro alla frutta dice anche che il M5s è diventato un'arca di Noè che oltre agli scrocconi imbarca anche truffatori (quali?) e massoni. Ma a me risulta un unico massone su centinaia o migliaia di candidati grillini, dal quale peraltro il Movimento ha subito preso le distanze. La politica è sangue e mer.da, ma per Renzi più la seconda che il primo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eh sì, già, già già, la disinformazione è sempre quella che fanno glia altri....

Vedi il problema è che che gli esempi di onestà e di rettitudine quelli che si sono fatti un vanto di essersi ridotti lo stipendio...  di averne versato una parte al microcredito per aiuto alle imprese... beh forse non saranno assimilabili ai ladroni del passato da te citati, ma forse è solo perché non sono ancora al governo, e comunque quelle dimenticanze... cavolo devono avere avuto dei costanti vuoti di memoria a ogni fine mese e per alcuni anni per arrivare a quella cifra... già ma forse hanno solo sbagliato ad indicare i dati relativi al numero di conto corrente sui bollettini di versamento, cha abbiano messo il proprio?

 

Eh sì,  già, già, già, chissà perché i giornali e le televisioni fanno disinformazione solo quando danno notizie spiacevoli contrarie a certe opinioni... ma, chissà. Ogni volta questi fatti, mi ricordano il furgoncino Volswagen col motore che andava ad acqua, chissà che fine avrà fatto, non è che Grillo te lo ha venduto?

:ph34r:xD

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, shinycage ha scritto:

Quelli del PD lo sanno bene.

Figurati quelli della dx.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, fosforo31 ha scritto:

una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità.

Anche questa è una di quelle cose che riportata ai tempi del berlu significava essere bollati come "sporchi comu.nisti", e giù a ridere con la rabbia che ancora esistessero certi figuri....comunque l'onestà dei grilli non è in discussione.....xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Il buco? Ma quale buco? Questo post è un ottimo esempio del potere allucinogeno dei media. Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità. Questa frase è attribuita a Goebbels, il ministro della propaganda nazista (che il renziano Farinetti confondeva comicamente con Goethe) ma oggi è attualissima. La cosiddetta Rimborsopoli grillina, nome coniato ad arte per indurre il popolo bue ad associarla con Tangentopoli, che è come associare una pesca di beneficenza con un giro di mazzette, impazza sui media di regime. E i polli abboccano. Oggi un anziano e semirinkoglionito signore, in fila davanti a me all'ufficio postale per una raccomandata, reclamava addirittura l'arresto dei parlamentari del M5s!!!  Evidentemente guarda troppi tg di Telerenzi (ex Rai), ma come si fa a parlare di buco? Qui non c'è nessuno che ha rubato o sperperato un solo centesimo di denaro pubblico. Un buco, per esempio, era quello lasciato nei conti del comune di Roma dai predecessori della Raggi: un buco miliardario ma i media non ne hanno mai fatto un caso e una tragedia come stanno facendo per l'immaginario buco di questa immaginaria Rimborsopoli. Mi viene in mente una rozza analogia con la fisica dei semiconduttori che, come sapete, è alla base dell'elettronica e del dispositivo che state usando per leggere questo post. Drogando fortemente il silicio con atomi trivalenti si creano buche (o lacune) nella banda di valenza e il semiconduttore diventa un conduttore di elettricità. Solo che, a differenza dei metalli, la corrente elettrica non è costituita da elettroni di carica negativa ma da "buche" di carica positiva. Orbene, i parlamentari del M5stelle con la loro lodevolissima iniziativa di restituire una parte dei loro stipendi hanno creato una corrente, un flusso di denaro verso le imprese. Un fatto di segno assolutamente positivo. Attenzione: qui i buchi o le buche stanno solo nei conti correnti dei parlamentari donatori, che vengono alleggeriti di un tot al mese. Ora sembra che al momento questi versamenti siano un po' meno del previsto. Qualcuno ha versato in ritardo qualche quota e i versamenti non sono stati ancora registrati, oppure ha provato a fare il furbo. Insomma, risulta qualche benefattore in meno, qualche buco in meno nei LORO conti correnti, ma il fenomeno è assolutamente positivo e non c'è nessun buco nei conti pubblici come qualcuno è stato indotto a credere dalla disinformazione capziosa dei media.

Hai capito il Cazzaro nonché Bufalaro ?? Si sì quell’Ebe te tutto d’un pezzo a cui basta una stretta di mano per sancire un patto , quell’ebe Te che con una pedata nel Ku.lo spedirebbe chissà dove uno del PD accusato di niente ma solo provvisto di un avviso di garanzia , quell’ ebe te che ha sanzionato e marchiato a fuoco i protagonisti di Consip che si sta chiarendo essere una bufala , quell’ebe Te che ha accusato Maria Elena Boschi di essere una cana.glia meritevole di essere bruciata viva mentre lei no ha nemmeno una parvenza di accusa e di nessun genere . Potrei continuare ma mi fermo !! Ed allora lo stesso ebete e Cazzaro Napoletano , in attesa di porre la propria X sul simbolo del M5S, si erge a difensore dei “bravi ragazzi “. Ingenui ma bravi !! Ed al Cazzaro non interessa niente che questi bravi ragazzi (ingenui , nda), ma onesti , r domani deputati e senatori , una volta al mese , si recano in banca , danno disposizione di bonificare una somma con la cui ricevuta si fanno rimborsare la cifra stessa , ed il giorno dopo , usufruendo di una norma bancaria , annullano il bonifico ma si trattengono le spese rimborsate. Mi piacerebbe chiedere al Cazzaro dove vede l’ingenuità e l’onesta’ di questi bravi ragazzi che , ripeto , domani saranno componenti , grazie anche a lui , del Parlamento italiano . Mi piacerebbe chiedergli cosa avrebbe scritto se tuttocio’ fosse successo ad uno ddl PD perché sia chiaro , il PD , lezioni anche su questo aspetto , il M5S non gliele da . Ogni eletto del PD versa mensilmente 3.000 euro . L’unico che non lo ha fatto e’ quel bravo ragazzo di sx , Pietro Grasso , che piace tanto al Cazzaro visto che se n’è uscito dal PD , ma che deve una somma di 186.000 euro . Certo che nessuno ha distratto soldi pubblici !! Ma che il Cazzaro sempre così solerte ed attento agli aspetti etici e morali di chi esercita la funzione del politico diventi improvvisamente il Ghedini dei grillini , l’ammetto, la cosa mi fa sorridere e prometto di tornarci sopra . Quando ?? Appena la somma lieviterà ancora e saranno conosciuti tutti i nomi ( big compresi , nda). 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, il.pignonista ha scritto:

Eh sì, già, già già, la disinformazione è sempre quella che fanno glia altri....

Vedi il problema è che che gli esempi di onestà e di rettitudine quelli che si sono fatti un vanto di essersi ridotti lo stipendio...  di averne versato una parte al microcredito per aiuto alle imprese... beh forse non saranno assimilabili ai ladroni del passato da te citati, ma forse è solo perché non sono ancora al governo, e comunque quelle dimenticanze... cavolo devono avere avuto dei costanti vuoti di memoria a ogni fine mese e per alcuni anni per arrivare a quella cifra... già ma forse hanno solo sbagliato ad indicare i dati relativi al numero di conto corrente sui bollettini di versamento, cha abbiano messo il proprio?

 

Eh sì,  già, già, già, chissà perché i giornali e le televisioni fanno disinformazione solo quando danno notizie spiacevoli contrarie a certe opinioni... ma, chissà. Ogni volta questi fatti, mi ricordano il furgoncino Volswagen col motore che andava ad acqua, chissà che fine avrà fatto, non è che Grillo te lo ha venduto?

:ph34r:xD

Egregio Pignonista, se leggi con attenzione i miei post, capirai che io pongo solo una questione di proporzioni e di imparzialità dell'informazione, che in campagna elettorale diventa una questione di par condicio cruciale per la democrazia, dato che i media possono spostare milioni di voti. Non so se te ne sei accorto, ma è dal 2013, cioè dopo il loro imprevisto boom elettorale, che i 5s sono sotto il fuoco incrociato delle altre forze politiche e della gran parte dei media. Il tiro al piccione grillino sì è moltiplicato dopo l'imprevista conquista dei comuni di Roma e Torino. Seguo la politica da oltre 40 anni e non ho mai visto nulla di nemmeno lontanamente paragonabile. Nella Prima Repubblica c'era un altro Movimento, quello Sociale di Giorgio Almirante. Qualcuno ne era leggermente infastidito sul piano ideologico, ma ci si accontentava di tenerlo formalmente al di fuori del cosiddetto "arco costituzionale", nulla di più. Almirante era un fascista militante della Repubblica di Salò, ma nessuno lo accostò mai ad Hitler. Beppe Grillo è un comico ma è stato ripetutamente accostato ad Hitler (da Berlusconi e dai suoi giornaletti). Mentre il M5s viene paragonato a una pericolosa setta di balordi o giù di lì. Berlusconi è un pregiudicato, 9 volte prescritto per gravi e spesso accertati reati,  e per la sua spiccata propensione all'illecito e al dolo viene definito "delinquente naturale" in una sentenza della Magistratura. Mentre Beppe Grillo molti anni fa causò involontariamente un incidente stradale mortale e fu condannato per omicidio colposo. Ebbene, ho fatto una breve ricerca in rete e ho scoperto che Matteo Renzi ha dato del pregiudicato a Grillo ma non ha mai usato questa parola per il pregiudicato Berlusconi. Un altro esempio. Uno sfortunato albero di Natale commissionato dal Comune di Roma, il famoso Spelacchio, è diventato un caso nazionale: titoli di giornali e telegiornali per settimane. Nel contempo c'erano 6000, dicasi seimila alberi commissionati senza gara e a prezzo gonfiato per Expo dal pidino Sala, attuale sindaco di Milano sul quale pende una richiesta di rinvio a giudizio per *** d'ufficio con "danno patrimoniale di particolare gravità". Ma perché i media ci hanno parlato molto dell'albero di Natale della Raggi, che non è indagata, e poco o nulla dei 6000, dicasi seimila costosi alberi dell'indagato Sala? Gradirei una gentile spiegazione o un commento da parte tua, grazie. Ora c'è questa faccenda dei mancati versamenti. Ammettiamo pure che manchi un milione cioè che i parlamentari del M5s abbiano DONATO ALLA COLLETTIVITÀ 23 milioni invece dei 24 previsti. Perché questa cosa deve diventare uno scandalo nazionale, quando non lo è diventato, ma è stato sopito in un silenzio omertoso, per esempio, lo scoop del FQ su una preziosa informazione riservata di un presidente del Consiglio a uno speculatore di Borsa suo amico? Gradirei anche qui un tuo parere, grazie. Se io sono il capo dello Stato e so che un gruppo di cittadini si autotassa per DONARE ALLA COLLETTIVITÀ DECINE DI MILIONI DI EURO, io sento il DOVERE DI RINGRAZIARE PUBBLICAMENTE, in nome del popolo italiano, per es. nel messaggio di fine anno o in altro discorso ***, quei GENEROSI E BENEMERITI CITTADINI. E forse sento anche il dovere di additarli ad esempio. Ma quando mai il presidente Mattarella ha ringraziato e additato ad esempio i parlamentari del M5s? E quando mai lo hanno fatto giornali e televisioni? Francamente, se io dovessi tagliarmi una bella quota di stipendio in donazioni pubbliche e poi non trovassi nemmeno un cane che mi ringrazia, direi: ma chi me lo fa fare? Se poi queste donazioni diventano, nelle mani vigliacche di Renzi e dei media a lui asserviti, occasione e pretesto per attaccare dei parlamentari accostandoli a ladri, corrotti e tangentari, allora al posto di Di Maio io direi: signori, scusateci se ci siamo permessi qualche atto di liberalità, ma nella prossima legislatura quei soldi ce li teniamo in cassa per le spese del Movimento, come fanno tutti gli altri partiti. 

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, shinycage ha scritto:
29 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Egregio Pignonista, se leggi con attenzione i miei post, capirai che io pongo solo una questione di proporzioni e di imparzialità dell'informazione, che in campagna elettorale diventa una questione di par condicio cruciale per la democrazia, dato che i media possono spostare milioni di voti. Non so se te ne sei accorto, ma è dal 2013, cioè dopo il loro imprevisto boom elettorale, che i 5s sono sotto il fuoco incrociato delle altre forze politiche e della gran parte dei media. Il tiro al piccione grillino sì è moltiplicato dopo l'imprevista conquista dei comuni di Roma e Torino. Seguo la politica da oltre 40 anni e non ho mai visto nulla di nemmeno lontanamente paragonabile. Nella Prima Repubblica c'era un altro Movimento, quello Sociale di Giorgio Almirante. Qualcuno ne era leggermente infastidito sul piano ideologico, ma ci si accontentava di tenerlo formalmente al di fuori del cosiddetto "arco costituzionale", nulla di più. Almirante era un fascista militante della Repubblica di Salò, ma nessuno lo accostò mai ad Hitler. Beppe Grillo è un comico ma è stato ripetutamente accostato ad Hitler (da Berlusconi e dai suoi giornaletti). Mentre il M5s viene paragonato a una pericolosa setta di balordi o giù di lì. Berlusconi è un pregiudicato, 9 volte prescritto per gravi e spesso accertati reati,  e per la sua spiccata propensione all'illecito e al dolo viene definito "delinquente naturale" in una sentenza della Magistratura. Mentre Beppe Grillo molti anni fa causò involontariamente un incidente stradale mortale e fu condannato per omicidio colposo. Ebbene, ho fatto una breve ricerca in rete e ho scoperto che Matteo Renzi ha dato del pregiudicato a Grillo ma non ha mai usato questa parola per il pregiudicato Berlusconi. Un altro esempio. Uno sfortunato albero di Natale commissionato dal Comune di Roma, il famoso Spelacchio, è diventato un caso nazionale: titoli di giornali e telegiornali per settimane. Nel contempo c'erano 6000, dicasi seimila alberi commissionati senza gara e a prezzo gonfiato per Expo dal pidino Sala, attuale sindaco di Milano sul quale pende una richiesta di rinvio a giudizio per *** d'ufficio con "danno patrimoniale di particolare gravità". Ma perché i media ci hanno parlato molto dell'albero di Natale della Raggi, che non è indagata, e poco o nulla dei 6000, dicasi seimila costosi alberi dell'indagato Sala? Gradirei una gentile spiegazione o un commento da parte tua, grazie. Ora c'è questa faccenda dei mancati versamenti. Ammettiamo pure che manchi un milione cioè che i parlamentari del M5s abbiano DONATO ALLA COLLETTIVITÀ 23 milioni invece dei 24 previsti. Perché questa cosa deve diventare uno scandalo nazionale, quando non lo è diventato, ma è stato sopito in un silenzio omertoso, per esempio, lo scoop del FQ su una preziosa informazione riservata di un presidente del Consiglio a uno speculatore di Borsa suo amico? Gradirei anche qui un tuo parere, grazie. Se io sono il capo dello Stato e so che un gruppo di cittadini si autotassa per DONARE ALLA COLLETTIVITÀ DECINE DI MILIONI DI EURO, io sento il DOVERE DI RINGRAZIARE PUBBLICAMENTE, in nome del popolo italiano, per es. nel messaggio di fine anno o in altro discorso ***, quei GENEROSI E BENEMERITI CITTADINI. E forse sento anche il dovere di additarli ad esempio. Ma quando mai il presidente Mattarella ha ringraziato e additato ad esempio i parlamentari del M5s? E quando mai lo hanno fatto giornali e televisioni? Francamente, se io dovessi tagliarmi una bella quota di stipendio in donazioni pubbliche e poi non trovassi nemmeno un cane che mi ringrazia, direi: ma chi me lo fa fare? Se poi queste donazioni diventano, nelle mani vigliacche di Renzi e dei media a lui asserviti, occasione e pretesto per attaccare dei parlamentari accostandoli a ladri, corrotti e tangentari, allora al posto di Di Maio io direi: signori, scusateci se ci siamo permessi qualche atto di liberalità, ma nella prossima legislatura quei soldi ce li teniamo in cassa per le spese del Movimento, come fanno tutti gli altri partiti. 

Saluti

 

Anche lui è un asservito?

 

Promettono lotta all'evasione e poi non riescono a controllare i rendiconti di cento parlamentari". Federico Pizzarotti, ex del M5s e sindaco di Parma, commenta ai microfoni di Circo Massimo su Radio Capital lo scandalo sui rimborsi che sta scuotendo il Movimento.

"Che ci fosse poco controllo nei rimborsi era noto - continua il sindaco -  spesso le rendicontazioni sono state usate in maniera strumentale. Quello che trovo grave è che siano proprio i 'caporali', quelli più visibili in tv, ad aver falsificato le rendicontazioni"."Trovo strabiliante - aggiunge Pizzarotti - che di questo caso se ne debbano accorgere quelli delle Iene. Forse prima di fare grandi proclami sulla lotta all'evasione, devi cominciare a far quadrare le cose internamente". Sollecitato, inoltre, a stabilire se abbia ragione Luigi Di Maio quando parla di "mele marce" o Matteo Renzi che  paragona il leader pentastellato a Craxi  che aveva definito Mario Chiesa un "mariuolo", il primo cittadino di Parma risponde: "Non ha ragione nessuno dei due. Renzi sfrutta l’occasione per ragioni di campagna elettorale e per gli stessi motivi Di Maio minimizza. Questo dimostra sempre di più le lacune del sistema dei partiti. Del resto si vede anche dalle liste, che sono piene di fedelissimi. Tutti preferiscono gli yesman".

 

Sì, sì, sì, già, già, già, an che lui si è venduto a Renzi.

e.... una cosa non capisco tutte le volte che vi accusano di qualunque cosa al posto di dare risposte concrete, immediatamente rivoltate la frittata, giustificate i vostri comportamenti evidenziando quelli degli altri e del passato, non è che poi siate così diversi, visto che il vostro comportamento è esattamente quello che avete sempre contestato agli altri partiti. Credo che nelle base del movimento ci sia tanta ingenuità e buona fede, ma che vi stiano bellamente prendendo per i fondelli. Spelecchio era una cosa da ridere, un incidente di percorso, ma di questo passo finirà per diventare il vostro simbolo.

Mi stia bene signor fosforo, ma a volte il fosforo non basta se dissociato dei neuroni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo  mister  " P  "  è diventato quello  dell'armata  brancaleone  e cavalca  qualsiasi  cosa per  dar  contro  al Renzi  il resto conta  nulla  sarà  anche   questa   dei  rimborsi  fantasma   inventata  dal  piddi di  Renzi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora