ecco dove vivevano quelli della mattanza di macerata

Awelima Lucky, uno dei tre profughi fermati per il massacro di Pamela, abitava da 16 mesi a spese nostre in un albergo a quattro stelle vicino a Macerata. La sua richiesta di asilo venne respinta, come dovrebbe essere per tutti i finti profughi nigeriani, ma come tutti i finti profughi nigeriani fece ricorso, ed era in attesa della sentenza. Che grazie alle bonta' della sx non attendeva in Nigeria, ma in Italia. Dove ha fatto a pezzi Pamela. 

Il Recina Hotel si compone di 3 eleganti suites e 56 camereinsonorizzate, realizzate nel più raffinato stile classico. Qui, passato, presente e futuro si intrecciano armoniosamente per mostrare tutta l’eleganza e la sobrietà di una struttura, immersa nella quiete di un luogo esclusivo e appartato. In tutto l’hotel e’ disponibile la connessione ad internet WiFi gratuita.

Ecco dove le sx ospitano gli assassini delle nostre sorelle e figlie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

ecco la camera da letto dell'hotel:

1518418972-hotel33.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Fare il pusher nei giardinetti pubblici senza che nessuno ti dice niente, è uguale ad abitare in una suite che la maggioranza degli italiani se la sogna, senza che nessuno ti dice niente, se invece facevano il loro dovere, chi di dovere, prima che vi passasse la Pamela, ora probabilmente l'avremo ancora con noi.

In Nigeria non c'è guerra chi li ha fatti profughi a questi signori?

Modificato da frattalis
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

guardali....salutano e ringraziano le sinistre!!!

afri-ridono-1-672x372.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

selfie con gli amici del forum........21&c.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Pare che i trolley dovevano venire ritirati da altri nigeriani perchè dovevano rivendere i pezzi della vittima agli stregoni per farne pozioni magiche per i rituali vudù, per questo le 2 valigie erano bene in vista, altrimenti le avrebbero buttate in una zona dove difficilmente le ritrovavano, questo è il sospetto, e pare che in ciò fosse coinvolto un quarto uomo sempre nigeriano che stava per ritirarle?

Rituali vudù anche nei nostri cimiteri! Meglio cremare i nostri cari e disperdere le ceneri, perchè comunque possono venire rubate ed utilizzate sia dai fattucchieri made in Italy sia dai nigeriani.

https://www.ilmattino.it/avellino/avella_riti-2445696.html

 

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, frattalis ha scritto:

Pare che i trolley dovevano venire ritirati da altri nigeriani perchè dovevano rivendere i pezzi della vittima agli stregoni per farne pozioni magiche pe

Non so se questa notizia sia vera, so però che ci sono persone ce ricorrono a certe pratiche salvo poi meravigliasi di certe conseguenze, come per esempio l'avversione al sacro...questo articolo spiega molte cose....https://gloria.tv/album/Y6RQDAj7S1cg1TuTM41gocPyM

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Stavo ricercando su internet, ho letto delle ragazzine nigeriane sotto tale rituale che sono costrette a prostituirsi ed a cui le madame sempre nigeriane danno le pillole abortive, è un rituale con cui si richiama Satana e la persone resta LEGATA pur se non lo vuole a tali zozzure. BASTA! Con queste oscenità, bisogna fare una retata in tutta italia, ne sono 80 mila che battono, lo ha già denunziato il Vaticano stesso, che si prendano immediatamente dei provvedimenti.

http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2018/01/19/riti_voodoo_e_prostituzione_donne_schiavizzate_due_arresti_a_pote-68-688381.html

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora