Inviata (modificato)

Ed infatti, migliora la vita perchè sei molto più sereno, e quindi acquisti una personalità più creativa ma anche più riflessiva sulle cose che ti accadono e cerchi di non intrappolarti in situazioni da cui non ne potresti uscire mai più, perchè ti vanno strette, mi piace saggiare anche il nuovo ma sempre a condizione che come ci sono entrata così tale e quale me ne esco, avendo però capito qualcosina in più di questo pianeta. Non ho angoscia di morire ma tengo ancora di più alla mia esistenza perchè ora ha ancora più valore di prima, ora so che le mie azioni hanno un peso notevole anche per gli altri e quindi non mi azzardo a fare qualunque cretinata che possa nuocere il mio prossimo, non più per la paura di una punizione sia legale che nel mio aldilà, ma proprio perchè è contro il mio Essere che si è evoluto molto da questa esperienza.

Ma proprio perchè la mia vita è preziosa non gli lascio mettere le grinfie a nessun altro, io sarò Responsabile davanti alle altre Coscienze un domani te lo sogni il mediatore-avvocato che ti perdona tutto, si paga eccome un omicidio, una violenza, non te la passi mica liscia, allora sarebbe come la religione cattolica, ti vai a confessare ti dici 10 gloripadre e stai a posto, hanno trovato la ricetta magica per commettere tutti i tipi di peccati, altrimenti la gente si annoiava a fare sempre gli stessi.

Modificato da frattalis
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

80 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

IL TUNNEL...

https://pathwaytoascension.files.wordpress.com/2014/08/how-darkness-painting.jpg

La Nemesi è come fosse una spirale di energia nera, nera, che ti avvolge e ti risucchia al suo interno. Di ciò devo averne un vago ricordo ma non mi appartiene, quando morirò la mia Coscienza è libera da tale intermezzo musicale, perchè non ho colore, non mi vede.

Entrandoci si resta come in uno stato tra cielo e terra, non sei carne e non sei pesce, e non è lo stato iniziale Tutto e Niente, il nostro Principio, questo tunnel è come un occhio nero profondo,  una energia che ti avviiluppa, ti imprigiona come una ragnatela: della serie ti è piaciuta la bicicletta e mò pedala....

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 3/2/2018 in 20:22 , lupogrigio1953 ha scritto:

Bellissima descrizione! Ma per molti è meglio credere a libri antichi che si prestano a decine e decine di interpretazioni. E' per questo che esistono decine e decine di religioni diverse che tutte dicono di basarsi sullo stesso libro che per interpretarlo devi rivolgerti a dei santoni, come se Dio ci avesse messo nelle mani di truffatori che se la interpretano secondo quanto fa loro più comodo. Dio poteva mai metterci in mano a dei truffatori?

ho vissuto personalmente l'esperienza della morte, ma non ho visto ne sentito ne sognato nulla di quello che alcuni affermano

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, lagraziaviva ha scritto:

ho vissuto personalmente l'esperienza della morte, ma non ho visto ne sentito ne sognato nulla di quello che alcuni affermano

 

Si chiamano NDE (in italiano: Esperienze di pre morte). Milioni di persone hanno vissuto queste esperienze. E il termine "vissuto" è molto appropriato perché sono molto diverse dai sogni e dagli incubi. Va detto che dei milioni di casi che vengono riportati, solo una piccola parte sono considerate attendibili. Né si può dire che queste esperienze provino nulla. Sicuramente vanno indagate e ci sono diversi medici che lo stanno facendo.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Si chiamano NDE (in italiano: Esperienze di pre morte). Milioni di persone hanno vissuto queste esperienze. E il termine "vissuto" è molto appropriato perché sono molto diverse dai sogni e dagli incubi. Va detto che dei milioni di casi che vengono riportati, solo una piccola parte sono considerate attendibili. Né si può dire che queste esperienze provino nulla. Sicuramente vanno indagate e ci sono diversi medici che lo stanno facendo.

L'attendibilità è che quando ti risvegli cambi completamente, proprio il tuo cervello, il tuo essere, si modifica in una maniera incredibile, è come sciogliere le briglie ad un cavallo libero e felice e che non si farà ammaestrare mai più.

Stai molto meglio con te stessa ma non con tutti gli altri, senti più difficoltà a trovare chi ti comprende almeno in parte e non è per colpa degli altri, ma neanche colpa tua però.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, frattalis ha scritto:

L'attendibilità è che quando ti risvegli cambi completamente, proprio il tuo cervello, il tuo essere, si modifica in una maniera incredibile, è come sciogliere le briglie ad un cavallo libero e felice e che non si farà ammaestrare mai più.

Stai molto meglio con te stessa ma non con tutti gli altri, senti più difficoltà a trovare chi ti comprende almeno in parte e non è per colpa degli altri, ma neanche colpa tua però.

Leggi quanto riportato sul link che ti propongo sotto, si tratta di un intervista al dott. Pim van Lommel, un cardiologo olandese che ha studiato molti casi di NDE. E' molto interessante.

http://www.lastampa.it/2017/03/26/scienza/bella-la-vita-dopo-la-morte-bVYt4CwtkWsfg6aPCc9VgN/pagina.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Heeeeee! Questo medico l'ha detta finalmente giusta, mi calza a pennello:

Chi ha vissuto una NDE ha l’impressione di essersi liberato del corpo come di un vecchio cappotto, ed è sorpreso di avere ancora un’identità con la possibilità di emozioni, ed una coscienza

Non ci puoi credere manco tu stesso che l'hai vissuto, ma è proprio così, sei vivo anche senza il corpo intorno che è come un involucro per perpecire questo ologramma chiamato creato, altrimenti fuori dal corpo non senti dolore, freddo, il vento in faccia, i profumi etc. e allora dopo passato un po' che ti godi tale stato del tuo essere, poi vorresti ritornarci dentro sovente,  ecco perchè l'espianto degli organi va fatto con mooolta cautela e comunque dipende da caso a caso, uno che ha avuto un incidente e gli si è schiacciato tutto il torace o la testa, gli organi glieli puoi togliere anche subito oramai quel corpo è inservibile, ma purtroppo non succede sempre così, ed uno si ritrova senza più il suo corpo e si incacchia alla grande e non ti dico cosa succede poi a quel povero trapiantato...

Modificato da frattalis
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, frattalis ha scritto:

Heeeeee! Questo medico l'ha detta finalmente giusta, mi calza a pennello:

Chi ha vissuto una NDE ha l’impressione di essersi liberato del corpo come di un vecchio cappotto, ed è sorpreso di avere ancora un’identità con la possibilità di provare percezioni, emozioni, ed una coscienza particolarmente lucida

Non ci puoi credere manco tu stesso che l'hai vissuto, ma è proprio così, sei vivo anche senza il corpo intorno che è come un involucro per perpecire questo ologramma chiamato creato, altrimenti fuori dal corpo non senti dolore, freddo, il vento in faccia, i profumi etc. e allora dopo passato un po' che ti godi tale stato del tuo essere, poi vorresti ritornarci dentro sovente,  ecco perchè l'espianto degli organi va fatto con mooolta cautela e comunque dipende da caso a caso, uno che ha avuto un incidente e gli si è schiacciato tutto il torace o la testa, gli organi glieli puoi togliere anche subito oramai quel corpo è inservibile, ma purtroppo non succede sempre così, ed uno si ritrova senza più il suo corpo e si incacchia alla grande e non ti dico cosa succede poi a quel povero trapiantato...

Molti altri medici attribuiscono queste esperienze a "sogni" che avvengono in carenza di ossigeno o a qualcosa del genere. A me pare una cavolata: la cosiddetta "uscita dal corpo" avviene quando il paziente riferisce di aver sentito i medici dire "è andato" o qualcosa del genere. E i medici fanno simili affermazioni quando il cervello ormai è fermo del tutto (elettroencefalogramma piatto). Con il cervello fermo non si fanno sogni. Senza considerare che i sogni contengono sempre elementi paradossali anche se avvengono quando siamo in perfetta salute. In quelle condizioni, al massimo si potrebbero fare incubi, non sogni coerenti e in più riferire particolari successi veramente.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

E poi quando ritorni come si amplificasse il cervello, per esempio, quando lessi di una mamma in Sardegna che in seguito ad un parto difficile "morì" ma il neonato era vivo ed aveva altri 2 figli, rimasi molto stranita, ebbi la forte sensazione che quella donna sarebbe tornata nel suo corpo ed invece i medici, sicoome era un corpo molto giovane, pensarono bene di farla a pezzi quasi subito, ma io so che l'hanno ammazzata pulito, pulito. Ho letto di altri casi simili ma non mi diede la medesima sensazione.... quella donna è stata espiantata troppo in fretta!

Modificato da frattalis
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Molti altri medici attribuiscono queste esperienze a "sogni" che avvengono in carenza di ossigeno o a qualcosa del genere. A me pare una cavolata: la cosiddetta "uscita dal corpo" avviene quando il paziente riferisce di aver sentito i medici dire "è andato" o qualcosa del genere. E i medici fanno simili affermazioni quando il cervello ormai è fermo del tutto (elettroencefalogramma piatto). Con il cervello fermo non si fanno sogni. Senza considerare che i sogni contengono sempre elementi paradossali anche se avvengono quando siamo in perfetta salute. In quelle condizioni, al massimo si potrebbero fare incubi, non sogni coerenti e in più riferire particolari successi veramente.

E' così, infatti i sogni sono illogici, tanto che li dobbiamo accomodare per poterli raccontare agli altri, altrimenti sarebbe impossibile farlo. Quando sei in quello stato e ritorni nel corpo, è come se in quello stato ci restassi comunque per sempre, per cui resti con un piede dentro ed uno fuori per il resto dei tuoi giorni, insomma non ritorni più normale di testa.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ad alcuni, ho letto il cuore si è fermato anche per dieci minuti di seguito e poi sono resuscitati, se succedeva in Italia quel poveretto era stato già fatto a pezzi se non aveva lasciato detto niente ai suoi cari, poi dice Pamela... tanto è vero che noi per Legge dobbiamo tenere i morti fuori dalla bara per non so quante ore prima di interrarli, proprio perchè in tanti con il cuore fermo che non respiravano più poi si sono ripresi dopo ore ed ore, ma se ti prendono gli organi te lo scordi una roba del genere, non trovi? Ed allora la finiamo con tutto questo giro di organi, a meno che, come ti dicevo prima capita che uno si suicidi ed allora ha deciso di morire, o gli si è staccata la testa dal collo o il cuore si è spappolato o i polmoni etc.

Per quanto riguarda andare in Svizzera non mi piace affatto, vi sono persone depresse che potrebbe venire circuite e convinte a suicidarsi, e ciò non va, meglio la scelta della Marina Ripa di Meana, tanto comunque non senti che ti manca l'aria e quindi muori nel sonno e ciò in Italia è autorizzato dalla Legge.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, frattalis ha scritto:

Ad alcuni, ho letto il cuore si è fermato anche per dieci minuti di seguito e poi sono resuscitati, se succedeva in Italia quel poveretto era stato già fatto a pezzi se non aveva lasciato detto niente ai suoi cari, poi dice Pamela... tanto è vero che noi per Legge dobbiamo tenere i morti fuori dalla bara per non so quante ore prima di interrarli, proprio perchè in tanti con il cuore fermo che non respiravano più poi si sono ripresi dopo ore ed ore, ma se ti prendono gli organi te lo scordi una roba del genere, non trovi? Ed allora la finiamo con tutto questo giro di organi, a meno che, come ti dicevo prima capita che uno si suicidi ed allora ha deciso di morire, o gli si è staccata la testa dal collo o il cuore si è spappolato o i polmoni etc.

Per quanto riguarda andare in Svizzera non mi piace affatto, vi sono persone depresse che potrebbe venire circuite e convinte a suicidarsi, e ciò non va, meglio la scelta della Marina Ripa di Meana, tanto comunque non senti che ti manca l'aria e quindi muori nel sonno e ciò in Italia è autorizzato dalla Legge.

Penso che per quanto riguarda l'espianto di organi, in linea di massima c'è onestà, ma non credo che in qualche caso non ci sia sotto un commercio irriferibile. Anche la scomparsa di persone, secondo me, ha a che fare con l'espianto di organi, almeno in un certo numero di casi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

23 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Penso che per quanto riguarda l'espianto di organi, in linea di massima c'è onestà, ma non credo che in qualche caso non ci sia sotto un commercio irriferibile. Anche la scomparsa di persone, secondo me, ha a che fare con l'espianto di organi, almeno in un certo numero di casi.

Non si tratta di onestà ma di cretinaggine ed ignoranza: tu non puoi fare del bene ad una persona con gli organi di un'altra prima che non sia trascorso il tempo che un morto ha diritto ad avere prima di venire sotterrato, una legge fatta a suo tempo perchè hanno ritrovato morti con le unghie conficcate nella bara che volevano uscirne fuori.

Mi ricordo anni fa, prima di questa moda dell'espianto forzato e subito di tante persone che resuscitavano il giorno dopo, anche con una fame da lupi, quando il medico legale aveva fatto già il certificato di morte il giorno prima, ora in Italia nessuno resuscita più in questo modo, ti pare giusto?

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, frattalis ha scritto:

Non si tratta di onestà ma di cretinaggine ed ignoranza: tu non puoi fare del bene ad una persona con gli organi di un'altra prima che non sia trascorso il tempo che un morto ha diritto ad avere prima di venire sotterrato, una legge fatta a suo tempo perchè hanno ritrovato morti con le unghie conficcate nella bara che volevano uscirne fuori.

Mi ricordo anni fa, prima di questa moda dell'espianto forzato e subito di tante persone che resuscitavano il giorno dopo anche con una fame da lupi, quando il medico legale aveva fatto già il certificato di morte, ora in Italia nessuno resuscita più, ti pare giusto?

Io mi riferivo a casi in cui oltre agli errori ci può essere anche il dolo. Quanto alle persone dichiarate morte, una delle più famose NDE (riportata dal dott. Raymond Moody) riguarda il caso di una persona "tornata in vita" nelle primissime fasi dell'autopsia.

Viene raccontato in questo filmato:

https://www.youtube.com/watch?v=-KRuH6Q9FyA

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, gel8 ha scritto:

no comment

Oddio, e adesso come faremo, senza il tuo commento...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco un altro caso di NDE, questo uomo è rimasto nientedimeno per quasi una ora senza respirare e senza battito cardiaco, era morto! Quindi ci serve tutto il tempo per fare queste esperienze e poi ritornare nel nostro corpo ed abbiamo il Diritto sacrosanto di ritrovarlo tale e quale e non squartato in tanti pezzi. che si aspetti cavolaccio se quella persona abbia finito di fare quella esperienza tremenda e che gli cambia in BENE tutta la sua esistenza, perchè quando ritorniamo, siamo PACE anche se un poco più grulli di prima, nel senso che ci distacchiamo molto dalle cose materiche della vita, andiamo più all'essenza delle cose, più in profondità, insomma si diventa molto meno superficiali e molto attaccati alla vita, provate a trovarmi uno che fa una esperienza VERA di NDE e poi si suicida, non lo troverete MAI!

http://www.affaritaliani.it/cronache/uomo-muore-e-poi-resuscita-nell-aldila270214.html

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, frattalis ha scritto:

Ecco un altro caso di NDE, questo uomo è rimasto nientedimeno per quasi una ora senza respirare e senza battito cardiaco, era morto! Quindi ci serve tutto il tempo per fare queste esperienze e poi ritornare nel nostro corpo ed abbiamo il Diritto sacrosanto di ritrovarlo tale e quale e non squartato in tanti pezzi. che si aspetti cavolaccio se quella persona abbia finito di fare quella esperienza tremenda e che gli cambia in BENE tutta la sua esistenza, perchè quando ritorniamo, siamo PACE anche se un poco più grulli di prima, nel senso che ci distacchiamo molto dalle cose materiche della vita, andiamo più all'essenza delle cose, più in profondità, insomma si diventa molto meno superficiali e molto attaccati alla vita, provate a trovarmi uno che fa una esperienza VERA di NDE e poi si suicida, non lo troverete MAI!

http://www.affaritaliani.it/cronache/uomo-muore-e-poi-resuscita-nell-aldila270214.html

Ne ho visti di più dettagliati e meglio documentati. Su questo Link ci sono diverse di queste storie. Vale la pena guardarlo.

https://www.youtube.com/watch?v=r0flr8aZo7A

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Ne ho visti di più dettagliati e meglio documentati. Su questo Link ci sono diverse di queste storie. Vale la pena guardarlo.

https://www.youtube.com/watch?v=r0flr8aZo7A

Grazie, me lo guardo con molta calma dopo, sono cose che mi emozionano, l'ho salvato nei preferiti, ora devo portare giù il canino. Ciao.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, frattalis ha scritto:

Grazie, me lo guardo con molta calma dopo, sono cose che mi emozionano, l'ho salvato nei preferiti, ora devo portare giù il canino. Ciao.

Ti assicuro che ne vale la pena. Dopo ti interrogo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ti rispondo per Amicizia non perchè devo provare a qualcuno che esiste il mio Aldilà ovvero che siamo immortali, tanto poi tutti moriamo e possiamo verificarlo di persona.

In quel mentre:

Leggi nella mente degli altri, sai tutto e sei tutto anche un filo d'erba, l'acqua, l'universo intero, non hai limiti come dentro il corpo ma sei sempre tu, non ti perdi niente della tua Coscienza anzi ti si amplifica e capisci anche cose complicate senza averle studiate e senza avere una grande intelligenza, sei Pace e serenità non ti manca niente, sei il paradiso in persona.

Dopo tale esperienza ho iniziato ad usare termini con un linguaggio più classico, con un lessico che anche se conoscevo a livello scolastico non avrei mai pensato di usare quotidianamente. Ho cambiato la mia morale che non è più roba da supermercato religioso, anche se alcuni principi li condivido: non ammazzare, amati altrimenti come fai ad amare il prossimo, a cui aggiungo non violentare sessualmente nessuno nè adulto nè minore, non appropriarti di un figlio o di una moglie o di un marito, un amante un fidanzato perchè non sono una tua proprietà ma se li scegli li devi solo amare più degli altri.

Modificato da frattalis
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Svanisce completamente il timore della morte, perchè la morte è la mia Coscienza stessa incarnata in me che decide: quando, come e perchè; , non ho più paura del buio perchè io sono il buio, un filo d'erba e l'universo stesso che è quasi completamente al buio;  non ho paura delle ombre perchè sono io stessa l'ombra che mi fa paura, siamo tutto e niente! Se ho paura, significa che ho paura di quella parte di me stessa che non voglio accettare o che ancora non conosco bene.

Prima dell'Esperienza ti potevo parlare solo di come si cucinano i peperoni grigliati.

Modificato da frattalis
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

comunque i morti non vedono e non sentono, sono morti, cessazione della vita.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, lagraziaviva ha scritto:

comunque i morti non vedono e non sentono, sono morti, cessazione della vita.

E se ci sono delle testimonianze che dicono il contrario, dovrei scartarle a priori?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

comunque i morti non vedono e non sentono, sono morti, cessazione della vita.

anche gli asini volano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora