università
C'era una volta il presalario......

C'era una volta  il presalario https://www.youtube.com/watch?v=cfT-YQkxxck&feature=youtu.be

poi nel 1991 fu abolito  http://www.treccani.it/enciclopedia/presalario/

adesso propongono questo: https://www.democratica.com/opinioni/tasse-universitarie-grasso-leu/

certe volte si ha l'impressione che in Italia si torni indietro che cioè le leggi di una volta, quando c'era il presalario, fossero più "evolute" delle leggi che si propongono adesso...... poi il discorso si farebbe lungo, un conto fare l'università  nella città di residenza altro conto e altri costi fare l'università fuori sede, una volta si usava il termine "figli di papà" per indicare studenti figli di famiglie ricche che si potevano permettere costose università estere a pagamento, oggi questo termine non si usa più, ma la situazione è rimasta la stessa, chi ha soldi studia gli altri si arrangiano... a distanza di tanti anni è evidente che  il cosiddetto 68 e le rivolte studentesche di quegli anni si sono rivelate, visti i risultati,  un autentico fallimento...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Il nostro 68 è stato un passo fondamentale affinchè anche la classe operaia, da cui provengo, avesse voce in capitolo ed i loro figli poveri potessero proseguire gli studi superiori come i figli dei capitalisti anche se non erano da 110 e lode, anche le donne sono diventate pari agli uomini, abbattendo il RAZZISMO di classe, di se-s-so e di ideologia, infatti oggi abbiamo madri che non sono più sempreincinte e schiave e succubi dei padri e mariti padroni, ma si amano e si rispettano ed insegnano alle loro figlie e figli maschi altrettanto, poi ci sono sempre i malati mentali e chi come i naziskin o culture a noi straniere che idolatrano il se-s-so maschile e continuano a compiere atti fuorilegge anche in Italia ma la Legge non gli lascia più campo libero.

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, frattalis ha scritto:

anche le donne sono diventate pari agli uomini, abbattendo il RAZZISMO di classe, di se-s-so e di ideologia

Guarda che il progresso dei diritti civili è avvenuto e sta avvenendo in tutto il mondo a prescindere dal "68"  che fu un fenomeno tutto Italiano (sorse in Francia, ma in quella nazione durò poco); ti faccio un esempio: hai presente la moda attuale dei pantaloni sbrindellati? (pantaloni già volutamente rotti quando li acquisti in negozio?)  è gente che gioca a fare il "povero", recitano la parte dei poveri anche se invece girano con auto costosissime (forse questa moda è un'offesa ai poveri veri che i pantaloni rotti li hanno per altre cause....);  il 68 , non so se lo hai vissuto, fu una cosa molti simile, se andavi nelle università c'erano" figli di papà " ricchi che giocavano a fare i proletari.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Comunque era un movimento che è partito dalla base e soprattutto dai giovani dell'epoca che hanno dato una svolta con il loro dissenso, io personalmente non sono contro i ricchi pur non essendolo, non cominciamo ad alzare i muri tra gli italiani, e poi ci scandalizziamo che gli italiani lo fanno con gli stranieri.

Tutti hanno Diritto per nascita ad una vita dignitosa anche da adulti, altrimenti mi pare da ipocriti e da farisei incentivare le nascite e poi una volta che sono diventati adulti, chiudere gli occhi e lasciare che facciano una fine orribile: tu Stato che li hai fatti nascere a fare? Per emigrare o per renderli dei disonesti?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, frattalis ha scritto:

io personalmente non sono contro i ricchi

Nessuno è contro i ricchi, quando la ricchezza è fatta in modo lecito senza sfruttare gli altri, si tratta solo di fare un'analisi del 68, di chi lo fece e come finirono i sessantottini ; questa canzone di Antonello Venditti rende  molto bene quello che successe ai sessantottini "figli di papà" e agli altri https://www.youtube.com/watch?v=C9E5my_x-JI

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora