Trovare lavoro oggi, cosa serve davvero?

Avete consigli, suggerimenti, dritte da dare ai giovani per trovare lavoro?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

13 messaggi in questa discussione

Il ‎29‎/‎11‎/‎2017 in 17:20 , anniblu ha scritto:

Avete consigli, suggerimenti, dritte da dare ai giovani per trovare lavoro?

domanda interessante ......a cui non è facile rispondere- prima di dare loro consigli etc.una domanda vorrei rivolgere ai giovani : sono disponibili ad accettare come inizio, anche lavori umili  ma dignitosi  pur di essere indipendenti ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io ne conosco alcuni laureati che accetterebbero tutto pur di lavorare

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Riforma del collocamento come modello quello in Svizzera o alta europa, ti chiamano fino a casa e ti propongono un lavoro una volta che sei iscritto nelle liste, e fino a quando non te lo trovano ti pagano corsi di riqualificazione e ti danno un assegno mensile, perchè è colpa loro se non hai un lavoro quando ti sei messo a disposizione ed hai seguito ciò che ti ha offerto lo Stato per la tua istruzione e professionalità.

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il 30/11/2017 in 19:28 , hanbury7 ha scritto:

domanda interessante ......a cui non è facile rispondere- prima di dare loro consigli etc.una domanda vorrei rivolgere ai giovani : sono disponibili ad accettare come inizio, anche lavori umili  ma dignitosi  pur di essere indipendenti ?

Spero la tua non sia una domanda polemica. Mio figlio, dopo essersi laureato con fatica perché gli ultimi mesi non ce la faceva più, dopo essere vissuto, prima, durante e dopo la laurea, con i pochi spiccioli che potevo dargli, dopo aver battuto tutta Roma (dietro mio consiglio) e andare personalmente nei più grandi hotel e proporsi come receptionist (visto che parla l'inglese come un madrelingua) e non avendo ottenuto neanche una sola risposta, 2 mesi fa ha deciso di trasferirsi a Londra. Vuoi sapere cosa fa ora? Pulisce i cessi di un hotel in cambio di vitto e alloggio. Questo hotel fa parte di una catena di altri tredici, è a 500 metri da  Westminster, lì gli Italiani godono di elevata reputazione e le probabilità di carriera sono eccellenti. Ha conosciuto diversi manager e aiuto manager che sono italiani e tutti, come lui, hanno cominciato così. Se c'è una persona che non trova lavoro, io penso che sia un lavativo. Ma se ce ne sono centinaia di migliaia che non trovano lavoro, io penso che c'è qualcosa che non va a livello di Paese. Chissà se i signori [i m]prenditori hanno nulla da dire in proposito. Se pagare stipendi da miseria perché un'azienda è temporaneamente in difficoltà è una cosa che può risolvere un problema, la stessa cosa protratta indefinitivamente crea danni a tutto il sistema economico.

 

Modificato da lupogrigio1953
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/11/2017 in 17:20 , anniblu ha scritto:

Avete consigli, suggerimenti, dritte da dare ai giovani per trovare lavoro?

Si, un consiglio ce l'ho (lo stesso che ho dato a mio figlio): andare via dall'Italia.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un grande uomo tuo figlio, spero ne sarai fiero, lo sono anche io per te e con te. Vedrai che lì troverà di certo chi sappia apprezzarne le capacità e la maturità che gli hai trasmesso e quella nessuna università gliela poteva dare se non tu e tua moglie.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, frattalis ha scritto:

Un grande uomo tuo figlio, spero ne sarai fiero, lo sono anche io per te e con te. Vedrai che lì troverà di certo chi sappia apprezzarne le capacità e la maturità che gli hai trasmesso e quella nessuna università gliela poteva dare se non tu e tua moglie.

Si, ne sono fiero, è un ragazzo molto sveglio, con tatissimi amici, diversi di loro di madrelingua inglese, piace a molta gente (soprattutto alle ragazze!). Qui i Italia ha fatto volantinaggio e alcune comparsate per film  e spot pubblicitari (uno con Bruce Willis per una nota compagnia telefonica) e perfino vendita di giornali in strada. Ma di lavoro vero, neanche l'ombra. E noi siamo una famiglia abituati ad andare avanti con le nostre forze, per nostro merito, non tramite conoscenze. A Londra c'è dal 1 Dicembre e già ha socializzato con molte persone. Sono certo che se la caverà bene, ci vorrà solo un po' di tempo.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In Italia o sei figlio del potere o sei figlio di n.n. anche se hai i tuoi genitori legittimi e i nostri ragazzi se ne accorgono che il Potere religioso e politico gli insegna cose astruse e fa altro dietro le quinte: c'è chi li imita, giacca e cravatta fuori e marcio dentro,  c'è chi diventa un disadattato mentale e gioca alle macchinette o si droga o diventa un baby gang imitando Gomorra in TV e chi, come tuo figlio, Osserva e trae le sue giuste conclusioni. Il problema è che prima la percentuale di disadattati mentali era un numero esiguo, ora stà prendendo quota alla grande perchè stiamo vivendo uno tsunami di valori di modelli culturali artificiosi ed inumani e se prima non si inabissano tutti i falsi non si potrà ricominciare con i reali che ritroviamo nella nostra storia atavica, quando l'uomo rispettava i suoi bisogni che erano anche quelli della natura.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, frattalis ha scritto:

In Italia o sei figlio del potere o sei figlio di n.n. anche se hai i tuoi genitori legittimi e i nostri ragazzi se ne accorgono che il Potere religioso e politico gli insegna cose astruse e fa altro dietro le quinte: c'è chi li imita, giacca e cravatta fuori e marcio dentro,  c'è chi diventa un disadattato mentale e gioca alle macchinette o si droga o diventa un baby gang imitando Gomorra in TV e chi, come tuo figlio, Osserva e trae le sue giuste conclusioni. Il problema è che prima la percentuale di disadattati mentali era un numero esiguo, ora stà prendendo quota alla grande perchè stiamo vivendo uno tsunami di valori di modelli culturali artificiosi ed inumani e se prima non si inabissano tutti i falsi non si potrà ricominciare con i reali che ritroviamo nella nostra storia atavica, quando l'uomo rispettava i suoi bisogni che erano anche quelli della natura.

Ma qui i problema non è tanto  politico o religioso, il fatto è che le persone sono anche peggio di tali poteri. Tutti diciamo quanto i politici siano corrotti. Ma noi? Nella mia famiglia di contadini è una vita che scappiamo da qualcosa. Cominciò mio zio Rinaldo (si chiamava proprio così) prima che nascessi io; si era stancato di essere sfruttato dai padroni della terra in cui vivevamo. Poi se ne andarono le figlie femmine (ma loro si sposarono); poi fu la volta di mio padre e mio zio (fratelli) con le loro rispettive famiglie, portando con loro anche i miei nonni, e da contadini diventarono muratori. Nel frattempo io diventai adulto e nella ditta dove avevo lavorato una vita, mi stancai di subire angherie e me ne andai. Oggi è la volta anche di mio figlio. Insomma tutto perché abbiamo una mentalità (noi siamo originari delle Marche, non so se c'entra qualcosa) che non ci permette di sfruttare le amicizie in una società dove si trova lavoro quasi esclusivamente tramite conoscenze e non tramite uffici di collocamento, come spiegavi tu più sopra. Ma stamattina parlavo con un mio amico che ha una figlia di 33 anni con due lauree (lingue ed economia e commercio), la pagano 1400 Euro al mese, una vera indecenza. E' un po' di vera moralità che manca. Come scrivevo più sopra, i giovani hanno solo una difesa: andarsene via da qui. Ma per me è facile ragionare così, è una vita che "me ne vado via" da qualcosa.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

"Andare via da qualcosa" che è sfruttamento umano non significa affatto essere dei corrotti, ma cercare uno sbocco migliore per se stessi e la propria famigliola, c'è solo un particolare che non mi convince che l'Europa che si chiama Angela, si è messa in affari con chi porta la guerra, inquinamento, fanatismo ed integralismo ovunque vada e stà chiudendo le porte a chi invece ci serve e ci aiuta per davvero, perchè stà continuando a togliere la ca.cca da sotto ai nostri figli, offrendogli la possibilità reale di fare ricerca scientifica e di realizzarsi pienamente anche a soldoni, a prescindere se un presidente, che è e resta comunque momentaneo, possa essere gradevole o meno. Aspettiamoci l'embargo prima o poi per essere caduti nella trappola senza via di uscita come i sorci che sanno solo battersi il petto... dopo.

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, frattalis ha scritto:

"Andare via da qualcosa" che è sfruttamento umano non significa affatto essere dei corrotti, ma cercare uno sbocco migliore per se stessi e la propria famigliola, c'è solo un particolare che non mi convince che l'Europa che si chiama Angela, si è messa in affari con chi porta la guerra, inquinamento, fanatismo ed integralismo ovunque vada e stà chiudendo le porte a chi invece ci serve per davvero, perchè stà continuando a togliergli la *** da sotto ai propri figli dandogli la possibilità reale di fare ricerca scientifica e di realizzarsi pienamente anche a soldoni, a prescindere se un presidente che è e resta comunque momentaneo possa essere gradevole o meno. Aspettiamoci l'embargo prima o poi per essere caduti nella trappola senza via di uscita come i sorci.

Forse mi sono espresso male: non intendevo dire di sentirmi corrotto per essere andato via. Intendevo dire che troppa parte della società italiana (certamente non tutta, altrimenti saremmo fritti) è moralmente bacata.

Quanto al ragionamento su Angela (Merkel) è un po' troppo oltre alla nostre considerazioni. Se la Merkel vende armi, noi non siamo scusati per essere poco onesti.

Comunque, spostando un po' il ragionemento, i giovani non dovrebbero andare via solo per ripicca o risentimento, ma soprattutto per fare esperienze anche in altre parti del mondo. E si spera che quando molti di loro torneranno siano utili al progresso di questo Paese.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ora le mogli e figli sono a rischio, c'è la moda di fare abdullallà in casa propria, fortunatamente mio marito ed io siamo equilibrati di cervello ed anche se facessimo la fame moriremo insieme abbracciati, mai gli rimprovero ciò che con il suo stipendio non può darmi, già è tanto che fa per noi due ed è amato e stimato dai suoi superiori perchè è un lavoratore.

Uccide la moglie e si barrica in casa: dietro il raptus conflitti in famiglia e assenza lavoro

https://www.ilmattino.it/caserta/caserta_bellona_raptus_davide_mango_conflitti_famiglia_assenza_lavoro-3502222.html

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non bisogna avere nessun reddito alle spalle,fai il concorso e con il foglio Isee a "ZERO",il posto è tuo//

...ma sarà uno schifo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora